Le tasse alte sono fuorilegge

La Consulta boccia le imposte "abnormi e irragionevoli". E si aprono altri buchi nei conti...

Una dopo l'altra, scopriamo che le stangate economiche dei governi Monti e Letta, tutte mantenute in vita da Renzi, non solo erano vessatorie nei confronti dei cittadini ma addirittura incostituzionali. Al blocco dell'aggiornamento delle pensioni, dichiarato fuorilegge la scorsa settimana, ora si aggiunge la supertassa sulle sigarette elettroniche cassata ieri dalla stessa Corte costituzionale che ha posto così un paletto sulle scorribande fiscali dei governi: una tassa del 58 per cento (di questo parliamo nel caso specifico) va ben oltre la «discrezionalità tributaria» che la Costituzione affida a governi e Parlamento.

Stupisce che ci sia voluto l'intervento di anziani parrucconi per stabilire una verità chiara anche ai più sprovveduti. Meraviglia che ministri plurilaureati, molti dei quali alla Bocconi, e onorevoli sapientoni abbiano pensato e approvato un simile provvedimento senza rendersi conto che stavano commettendo una rapina. La stessa che, stando all'aria che tira, tenteranno ritardando e limitando la restituzione del maltolto ai pensionati. Problema che non li riguarda perché i politici oggi una pensione hanno già riavuto dallo Stato - grazie alle leggi truffa che si erano fatti - una quantità di soldi mediamente superiore di dieci volte ai miseri contributi versati. Oppure cumulano, o potrebbero cumulare, una quantità di pensioni che chi se ne importa se arriva una sforbiciata.

Tanto per fare degli esempi, tre sono quelle di mannaia Monti (da professore, da commissario europeo, da senatore a vita, per un totale che supera i trentamila euro-mese), e in teoria quattro quelle del presidente Mattarella (da professore, da deputato di lungo corso, da giudice della consulta e un domani da senatore a vita). Dati questi presupposti, mi chiedo quale autorità morale abbia la classe politica per chiedere sacrifici, per di più incostituzionali, a ex lavoratori che di una e una sola pensione (non importa se di tolla o d'oro) campano dopo averla pagata, nella stragrande maggioranza dei casi, con adeguati contributi. O Renzi ci paga tutta (e a tutti) la pensione dovuta, oppure è meglio che in pensione (anticipata) ci vada lui e il suo governo.

Commenti

MEFEL68

Sab, 16/05/2015 - 15:19

Ma cosa volete che gliene freghi al PD delle sentenze della Corte Costituzionale. Ora sta al governo e la Consulta non gli serve più.

MEFEL68

Sab, 16/05/2015 - 15:21

Cosa volete che gliene freghi al PD delle sentenze della Corte Costituzionale. Ora che al governo c'è il loro leader, se una cosa è costituzionale o meno, lo decideranno i dirigenti del partito.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Dom, 17/05/2015 - 00:32

La Consulta ha sentenziato che una tassazione del 58% è illecita e anticostituzionale. Renzi è avvisato: potrà arrivare al massimo (e tranquillamente) al 57,9%!!! Già che c'era, perché la Consulta non ci ha detto a che livello di percentuale una tassazione è da considerarsi lecita, corretta e costituzionale?

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Dom, 17/05/2015 - 08:07

La Consulta ci dice che il 58% è un livello troppo alto e quindi ingiusto e incostituzionale. Ci saprebbe dire, la Consulta, quale sarebbe per lei, per la Costituzione e per la decenza il livello giusto, così che nessun governo possa mai più sbagliarsi?

m.nanni

Dom, 17/05/2015 - 09:35

intanto molte attività questo delinquenti le hanno fatte chiudere. ma tutta l'esaltazione della sinistra per il "capolavoro2 di Napolitano dov'è andata a finire? possibile che il centrodestra TUTTO, Berlusconi in testa non riescano a togliere il titolo di senatori a vita e relativi vitalizi a Napolitano e Monti?

no_balls

Dom, 17/05/2015 - 10:21

Caro Sallustio Sarebbe bastato che Berlusconi e i suoi non avessero votato si a questa legge infame del governo letta di larghe intese..... Cmq qui centra poco la voglia di far cassa Sono leggi fatte su input delle lobby del tabacco che sono tanto amiche di destra sinistra e centro....... Diciamo che già col governo monti il duo noto sposetti PD e e l'altro del PdL ci avevano provato ma andò' buca . il decreto non passò. Rimedio' qualcun altro con letta .

maxkent

Dom, 17/05/2015 - 11:40

Intanto questa sentenza crea un precedente interessante, che potrebbe avere effetti dirompenti. Se "tasse troppo alte" sono fuorilegge, si potrebbe ridiscutere tutta la tassazione italiana, che è quasi sempre da esproprio.

Zizzigo

Dom, 17/05/2015 - 11:45

Se la tassazione del 58% è illecita ed anticostituzionale, quella al 60% e più cos'è? Eppure molti di quelli che pagano l'IMU ecc. per una seconda o terza casa (comprata con i risparmi ed affittata ad e.c.) sborsano (complessivamente) anche di più. Consulta, adesso come la mettiamo?

Ritratto di orione1950

orione1950

Dom, 17/05/2015 - 15:06

Ricordi a Renzi che, non ricordo tanto bene, prima di diventare presidente della provincia di Firenze, si fece inquadrare dirigente della società di papà per ottenere contributi maggiori dalla provincia!!

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Dom, 17/05/2015 - 16:26

Il 3% è asfissiante ed i soldi li cercano nella casa, nella scuola, nella sanità, nelle pensioni e nella pubblica amministrazione dove negli anni precedenti si sono scatenati gli italiani in scorribande epocali, assistiti da sindacati partiti e magistratura. Il comunistaio attestato nella scuola pensioni magistratura e pa ha creato un situazione singolare: i pd che smaniano di diventare socialdemocratici incontrano l'ostilità virulenta di trinariciuti sindacati magistrati vescovi e centri sociali. I bella ciao sono la maggioranza nel paese ed in procinto di diventare governo ed opposizione. L'Italia è cosa loro. La giustizia sociale è un'altra cosa.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di FanteDiPicche

FanteDiPicche

Dom, 17/05/2015 - 18:52

Se mettiamo tutto insieme: governi strozzini, politici corrotti, casta che decide il proprio stipendio con annessi e connessi, trattamento preferenziale per chi ruba e non paga una tassa, indifferenza per gli Italiani che soffrono, immigrazione selvaggia apparentemente inarrestabile, la spocchiosa malafede televisiva di quelli che la vogliono, l'arroganza ed altro della bella gente che ci invade, e basti questo ..... c'è da chiedersi quanto grande sia la pazienza del popolo italiano, o quanti testicoli per abitante gli siano rimasti: 0,000001 ? 0,0000000001?

Pigi

Dom, 17/05/2015 - 23:35

Francamente non ho capito che cosa si vuole. La stessa corte costituzionale che non vuole tasse alte, non vuole neanche che si riducano i super-stipendi e le super-pensioni, quelli superiori a quelli di paesi molto più ricchi di noi (e per i quali paghiamo tante tasse). Anche le pensioni medie devono essere rivalutate. Cosa rimane? Evidentemente bisogna raddoppiare le tasse agli stipendi e alle pensioni più basse e far pagare i contributi ai disoccupati e ai mendicanti.

profpietromelis...

Lun, 18/05/2015 - 01:48

Mi dispiace ma la Costituzione non pone un tetto alle tasse. Dice che ognuno deve contribuire alle spese pubbliche secondo la propria capacità contributiva. Se uno guadagna 200.000 euro (lordi) l'anno il 58% mi sembra giusto a favore delle pensioni minime. E così dicasi delle pensioni, a cui dovrebbe essere posto un tetto di 5000 euro. Chi vuole una pensione maggiore se la paghi con una pensione aggiuntiva privata. pietromelis.blogspot.com