Stop ai "vu' cumprà" sulle spiagge: il piano contro gli abusivi

La direttiva "Spiagge sicure", pronta per fine mese, mira a combattere abusivismo e contraffazione, dalla produzione dei prodotti alla loro vendita sulle spiagge

Dopo la lotta agli sbarchi delle navi di Ong che trasportano migranti, Matteo Salvini annuncia un'altra battaglia. Questa volta l'intenzione è quella di dare un taglio "all'invasione dei vu cumprà sulle spiagge", fermando così la fabbricazione e la diffusione dei falsi prodotti griffati. Lo ha dichiarato, come riporta la Stampa, all'assemblea nazionale della Confesercenti. A fine mese, lo staff del Viminale, guidato dal vicepremier Salvini, presenterà la direttiva "Spiagge sicure", rivolta alle diverse prefetture.

Il progetto si basa sul rafforzamento della collaborazione tra le forze dell'ordine e la polizia municipale, che dovranno sorvegliare le zone balneari. I fondi per applicare la direttiva saranno attinti da quelli europei della legalità, per evitare che i sindaci debbano prenderli dalle casse comunali, già povere di denaro. Una possibilità che bisognerà verificare, dato che nessun paese Ue attinge a quei fondi per pagare gli straordinari delle forze dell’ordine.

L'abusivismo commerciale e turistico, il cui ricavato sarebbe di 22 miliardi, rappresenta un danno imponente per le imprese che seguono le regole e anche per lo Stato. Infatti, a causa delle vendite in nero, l'Italia perde un gettito fiscale di 11,5 miliardi di euro. La situazione, resa nota dalla Confesercenti, verrà affrontata dal nuovo piano del Viminale. Infatti, oltre a presidiare i litorali, bloccandone l'accesso ai vu cumprà, si punta anche a controllare chi affitta alloggi e magazzini per la merce e a prevenire e reprimere tutta la catena di contraffazione, partendo dalla produzione e arrivando fino alla vendita in spiaggia.

Non solo abusivismo, dunque. La lotta di Salvini riguarderà anche la contraffazione: la guardia di finanza ha reso noto che, da gennaio 2017 a maggio 2018, gli interventi rigurdanti la contraffazione sono stati il 52% delle operazioni totali.

Nella stesura della direttiva "Spiagge sicure", Salvini ha fatto riferimento alla situazione di Cervia e Milano Marittima, dove si è attivata una sensibilizzazione dei turisti che, evitando di comprare, evitano anche di alimentare il commercio abusivo.

Commenti

Gianca59

Dom, 24/06/2018 - 11:48

Era l' ora, una botta alla malavita organizzata.

VittorioMar

Dom, 24/06/2018 - 11:53

..si dovrebbero anche perseguire i FORNITORI SCHIAVISTI !!

tonipier

Dom, 24/06/2018 - 11:55

" BISOGNA RIORDINARSI COSA NON FACILE CON GLI ABUSI IN CORSO" L'imbecillità di pochi rimasti confusionari papponi arricchiti di natura politica distruttiva dell'odio, ci porta a pensare che non sia cosa facile disintegrare questi grossi affaristi in circolazione che hanno invaso l'Italia pensando solamente come distruggerla.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Dom, 24/06/2018 - 11:56

fare pulizia anche nelle città, nelle stazioni ferroviarie e metropolitane, siamo invasi da ambulanti clandestini.

cgf

Dom, 24/06/2018 - 11:56

fanno benissimo, ma non è vero che l'Italia perde un gettito fiscale di 11,5 miliardi di euro, sanno tutti benissimo dove andare per comprare 'originale', non si compra in spiaggia perché più comodo. Basta con la concezione del popolo bue ed ignorante, forse 3x3 non lo sanno fare, ma moda e socials...

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 24/06/2018 - 12:16

La riviera romagnola sembra una appendice dei tropici: ci sono più individui "diversamente bianchi" che turisti dell'emisfero boreale. Dipoi cosa stai a fare in spiaggia se ogni cinque minuti vieni disturbato da un petulante venditore che ti "offre" la sua mercanzia senza il fardello della ricevuta fiscale?

umberto nordio

Dom, 24/06/2018 - 12:28

Era ora!

venco

Dom, 24/06/2018 - 12:36

Giusto, la legalità deve valere per tutti, non solo per i cittadini.

Ritratto di elkid

elkid

Dom, 24/06/2018 - 12:37

---salvini come al solito sbaglia--spiegazione elementare---un migrante arriva in italia ed ha fame----c'è quello che trova lavoro---è facile ---i lavori manuali sui ponteggi e nei campi i raga italioti non li fanno(ed il governo questi tizi non li tutela dal rischio schiavitù)---c'è poi una fascia intermedia che entra nella catena della contraffazione---è vero --fanno cose illegali ma hanno pericolosità sociale pari a zero---poi c'è tutta la filiera dei migranti che abbracciano la criminalità--spesso supportati dalla criminalità nostrana--spaccio e quant'altro---da qui deve partire salvini---prima deve sgominare la criminalità che crea anche notevole allarme sociale --e poi dedicarsi ai contraffattori--ho come la sensazione (sensazione condivisa da saviano) che salvini non abbia il coraggio di confrontarsi direttamente con la criminalità organizzata--i comizi di rosarno ne sono la prova provata--swag

Reip

Dom, 24/06/2018 - 12:48

Se un italiano abusivamente vendesse merce rubata, contraffatta, in un luogo pubblico, gli verrebbe sequestrata le merce, e fatta una multa, ci potrebbero anche essere gli estremi per un arresto! Se poi l’Italiano in questione avesse una casa di proprieta’ si ritroverebbe costretto a pagare, pena il sequestro dell’immobile! I “vu cumpra” sono assolutamente illegali peggio poi se clandestini! Vendono merce contraffatta, alimentano il contrabbando, e l’industria della contraffazione, un’industria che in Italia macina milioni di euro ed e’ sotto il preciso e articolato controllo delle mafie! I”vu cumpra” non hanno alcun diritto di fare mercato, ma non si possono multare perche’ sono nullatenenti! Tuttavia vendere merce di contrabbando, falsa o rubata e’ reato! La legge e’uguale per tutti! La loro merce dovrebbe essere sequestrata. Chi acquista merce contraffatta alimenta il commercio illegale e l’industria della contraffazione, finanziando le mafie!

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Dom, 24/06/2018 - 13:12

Molto bene,BRAVO BRAVISSIMO.

pensionato.stufo

Dom, 24/06/2018 - 13:28

Basterebbe che le "oche giulive" smettessero di comprare ed il fenomeno si esaurirebbe da solo.

Royfree

Dom, 24/06/2018 - 13:32

Ottimo. Così si colpisce pure il mercato Cinese fatto di innumerevoli oggetti non a norma e evasione fiscale. La pacchia sta veramente finendo.

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 24/06/2018 - 13:35

Era ora!!! MA NON SOLAMENTE SULLE SPIAGGE!!!

MARCO 34

Dom, 24/06/2018 - 13:36

Era ora!! Speriamo che si possa finalmente prendere il sole senza essere importunati da questa gente

Paolo Preti

Dom, 24/06/2018 - 13:51

Bisognerebbe anche interessarsi a chi fornisce la mercanzia a questa gente, certo non sono loro che fabbricano borse contraffatte. A meno che si preferisca lasciare la malavita usare carne da macello a costo zero.

VittorioMar

Dom, 24/06/2018 - 14:06

..QUESTA E' TUTTA EVASIONE FISCALE !...COME PER LA PROSTITUZIONE !!...e poi cercano gli EVASORI !!

Gianni11

Dom, 24/06/2018 - 14:24

Sono clandestini (un crimine) che vendono merce contraffatta (altro crimine). Vanno messi tutti in campi di reclusione da dove l'unica uscita e' per il rimpatrio. L'Italia non e' terra di nessuno dove tutto e tutti possono venire e girovagare facendo qualsiasi cosa che gli pare. I magistrati che ostacolano e sovvertiscono l'applicare della legge vanno rimossi in massa. Legge e ordine. Basta con la distruzione dello stato civile e della vita civile nel NOSTRO Paese. Il commercio si fa' in negozi che pagano le tasse e che vendono prodotto legali. L'Italia non diventa uno spacccio per clandestini africani.

MOSTARDELLIS

Dom, 24/06/2018 - 14:29

La lotta ai vu cumpra va benissimo, però bisogna stanare i fabbricanti e soprattutto gli organizzatori a monte dei vu cumpra...quelli che maneggiano tutto il commercio illegale.

manuel7070

Dom, 24/06/2018 - 14:38

Si, però così è troppo facile. Basta fare l'esatto contrario di quanto dice Saviano e ci si azzecca sempre. Ahahahahahah. Pasta e fagioli!

Ritratto di illuso

illuso

Dom, 24/06/2018 - 14:42

Se così sarà tornerò nelle spiagge del mio nord-est e non mi recherò più in Croazia dove nessuno viene a romperti i maroni con le cianfrusaglie.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Dom, 24/06/2018 - 14:43

@pensionato.stufo:...certo,alle "oche giulive" invece piace l'approccio "cordiale" di questi "poveracci"...poi sono annoiate,...si trovano questa paccottiglia sotto il naso,...si sentono "generose",e dimenticano che così facendo alimentano con il loro "buonismo", tutti gli "effetti collaterali".Le mosche sul pulito,non si posano!

Una-mattina-mi-...

Dom, 24/06/2018 - 14:53

BASTA CRIMINE!

routier

Dom, 24/06/2018 - 14:55

Il turismo balneare non potrà che giovarsene. Personalmente, negli anni passati ho regolarmente disertato le spiagge "infestate" dai diversamente bianchi che infastidivano con protervia i villeggianti.

marcomasiero

Dom, 24/06/2018 - 15:00

OTTIMO !!! inoltre spero nella requisizione della merce (robaccia) e sua distruzione !

Malacappa

Dom, 24/06/2018 - 15:06

Bella notizia che uno possa stare in spiaggia in santa pace senza essere scocciato da sti soggetti aggressivi e rompi

Malacappa

Dom, 24/06/2018 - 15:08

Elkid semplice non vengono in Italia e assunto regolato

steacanessa

Dom, 24/06/2018 - 15:25

Peccato che motivi di salute mi tengano lontano dal caldo. Avrei potuto finalmente godere un po’ di pace in spiaggia.

nordcorea

Dom, 24/06/2018 - 15:51

SE NOI ANDIAMO DA LORO A FARE LO STESSO,CI METTONO NEL PENTOLONE E CI MANGIANO!!.....(....e scemo chi ride!..)....

fausto46

Dom, 24/06/2018 - 16:02

Che differenza c'e' fra i vucumpra' e le migliaia di rivendite di frutta e verdura denominate km zero che non rilasciano uno straccio di ricevuta?

killkoms

Dom, 24/06/2018 - 16:14

@elkul,o lavorano a nero,o spacciano,o rubano!sempre giustificati?

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 24/06/2018 - 16:22

La lobby dei bottegai non si smentisce mai...Ma il Mago Silvan pensa che la gente che oggi compra i falsi sotto l'ombrellone, si pone il problema del marchio, e domani comprera` le griffe vere in negozio? Quando si rendera` conto che costoro votano Lega, cambiera` di nuovo la direttiva...

Ritratto di francoforever

francoforever

Dom, 24/06/2018 - 16:31

e' difficile in un paese come l'italia avere un po' di ordine, ma senza alcuna speculazione mediatica/politica, e' quello che ci vuole---

maurizio50

Dom, 24/06/2018 - 16:32

Lo schifo dei venditori abusivi del terzo mondo, arabi, africani, pakistani e tanta altra grazia, sulle nostre spiagge?? Altro risultato delle scelte super intelligenti dei governi dei catto comunisti!!

Ritratto di Tipperary

Tipperary

Dom, 24/06/2018 - 16:50

A lignano sabbiadoro è una specie di rastrellamento economico.Si attivano in mezzo agli ombrelloni su 4/5 file e passano con la loro merce ogni 43/44 secondi più o meno con la solita roba( orologi, borsette, pareo)Pausa dalle 12 alle 14 sino alle 18. Il tutto sotto il controllo di una vedetta seduta al bar sulle torrette sopraelevate all’ingresso dei bagni, pronta col cellulare ad avvisare la manovalanza all’arrivo della polizia locale.

Ritratto di pravda99

pravda99

Dom, 24/06/2018 - 17:38

@elkid - Salvini e` forte con i deboli e debole con i forti. Davanti alla criminalita` lui abbassa la cresta (e anche le braghe). Vedi con i Casamonica (cui ha praticamente choesto scusa), o vedi con le cosche della 'Ndrangheta quando in comizio elettorale a Rosarno, invece di dire come, da Ministro degli Interni, avrebbe combattuto la malavita organizzata, ha detto che il problema di Rosarno era la baraccopoli - Dimenticavo: le Famiglie erano in prima fila davanti a lui...

marcs

Dom, 24/06/2018 - 17:52

Due cose: se devo andare in spiaggia e trovarci carabinieri e vigili, preferisco non andarci. Secondo se davvero lo stato ci siena 11.5 mld, forse sarebbe più saggio dare un regolamento a queste vendite. A poi non parliamo del forte gettito che deriverebbe dalla legalizzazione della cannabis, ma forse i benpensanti amici del salvino, lui non sa pensare, non sarebbero contenti.

Holmert

Dom, 24/06/2018 - 18:03

Sono anni ed anni che in Italia si è dato campo libero a questa gente, di fare tutto quello che hanno voluto. Hanno invaso i semafori, le spiagge, i posteggi,le piazze etc.San Pietro a Roma pare un suk arabo. Ora se si tirano le redini tutte in una volta la diligenza si rovescia. Bisogna cambiare le cose un poco alla volta, per evitare tragedie e fallimenti. Festina lente,affrettati lentamente ,dicevano i romani antichi.

cir

Dom, 24/06/2018 - 18:20

il problema non sta' nel oggetto taroccato . io sono libero di comperare tutto quello che voglio, griffato o falso . un falso puo' anche andarmi bene. Il fatto sta' che e' un commercio privo di controllo legale sul piano dell' evasione fiscale eventuale, oltre che svolto in luoghi non adatti allo smercio in conflitto con i commercianti regolari . Di PRADA o ARMANI non me ne frega un bel nulla .fanno produrre in Pakistan a tonnellate al costo delle patate vendono a grammi..nelle boutique .Di italiano hanno solo l' arroganza.

manson

Dom, 24/06/2018 - 18:39

visto che gli stabilimenti balneari sono a pagamento i gestori dovrebbero controllare che in spiaggia ci vada solo chi ha pagato. Gli altri fuori. In Versilia specialmente Viareggio c'è l'invasione, complici anche certi gestori che fanno utilizzare sdraio vuote e bagni a questi impestati

aldoroma

Dom, 24/06/2018 - 18:56

sarebbe ora

Zorro16

Mar, 26/06/2018 - 13:02

Oh, finalmente! Non è possibile andare in spiaggia per rilassarsi ed essere continuamente tormentati da questi ambulanti. La stessa cosa dicasi per i presunti profughi accattoni all'esterno di centri commerciali, supermercati, negozi, stazioni, farmacie, eccetera eccetera. Riprendiamoci l'Italia.