Il suocero amante? Indagini sul telefono di Veronica

Valentina RaffaVeronica Panarello, accusata di avere ucciso il figlio Loris e di averne gettato il corpo in un canalone a Santa Croce Camerina, e il suocero Andrea Stival, accusato da lei di aver strangolato il bambino, erano amanti? In ambiente investigativo da indiscrezioni qualcuno sarebbe propenso a credere alla nuova verità di Veronica negata dal suocero. Telefonate, squilli. C'è un'impennata, da un paio a 6-7 contatti al giorno, a partire da maggio nella loro corrispondenza. Il periodo è quello indicato da Veronica quale inizio degli incontri proibiti. Interrogato dal pm per 6 ore, Andrea, indagato, ha respinto le accuse. Un'eventuale relazione clandestina non è sinonimo di omicidio, ma in questa ingarbugliata vicenda relazione e omicidio potrebbero essere connessi, dal momento che è la presunta «storia« col suocere il movente del delitto. È stata sentita Andreina Fiorilla, compagna di Andrea, persona informata sui fatti. Ha ribadito la verità detta dall'uomo. Gli investigatori stanno visionando i filmati, che finora non hanno confermato la versione di Veronica. Anche i periti dell'avvocato Francesco Villardita, che rappresenta la donna, stanno facendo lo stesso. Il giudice ha concesso altri 40 giorni per redigere la perizia psichiatrica.