Il taglio alle pensioni d'oro per dare altri soldi al Sud

L'M5s insiste sulla decurtazione al 40%. Colpirà il Nord Metà degli aumenti agli invalidi civili al Mezzogiorno

Alla fine tutto si risolve in un braccio di ferro tra Nord e Sud. Gli interessi rappresentati dalla Lega non sono gli stessi che hanno fatto da carburante al Movimento 5 stelle in questi anni. I sei mesi di governo gialloverde hanno semmai dimostrato che le motivazioni dei rispettivi elettorati sono in contrasto tra loro. Il caso pensioni è emblematico.

Giovedì il vicepremier e leader pentastellato Luigi Di Maio ha annunciato l'inasprimento del taglio alle pensioni d'ordo dal 25% al 40%. Decisione presa al termine del vertice di governo dedicato agli emendamenti da presentare alla legge di Bilancio. Il partito di Matteo Salvini ha mal digerito la prima versione di riduzione degli assegni più alti presentata in Parlamento. Era un taglio che penalizzava i pensionati sulla base dell'anno di uscita.

Il compromesso trovato il mese scorso è una penalizzazione proporzionale, con tagli dal 10 al 20% per gli assegni sopra 90 mila euro.

La nuova versione - i cui dettagli tecnici sono ancora sconosciuti - inasprisce il contributo di solidarietà a carico degli assegni più alti. Uno sgarbo alla Lega, visto che la gran parte delle pensioni e dei redditi più alti si concentrano al Nord.

Esigenze di cassa, sicuramente. Ma il taglio ai cosiddetti assegni d'oro - la soglia al momento resta quella dei 4.500 euro lordi - porterà pochissimo in dote alla legge di Bilancio.

Il dato rilevante è che il M5S non ha intenzione di risparmiare quando si tratta dei suoi cavalli di battaglia. Il reddito di cittadinanza, ad esempio, sconfina nella materia previdenziale con le cosiddette pensioni di cittadinanza.

Di Maio ha ribadito ieri che non rinuncerà ad includere nell'innalzamento a 780 euro di tutte le prestazioni sociali, comprese le pensioni di invalidità. Una integrazione che porterà tutte le prestazioni sulla soglia del reddito di cittadinanza.

Il sussidio vero e proprio del M5S dovrebbe essere condizionato al reinserimento nel mondo del lavoro e sarà subordinato all'accettazione delle offerte di impiego degli uffici del lavoro, Ma i pentastellati non hanno annunciato nessuna selezione su quello che si annuncia come un aumento del 200% dell'invalidità civile (oggi è a 282,55 euro mensili).

Una integrazione ad una prestazione sociale sacrosanta, ma soggetta a numerosissimi abusi. Nel Def si assicura che il governo interverrà «sulle modalità di verifica dei soggetti che hanno effettivamente diritto ai relativi trattamenti, con azioni mirate laddove i dati mostrino delle anomalie». Guerra ai falsi invalidi, quindi. Ma della stretta non c'è traccia, almeno in queste fasi della sessione di bilancio.

A voler pensare male, è un regalo al Sud da parte di un partito - il M5S - che ha raccolto molti consensi nelle regioni meridionali. Il 47,1 per cento delle invalidità civili è erogato al Sud, contro il 32,8 del Nord e il 20,2 del Centro.

Al contrario, le pensioni da lavoro si concentrano al Nord. Da una recente inchiesta del Sole24ore emerge che le province con il maggior numero di pensionati in rapporto ai residenti sono Biella, Novara, Asti e Cuneo. Per quanto riguarda l'importo, la città dove è più alto è Roma con 2.300 euro al mese di media. Dato influenzato dalla presenza di dirigenti e quadri dello Stato. Subito dopo c'è Milano con 2.100 euro, poi Genova con circa 1.900 euro.

Commenti

Tranvato

Sab, 08/12/2018 - 08:50

Quando la povertà è frutto dell'ignorante incapacità di produrre e vegeta solo nell' insana volontà di rivalsa sociale, siamo giunti alla Madre di tutte le idiozie, nella sala parto del Movimento 5 stelle. La sana logica dell'economia nasce altrove, dove si insegna che il benessere è frutto del lavoro e che quest'ultimo non deve essere né sfruttamento né assistenzialismo. Se quel fiume di denaro del Reddito di cittadinanza venisse utilizzato per incentivare le assunzioni (780 euro al mese x 18 mesi x ogni contratto a tempo indeterminato!) gli effetti sull'occupazione sarebbero rilevanti. Ma la mossa grillina è pura demagogia; senza disoccupati non avrebbero voti, questa è la triste verità! E di fronte a tale pericolo forse sarebbe il caso di mettere al bando il Movimento 5 stelle, come avvenne per il Fascismo.

gigi0000

Sab, 08/12/2018 - 09:32

Manovra inutile e demagogica, ma utilissima invece per distrarre l'opinione pubblica dai veri problemi e dlle malefatte dei 2 improvvisatori senza arte ne parte.

contravento

Sab, 08/12/2018 - 09:36

TUTTO A BERLUSCONI E COMPANY E NENTI AI FANNULLONI.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 08/12/2018 - 09:43

ai veri invalidi o ai finti?

contravento

Sab, 08/12/2018 - 09:50

ORMAI IL GIORNALE SPARA OVONQUE E COMUNQUE, COME SE FOSSE INVASO DAI MARZIANI.

leopard73

Sab, 08/12/2018 - 10:03

Di Maio fara la fine del topo se non cambia politica "io me lo auguro molto presto" perche L'ITALIA ha bisogno di ben ALTRO!!!!

adal46

Sab, 08/12/2018 - 10:47

Sul taglio delle pensioni, viste le poste in gioco, se ne può pure discutere soprattutto in relazione ai contributi effettivamente versati per le più cospicue.... ma se l'obiettivo è quello di DARE nuovi soldi al sud (nel senso, a fondo perduto o giù di li secondo logiche passate perverse che hanno solo favorito l'attuale situazione assurda di assistenzialismo non risolutivo) è proprio vero che il Paese dalla frutta sta passando al grappino bypassando anche il caffè... evviva Di Maio!

batpas

Sab, 08/12/2018 - 11:14

E il taglio ai rimborsi d'oro? e agli stipendi camuffati da rimborsi spese per non pagare le tasse ? Giggino, se ci sei batti il 60% e da' l'esempio.

katon

Sab, 08/12/2018 - 11:15

Saranno circa settanta anni che si mandano valanghe di miliardari al sud ....e non è cambiato niente ! Chissà perché....?

peter46

Sab, 08/12/2018 - 11:15

Censura continua?Complimenti.

pasquinomaicontento

Sab, 08/12/2018 - 11:29

...ce fusse un giornale che ce facesse sapè chi sò' sti fruitori de penzioni d'oro, nomi e cognomi, nun se pò' e chi lo dice,'ndò sta scritto, ma forse se vergognano,e li pure capisco, c'è chi pija 450 cazzetti d'angelo ar mese e chi...c'ha case p'ogni stagione, :-ar mare,in montagna, in campagna e in città...senza invidia,ce sarebbe da chiede' er VAR o la VAR, che nun se sà se è o maschio o femmina,dovressimo domannà a Rosetti, mejo lassà perde,l'arbitri sò più busciardi d'un negativista condannato da la santa inquisizione...comunque, io, sò' arivato a quell'età,quella fra er brusco e er lustro, che sta più dellà che decchuà,facessero un po' come cxxxo je pare...io pe' nun sapè ne legge' ne scrive, so ito a San Lorenzo pe' famme preparà la targhetta :-qui giace Mario...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 08/12/2018 - 11:32

@adal46 - concordo.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 08/12/2018 - 11:34

Da quando ero piccolo sento parlare di casse del mezzogiorno per dare soldi al sud.Da 50 anni si elargisce soldi ai fannulloni.Siamo stufi della nostra africa,che crea solo posti di comodo inserendo 10 persone dove ne basterebbe una,è una vergogna nazionale!!!!!!!!!!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 08/12/2018 - 11:39

SALVINI pensaci e abbandona questo governo di mangia a sbafo peggio degli africani,la palla al piede dell'itaglia.

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 08/12/2018 - 11:51

Mi pare che Di Maio stia esagerando! Per il Sud già sta preparando il "Reddito di cittadinanza" (RdiC) e per farlo vuole anche tagliare le pensioni a chi se le é guadagnate con il lavoro. Confesso la mia ignoranza, ma mi pare di aver letto che effettivamente ci sono pensioni folli ed addirittura anche multiple, per lo stesso beneficiario (per esempio una percepita quale ex senatore e l’altra quale ex sindaco). Ci sono poi le pensioni “enormi”. Ma Di Maio vuole fare “cassa”, non giustizia sociale, e quindi vuole colpire la massa del Popolo, più numerosa, non i Privilegiati della Politica. Quanto al RdiC è l’ennesima bufala a 5 stelle, dato per scontato che sarà percepito da qualche milione di persone che lavorano in nero, come avveniva anche nell’azienda paterna e fraterna. Non solo, ma aumenterà il numero di coloro che lavorano in nero, in quanto converrà farlo a coloro che avranno di conseguenza il diritto al RdiC. Salvini SVEGLIATI o ne pagherai il “conto”!

agosvac

Sab, 08/12/2018 - 12:07

Non è tagliando le pensioni, sia pure quelle d'oro. A fronte di queste pensioni ci sono altrettanti contributi versati all'INPS da chi ha lavorato. Piuttosto si taglino tutte le pensioni che non hanno dietro alcun contributo!!! Il welfare non deve essere a carico dell'INPS, ma solo ed esclusivamente a carico dello Stato: se lo Stato se lo può permettere lo deve gestire indipendentemente dall'INPS. Mi sa che la gestione Boeri abbia avuto successo nelle menti di chi neanche capisce chi ha diritto alla pensione e chi no.

SpellStone

Sab, 08/12/2018 - 12:18

BASTA METTERE IL NORD CONTRO IL SUD

mcm3

Sab, 08/12/2018 - 12:22

Qualunque sia il motivo, e' sempre una decisione giusta

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Sab, 08/12/2018 - 12:41

I falsi invalidi del Sud hanno fatto bene a votare M5s. Si beccheranno le pensioni di chi al Nord ha lavorato una vita. Ma non sarebbe ora di lasciare il meridione ad una sua indipendenza politica ed economica ? Dobbiamo pagare l'errore dell'Unità d'Italia sino alla fine del mondo ?

contravento

Sab, 08/12/2018 - 12:42

QUESTI ARTICOLI FANNO LEVA ,CERTAMENTE, SUGLI IDIOTI E IGNORANTI.

jaguar

Sab, 08/12/2018 - 13:04

Di Maio pensa di essere il nuovo Robin Hood.

DRAGONI

Sab, 08/12/2018 - 13:11

ANCHE AI FALSI INVALIDI!

Alfepo

Sab, 08/12/2018 - 14:14

Sono d'accordo con Ubidoc, è ora che il Meridione sia lasciato alla sua indipendenza politica ed economica, così non avranno più modo di lamentarsi e non andrà a fondo tutto il Paese. Di Maio ed i 5 Stelle sono i primi responsabili di questa deriva, ma Salvini è Lega, tradendo il loro elettorato, sono diventati complici. Perderanno anche loro consensi.

peter46

Sab, 08/12/2018 - 14:26

Leonida55...che ca...volo concordi se come adal46(e peccato che uno 46 uscito dal cavolo perchè tutti i ns padri erano 'fiduciosi' nell'avvenir e) non 'capisci' na maz.. di quel che vi vogliono in.......?Il taglio delle pensioni d'oro perchè i tagliabili non hanno alcun diritto di 'incassare' anche sul non versato e usabili per tutti coloro che da nord(maggioranza) a centro e a sud aspettano di non vedersi mensilmente quello sch,,, di 282,55 che non bastano neanche per comprare 6 durex settebello ed andare al sicuro con le badanti o i badantie non lo si può ripetere ogni 3x2.Perchè ca...volo in 72 anni non gli sono stati PORTATI al sud i 'capannoni' come in tutto il c/nord?NB:vai a ff.NB:Negli ultimi 10 anni i francesi hanno adeguato stipendi e pensioni di 6.000 eu a soggetto e i tedeschi abbondantemente di più:con meno della metà se adeguati/e quelli italiani pil e figli sarebbero arrivati a gogò.

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Sab, 08/12/2018 - 15:08

Il sud dovrebbe recuperare dignita' e piantarla di essere l'eterna disputa per ottenere voti. Da palla al piede sta diventando una zavorra che affondera' il Paese. Mi dispiace tantissimo per quegli imprenditori del sud che a fática si mantengono in piedi e resistono contro una mentalita' che uccide in tutti i sensi. I soldi piovuti dal cielo portano solo alla sconfitta di un Paese. Al Sud ribellatevi e manifestate o forse vi va bene cosi?

venco

Sab, 08/12/2018 - 15:14

Pensioni d'oro? certamente agli ex dipendenti pubblici i quali percepiscono una pensione media di 2460 euro mese contro gli ex dipendenti privati che percepiscono 1580 euro mese in media, e aggiungere che i lavoratori giovani del privato percepiscono un terzo della pensione di un ex stipendiato pubblico, questa è una colossale ingiustizia, si ingiustizia.

Giorgio5819

Sab, 08/12/2018 - 15:14

Solito atteggiamento da comunistume marcio... solite invidie sociali e solita paraculaggine merindia...niente di nuovo. L'Italia ha sempre il solito zaino di meridionalanza da trascinare.

Klotz1960

Sab, 08/12/2018 - 15:45

L'Italia e' stracolma sia di gente che ha veramente bisogno di sussidio, sia di autentici fannulloni, specie al Sud. Quindi per tutelare coloro che hanno bisogno di un sussidio si finisce anche per mantenere i fannulloni. Personalmente avrei limitato il reddito di cittadinanza a non oltre Euro 350 e dedicato il resto delle risorse a sconti fiscali per contratti di lavoro a disoccupati. E' fondamentale che il reddito di cittadinanza sia di gran lunga inferiore agli stipendi piu' bassi, altrimenti lavorare conviene poco e si finisce come in Francia, dove la differenza tra l'indennita' di disoccupazione e gli stipendi minimi e' di 100 - 150 Euro, con il risultato ovvio di milioni di persone che prendono l'indennita' di disoccupazione e poi lavorano in nero.

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 08/12/2018 - 16:03

Chi ha lasciato il mezzogiorno in questo stato, sono stati coloro che ora se la ridono ed hanno critiche a non finire su questo governo del cambiamento!!! """PERCIÒ, TOGLIETE A TUTTI QUEGLI SCIACALLI LA PENSIONE E LASCIATE LORO LA MINIMA, DI 780 EURO AL MESE, LE LORO RICCHEZZE NON PATISCONO DEL MANCAMENTO PERCHÈ È TUTTO DANARO RUBATO ALLA POPOLAZIONE, COME FANNO I MAFIOSI LORO ALLEATI"""!!!

peter46

Sab, 08/12/2018 - 16:24

Klotz 1960....i fannulloni sia del Sud che del nord non beccheranno per niente alcun euro e qualora 'tentassero' ci sono i modi per farli 'desistere' o per 'accalappiarli',anzi,potenziando e digitalizzando le strutture allo scopo non passerà neanche un microbo dall'ago.2)In Francia è dagli anni 80 che il cosiddetto 'sussidio di disoccupazione' è (al cambio attuale)di 550 euro,ma...macron per risalire la china e senza lo sch... delle opposizioni al riguardo come in Italia,ha già stanziato 8 miliardi per i quasi 8 milioni di poveri che forse se la matematica non è un'opinione saranno ben più dei 780 euro(già scesi tramite limitazioni introdoti)promessi dal ns governo.E sicuramente,malgrado in DEFICIT sta manovra sarà accettata anche dal loro cavallo Moscovici ed annessi europei e...tajani 'mutu'.

Rottweiler

Sab, 08/12/2018 - 16:28

Il lavoro non si inventa per decreto. I soldi recuperati devono essere investiti per finanziare lavori, mettere in sicurezza e sviluppare ilvterritorio, non telecomandisti sul divano.

peter46

Sab, 08/12/2018 - 16:40

Klotz 1960...(2)se x te in francia tra 550 euro di rdd e stipendio di migliaia di euro passa solo na differenza di 150 euro...torna al 1960,ma non rifare gli stessi 'danni' d'allora.NB:Se i disgraziati in attesa del rdc lavorano già in nero potranno continuare a farlo,se richiedenti il rdc di cui parliamo,solo di notte passeggiando per i viali delle città, che di giorno devono stare 'a disposizione' per ogni eventuale chiamata dall'amministrazione del territorio desiderosa di dargli n'occupazione o dal datore di lavoro che ha bisogno di assumerli.E comunque il nero non potranno di certo portarlo nei paradisi fiscali che si troverebbero x quello eventuale sch..di reddito,le porte chiuse,cosa che non succede x i veri incassi in nero.O c'è la finanza a scovarli...di che ca...volo state sempre a parlare?

5stardust

Sab, 08/12/2018 - 17:20

il meridione vive con : pubblico impiego , lavoro nero , tasse non pagate abusi edilizi , false invalidità , tra un pò reddito e pensioni di cittadinanza e chi piu ne ha piu ne metta come fà il giggino che furioso per i fatti di famiglia vuol tagliare tutto e tutti . che si facciano la repubblica di pomigliano dove fare quello che vogliono . pure il salvatore del nord vuol fare che a dir suo è pieno di veleni per le emissioni delle auto e per questo piu tasse per chi ha le auto diesel

buonaparte

Dom, 09/12/2018 - 14:56

solo in italia nel mondo ci sono le pensioni d'oro . posto dove lo stesso inps eroga nello stesso mese 400 euro ad un invalido e 40.000 ad un boiardo di stato. QUESTE COSE DEVONO FINIRE E VA TOLTA ANCHE LA CORTE COSTITUZIONALE CHE SI DIMOSTRA ANTIDEMOCRATICA-è anticostituzionale che un ente eroghi pensioni di questo genere a debito. le pensioni devono essere staccate dallo stipendio . la bocca è uguale per tutti.hanno già ricevuto enormi stipendi quando lavoravano e non è giusto che ricevano enormi pensioni.BASTA