Tasse diminuite per finta Penalizzato il ceto medio

Alla fine di tutto la domanda è sempre una. Questo governo le tasse le ha aumentate o no? La pressione fiscale è scesa o no?

Alla fine di tutto la domanda è sempre una. Questo governo le tasse le ha aumentate o no? La pressione fiscale è scesa o no? Gli 80 euro, tanto sbandierati da Renzi, hanno rilanciato i consumi, ma al netto delle tasse agli italiani è convenuto o no? Per offrire una sponda a queste domande l'ufficio studi della Cgia di Mestre ha predisposto un'analisi di tutti i provvedimenti normativi presi negli ultimi 19 mesi dal governo Renzi in fatto di riduzione o di inasprimento delle tasse e dei contributi fiscali. Ebbene, il responso è chiaro: questo esecutivo ha ridotto sì le tasse sia sulle famiglie, per un importo di 7,1 miliardi, sia sulle imprese, per 8,3 miliardi di euro, ma in maniera selettiva. Il ceto medio, infatti, si vede ancora una volta pressato da inasprimenti dovuti al fatto che non gli sono arrivati gli 80 euro in busta paga e si è visto tassare le rendite finanziarie.

Se è vero, infatti, che una buona parte delle famiglie ha beneficiato della detrazione degli 80 euro (pari a una spesa complessiva per le casse dello Stato di 9,5 miliardi), della concessione del bonus bebè (1,2 miliardi), delle deduzioni Irpef per la locazione delle nuove abitazioni (39,5 milioni), della riduzione della cedolare secca per le locazioni a canone concordato (33,8 milioni) e delle detrazioni fiscali per gli inquilini degli alloggi sociali (31,8 milioni), è altrettanto vero che è aumentata - secondo quanto riferito dagli esperti della Cgia - la tassazione delle rendite finanziarie (2,6 miliardi), l'Imu sui terreni montani (268,7 milioni) il peso del fisco sui fondi pensione (260 milioni), sui capitali percepiti sulle assicurazioni vita (150 milioni) e sul Tfr (140 milioni).

«Ovviamente - segnala Paolo Zabeo della Cgia - i dati vanno letti attentamente. Il taglio degli 80 euro è andato solo alle famiglie meno abbienti, il bonus bebè a quelle più giovani, mentre il cosiddetto ceto medio è stato penalizzato dal forte aumento registrato dalla tassazione sulle rendite finanziarie. Gli sgravi Irap alle imprese, invece, hanno premiato quelle con dipendenti e la decontribuzione totale Inps è andata solo a quelle che hanno assunto».

Per i lavoratori autonomi che lavorano da soli, e che costituiscono oltre il 70% degli artigiani e dei commercianti, non c'è stato alcun vantaggio, mentre gli autotrasportatori si sono visti addirittura aumentare il carico fiscale di ben 39 milioni di euro per la riduzione delle deduzioni forfettarie imposta dal governo.

«Va bene l'abolizione della tassa sulla prima casa - conclude Zabeo - Questa misura infonderebbe fiducia alle famiglie, con una probabile ricaduta positiva sui consumi. Tuttavia, sarebbe auspicabile trovare le risorse per alleggerire il carico fiscale sul popolo delle partite Iva che in questi ultimi anni non ha beneficiato di alcun sgravio significativo».

Commenti

i-taglianibravagente

Dom, 20/09/2015 - 08:10

Se uno le tasse le paga, e lavora in proprio, in italia, forse può a mala pena sopravvivere. Chi ha provato lo sa.

rudyger

Dom, 20/09/2015 - 08:29

La Cgia di Mestre perchè non ci dice che il bonus bebè è andato a favore delle famiglie mussulmane in Italia che sfornano figli per aumentare la loro popolazione? Non avete mai visto donne con il velo che in mano portano un bambino, in carrozzina un'altro ed in pancia un altro ancora? Per me è un regalo fatto dalla sinistra per accaparrarsi i voti di queste famiglie appena avranno fatto una legge che li farà diventare cittadini italiani oltre che cittadini europei mantenendo anche la cittadinanza del loro paese d'origine. comunisti deficienti.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 20/09/2015 - 09:19

pensare che anche una tassa meno del 5 % basterebbe far funzionare il Paese compreso l'IVA al 5%. Basterebbe uno studio di settore per controllare la velocità degli scambi che avviene al mese per capire che anche con quelle percentuali lo Stato incasserebbe ugualmente che con i 30%. Se io dallo stipendio tolgono il 5% spendendo il resto, il venditore pagherebbe un altrettanto 5% dall'incasso e via di questo passo la spesa andrebbe scemando di 5 a 5% fino a quando l'ultimo venderà uno spillo, il calcolo è fatto, in un mese sempre che si spenda, tutto lo stipendio è passato allo Stato. Con il 30% in tre mosse è passato tutto allo Stato, ma nella sostanza pochissimi hanno venduto e nella casa di un lavoratore è entrato poca e misera cosa. Eppoi con uno stipendio alto potremmo lavorare con meno ore e far entrare i disoccupati nel mondo del lavoro con ulteriore risparmio per le indennità.

beale

Dom, 20/09/2015 - 09:34

Le risorse ci sarebbero per tutto. la cosiddetta macchina dello Stato pesa troppo. Troppo personale, troppa farraginosità, troppe sovrapposizioni di competenze, troppa arbitrarietà nell'applicazione delle regole. Nonostante la massiccia informatizzazione, c'è una pletora di personale da mantenere.Troppe authority, troppi enti inutili. Abbiamo imboccato la via della Grecia che è passata da Pericle a.... Tsipras.

carpa1

Dom, 20/09/2015 - 10:12

Perchè meravigliarsi? Dopo tutto siamo in mano ai peggiori comunisti della storia in cui, lo stato, deve prevalere su tutti, appiattire qualunque tentativo di selezione tra chi vuole lavorare e chi, al contrario, preferisce vivacchiare e/o arricchirsi sulle spalle altrui. I paesi dell'est europa hanno già ampiamente dimostrato che trattasi di un sistema fallimentare che porta solo alla rovina di tutti; i nostri eroi, non contenti, vogliono continuare a perseverare nell'errore fino al disfacimento totale di una società che, pur con i suoi difetti come tutti del resto, ha saputo risollevare il paese dalla rovina di una guerra devstante.

gigi0000

Dom, 20/09/2015 - 10:17

Bene, bravo, bis! Forse sbaglio, ma non mi pare di vedere i contributi locali nei calcoli della CGIA di Mestre. Forse sbaglio, ma Tasi, addizionali comunali e regionali e balzelli vari sono abbondantemente aumentati, così come miriadi di "prelievi"nascosti. Qualche esempio banale: la nuova tassa sulle TV negli alberghi? La tassa di soggiorno aumentata? Il francobollo da 70 a 80 e da ottobre a 95 cent. in meno di un anno (costo 41 cent nel 2000 e 95 cent nel 2015)? Ecc. ecc. ecc.

unosolo

Dom, 20/09/2015 - 10:20

da mesi che mi ripeto la mia pensione è scesa da maggio cosi penso anche i stipendi del ceto medio e medio alto , le tasse che sono state seminate dal governo attuale subito dal suo insediamento sono infinite e man mano hanno fatto scendere le pensioni in media 35 euro x mese da maggio , non sappiamo per che cosa è dovuto in quanto la INPS non avvisa con lettere o circolari , governo ladro , lo ripeterò sempre .

unosolo

Dom, 20/09/2015 - 10:26

lo staff del PCM a noi ci costa come una finanziaria , bene codesto staff trova soldi fermi per spartirli secondo il volere del capo , ed ecco che si prendono continuamente soldi alla Sanità , sicurezza e pensionati , ancora il governo ha chiesto non più 17 miliardi alla BCE ma 18 miliardi e non credo che si fermi visto che sperano che i futuri pensionati abbocchino ad andare in pensione prima per avere altri soldi a disposizione quella ritenuta sul TFR gia anticipatamente elevata , soldi che entrerebbero subito nelle casse dello Stato , volti , vogliono solo soldi senza creare lavoro , li prendono con leggi chei sindacati gli lasciano passare senza alcun ostacolo , sarà solo per non far scendere il pil sappiamo che scioperi fermano la produzione e ne sa qualcosa il governo Berlusconi , scioperi a iosa con pranzi al sacco.

Ernestinho

Dom, 20/09/2015 - 10:35

Macché diminuite! Chiunque faccia un pò di conti in famiglia si accorge che esse, a parità di condizioni, negli ultimi anni sono auumentate sempre! E quest'anno si è avuta anche la sorpresa del pagamento della tassa sui terreni, fatta in sordina negli ultimi giorni dell'anno scorso. E sono aumentate anche i costi sui bollettini postali, da €. 1,35 a 1,50, con un aumento più del 15%. Ed altri balzelli vari, fatti sempre "in sordina". Non solo aumentano le tasse, ma ci prendono anche in giro!

Ernestinho

Dom, 20/09/2015 - 10:39

Pochi giorni fa ho pagato, per la tassa sui rifiuti, la schifezza di €. 550! Viene a costare, facendo i conti, per ogni andata al cassonetto, circa €, 5,50 per volta. E che è, oro! Vale a dire che non si paga il servizio, ma per mantenere "il carrozzone"!

Ernestinho

Dom, 20/09/2015 - 10:51

X "gigi000". Non mi ero ancora accorto di questi aumenti. Una prova in più delle "fesserie" che dicono i "politicanti" bugiardi!!!!

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Dom, 20/09/2015 - 11:01

Certo che ci vuole un bel coraggio ad accorgersene solo ora: sono anni che io dico che la media borghesia non esiste più, proprio grazie all'aumento delle tasse che oltre ad impoverire ancora di più i ceti meno abbienti, ha di fatto annientato la media borghesia, creando un baratro tra la povertà e l'opulenza. E' qui che occorre la medicina, se mai chiunque ci governasse fosse capace.

Ernestinho

Dom, 20/09/2015 - 11:06

Ultimamente le "Borse" stanno andando molto male. Quando si guadagna renzi & company si prendono ben il 26%. Adesso dovrebbero restituire il 26% sulle perdite. Troppo bello e facile prendersi solo i guadagni quando a richiare sono gli altri!

i-taglianibravagente

Dom, 20/09/2015 - 11:09

La soluzione c'è ....armi e bagagli e fuori ....dalle olive.

marcello52

Dom, 20/09/2015 - 11:47

Siele fantastici, per la vostra fede??? Politica neghereste pure che spunta il sole. Per la prima volta in questo paese c'è un governo che mantiene le promesse di abbassare la pressione fiscale, ma non va ancora bene, comincia dai meno abbienti e non va bene, era meglio quando la tassazione dei redditi da lavoro era al 30% e quella sulle speculazioni finanziarie al 12% secondo voi?

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Dom, 20/09/2015 - 11:49

Hahahaha!! Ho spostato le mie aziende all'estero e ne sono sempre piu convinto d'avere fatto bene. Ho intenzione di creare 2 nuove attività ma ben lontano da questo paese e stato/paese che merita zero finche continua ad avere governi, magistratura e banche che sono o si comportono in modo illegali al limite dell'associazione mafiosa!! La camora è piu onesto di questo stato e rappresentarebbe il popolo italiano meglio di questa magistratura per non parlare delle banche!!

Anonimo (non verificato)

agosvac

Dom, 20/09/2015 - 12:46

Da privato cittadino debbo dire che le tasse non sono per niente diminuite anzi sono aumentate. Forse ci potrebbe essere una lieve diminuzione per alcune categorie, ma per la gran parte degli italiani sono aumentate e non di poco!!!

MEFEL68

Dom, 20/09/2015 - 12:57

@@@ marcello52 - Sono contento che tu sia contento che questo governo ti abbia accontentato abbassando le tasse e nascondendoti che ne ha aumentate più del doppio. Allora, mi domando come mai non eri contento quando il governo Berlusconi diminuì veramente molte tasse senza rifarsi sulle altre. Contento tu, contenti noi. Basta essere contenti!