Il Tar "salva" De Magistris: il sindaco sospeso e condannato voterà per la Città metropolitana

Il Tar ammette il ricorso. De Magistris potrà partecipare all’elezione del Consiglio metropolitano nonostante la condanna e la sospensione

Il sindaco sospeso di Napoli, Luigi de Magistris, potrà partecipare all’elezione del Consiglio metropolitano in programma domenica prossima nel capoluogo partenopeo. Lo ha deciso il Tar della Campania. Luigi de Magistris, sospeso dalle funzioni di sindaco di Napoli il 3 ottobre da un decreto del prefetto in base alla legge Severino dopo la sua condanna a 15 mesi per abuso d’ufficio, è stato riammesso al voto per le elezioni provinciali della città metropolitana di Napoli domenica prossima. Il diritto a esercitare elettorato attivo è stato ottenuto da un ricorso al Tar. L’Ufficio elettorale provinciale, infatti, lo aveva escluso dalla lista dei 156 elettori dopo la comunicazione da parte del segretario generale del Comune di Napoli dell’avvenuta notifica del decreto di sospensione dalle funzioni di primo cittadino.

Il Tar ha accolto la domanda cautelare dei legali "ai soli fini della partecipazione" di de Magistris "all’elezione del Consiglio Metropolitano indetta per il 12 ottobre". Ha inoltre fissato la Camera di consiglio per la trattazione collegiale per il prossimo 5 novembre. Il decreto è firmato dal consigliere delegato Paolo Corciuolo ed è stato notificato alle parti in serata. L’accoglimento del ricorso, si legge nel decreto del Tar, è limitato "alla sola partecipazione del ricorrente all’elezione del Consiglio metropolitano", che secondo quanto prevede la legge, viene eletto dai sindaci e dai consiglieri comunali dei Comuni della Città metropolitana. Non si estende quindi ai commi 19 e 20 della legge, i quali prevedono che "il sindaco metropolitano è di diritto il sindaco del Comune capoluogo".

Commenti

bombacchio

Gio, 09/10/2014 - 20:15

Ecco chi sono gli antiberlusconiani applauditi dalla sinistretta ragliante, incompetenti ed inutili, anzi, più che inutili pericolosi ma la sinistra mea culpa niente?

Anonimo (non verificato)

bombacchio

Gio, 09/10/2014 - 20:18

Come per Bassolino anche questa volta i napoletani ci impiegheranno 25 anni per capire, eppure credono di essere dei gran paraculi.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 09/10/2014 - 20:48

ma va? a berlusconi è stato condannato e non può partecipare, de magistris è stato sospeso e indagato, però può partecipare. perchè siete cosi IPOCRITI eh, cari PSICOSINISTRONZI? :-) forse perchè siete cosi stupidi da non distinguere la cacca dalla nutella? :-)

jeanlage

Gio, 09/10/2014 - 20:49

Per i giudici la legge è un fastidioso orpello che impedisce loro di favorire gli amici e di gonfiarsi le tasche!.

giovannibid

Gio, 09/10/2014 - 20:50

e poi dicono che la Giustizia è una lumaca per forza hanno tribunali doppioni che fanno e disfanno el cause e così non si arriva da nessuna parte. E' ora di CAMBIARE abolendo tutte quelle POLTRONE fatte apposta per sistemare gli amici!!!!!!!!

emmea

Gio, 09/10/2014 - 20:52

Questa sentenza vale almeno quanto quella della Corte di Palermo che in queste ore ha negato agli imputati del processo sulla trattativa stato-mafia il diritto di assistere alla deposizione del Capo dello Stato che evidentemente li riguarda. Troppa gente e troppa stampa ha uno strano modo di accettare le sentenze dei magistrati e anche in questo caso si plaude alla prima (che qualora non venisse annullata rischia di non superare il certo e futuro vaglio della Cassazione) e si critica la seconda perché dà ragione al sindaco sospeso. E' sempre una questione di convenienza politica o ideologica a muovere i giudizi e le opinioni di certa gente e di certa stampa, non c'è niente da fare. Ed è questa na nostra rovina.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Gio, 09/10/2014 - 20:58

L'ennesima dimostrazione che i "magistrati" sono come le famiglie mafiose. Sempre in lotta tra loro affinchè quella di appartenenza possa prendere il sopravvento su tutte le altre!

mimmo.web

Gio, 09/10/2014 - 21:23

che strana coincidenza prima tutti addosso poi appena ha detto che avrebbe tirato fuori qualche scheletrino dall'armadio tutto cambia........

mimmo.web

Gio, 09/10/2014 - 21:24

che strana coincidenza prima tutti addosso poi appena ha detto che avrebbe tirato fuori qualche scheletrino dall'armadio tutto cambia........

no beluscao

Ven, 10/10/2014 - 08:26

ma del buon galan , proclamatosi prima innocente , e poi ha patteggiato , come mai non ne parlate ? vergogna o cos'altro ? vero mortimerd , raddrizzolecurve etc .....

cast49

Ven, 10/10/2014 - 11:27

CHE GRAN CULO!!!

cast49

Ven, 10/10/2014 - 11:31

HO DIMENTICATO LA MERDA CHE CIRCONDA QUESTI DISONESTI KOMUNISTI...SI FANNO SEMPRE I CAZZI LORO E MAI VENGONO BECCATI DALLA GIUSTIZIA, PERCHE' SONO CULO E CAMICIA...