La strategia della bugia

Renzi crea la realtà con pillole di bugie messe lì al punto giusto. Solo che adesso tende a esagerare

Spara balle, qualcosa resterà. Renzi crea la realtà con pillole di bugie messe lì al punto giusto. Solo che adesso tende a esagerare. Non si regge più. Come ieri, in direzione Pd, quando ha sparato almeno un paio di falsi d'autore, tra una minaccia al presidente del Senato Grasso e un attacco ai talk show del martedì, che fanno meno ascolti della replica di Rambo . Sul primo costringe perfino Mattarella a intervenire e scivola, con una mezza gaffe, sul diritto costituzionale.

Dice. Se il presidente del Senato Pietro Grasso dovesse aprire a modifiche all'articolo 2 si dovrebbero convocare Camera e Senato perché saremmo davanti a un fatto inedito. Falso. Come ha scritto il costituzionalista Michele Ainis sul Corriere della Sera : «Esiste almeno un precedente del 2005 riguardante la riammissione in Aula da parte dell'allora presidente Pera di quattro emendamenti giudicati inammissibili in Commissione. C'è inoltre da considerare che Grasso non vota in via diretta, ma potrebbe mettere la questione ai voti dell'Aula: sarà dunque l'eventuale costituzione di una maggioranza o meno tra i senatori a decidere le sorti dell'articolo 2». La mezza gaffe, prima di correggersi, è che voleva convocare insieme Camera e Senato, una sorte da seduta comune ingiustificata. Poi ha chiarito: «Intendevo i gruppi parlamentari del Pd».

Il bis lo concede sulle elezioni europee. Non abbiamo vinto le europee per gli 80 euro, racconta. La gente nemmeno lo sapeva. Infatti gli 80 euro sono arrivati in busta dopo il voto. Falso. È vero, che gli 80 euro sono entrati nella busta paga dei lavoratori a fine maggio 2014, una settimana dopo le elezioni europee, ma Renzi ha annunciato il provvedimento l'11 marzo 2014. Mentre il 19 aprile il Consiglio dei ministri ha varato la manovra che ha consentito di garantire 80 euro in più al mese in busta paga per circa dieci milioni di lavoratori.

Il voto delle europee è stato il 25 maggio 2014. A colpi di balle ormai inciampa sulle date.

Commenti

glasnost

Mar, 22/09/2015 - 14:01

Comincia veramente a far pena.

Mano-gialla

Mar, 22/09/2015 - 14:39

L'AVEVO DETTO CHE ERA SFASATO MA ORA NON VALE PIU' NEACHE UN CENT...

unosolo

Mar, 22/09/2015 - 15:10

dopo la senntenza della corte che obbligava il governo a restituire soldi ai pensionati del ceto medi alto asserì che soldi non c'erano , poi li ha regalati con : aumenti ai dipendenti di camera , senato e palazzo Chigi , ancora 30.000 euro cadauno ai prof , 500 euro cadauno ai docenti , aereo , auto blu e per i pensionati non c'erano ? la corte , i sindacati e tutti i politici cosa hanno fatto ? zitti , le sentenze non si rispettano se si vogliono dividere quei soldi tra di loro nel loro giro. questo è lampante di come funziona questo governo ,.

antipifferaio

Mar, 22/09/2015 - 16:01

E' solo un Meo Patacca alla fiorentina...povera Italia!

01Claude45

Mar, 22/09/2015 - 16:29

Mattarella, prepara lo scioglimento delle camere prima che scoppi la RIVOLUZIONE. Questo saltimbanco da strapazzo ha e sta distruggendo l'ITALIA per conto della MASSONERIA. O ne fai parte pure tu?

Ritratto di manasse

manasse

Mar, 22/09/2015 - 16:35

ma perché i compagni quando raccontano qualcosa accaduta nel passato 9 volte su 10 fanno figure meschine perché le BALLE si dimenticano la VERITA' non si dimentica MAI

unosolo

Mar, 22/09/2015 - 16:56

finche regala soldi andrà avanti , i politici sono una razza a parte , pochi giorni fa si sono regalati aumenti in quei palazzi tutti hanno avuto soldi , quindi fanno finta di litigare ma poi si dividono soldi a iosa , sotto forma di : rimborsi elettorali , rimborsi , aumenti di stipendio continui per tutti politici compresi , forse anche aumenti a disposizione delle alte cariche dello Stato , tanto a noi non lo diranno per ora , si mantengono addirittura il rimborso per i portaborse che è pari ad uno stipendio e piu di una pensione , questi sono i politici . le bugie ? esiste omertà e tacciono tutti i politici altrimenti sai quante cose uscirebbero .,egli dice al suo popolo quello che vogliono sentire e li rende felici.

INGVDI

Mar, 22/09/2015 - 17:15

Bazzecole in confronto ai danni che sta provocando al Paese. Il guaio è che né tra le opposizioni in parlamento né tra l'opinione pubblica si vede la forza e la volontà di mandare a casa il disastroso cattocomunista capo PD.

Rossana Rossi

Mer, 23/09/2015 - 11:47

Questo è il pd signori.......bugiardi,abusivi,spendaccioni,imbroglioni,incapaci,opportunisti,falsi,senza vergogna, e chi più ne ha più ne metta, altro che Berlusconi......e c'è qualche pirla che ancora ha il coraggio di sostenerli......

bimbo

Ven, 25/09/2015 - 10:30

In un paese costituito da dipendenti pubblici di cui la maggioranza è inutile e da dipendenti privati anch'essi bisognosi ed inefficaci, mi ricorda le parole di Dario FO "Gli italiani credono solo alle favole e non la realtà"