Tasse, Renzi conferma i tagli: "L'Europa ci dia una mano, non faccia solo la maestrina"

Il premier al Tg5: "Se si fa la spending e si eliminano gli sprechi della Pa e si fanno le riforme, l’Italia riparte e butta giù le tasse"

"L’Europa oggi deve preoccuparsi di dare una mano a chi vuole ripartire e non essere soltanto la maestrina con la matita rossa e blu che dice cosa va bene e cosa no". Ai microfoni del Tg5, Matteo Renzi conferma la promessa di tagliare 50 miliardi di tasse in cinque anni e replica all'ammonimento dell'Unione europea a rispettare i parametri. "Noi - assicura il premier - inizieremo ad abbattere il costo del debito pubblico e manteniamo il 3% tra deficit e pil". E sulle risorse da trovare per coprire il piano fiscale spiega che. "se si fa la spending review, si eliminano gli sprechi della pubblica amministrazione e si fanno le riforme", il goevrno riuscirà a "buttare giù le tasse".

Nessuna marcia indietro. Anche se non sa dove trovare le coperture economiche, Renzi continua a sbandierare la promessa di tagliare la pressione fiscale. "Io rispondo alle esigenze degli italiani, non ai Fassina, ai D’Alema e Bersani, non alla minoranza Pd - spiega al Tg5 - è il momento una volta per tutte di buttar giù le tasse, una questione di serietà". E alla minoranza piddì replica duramente: "Piaccia o non piaccia abbiamo preso un impegno con gli italiani e lo manterremo". Per il governo, però, sarà un'impresa davvero ardua. Anche perché, come dimostrano i calcoli della Cgia di Mestre, per evitare che scattino le clausole di salvaguardia, entro la fine del 2018 il Governo dovrà recuperare 75,4 miliardi di euro in quasi quattro anni, altrimenti famiglie e imprese subiranno un aggravio fiscale di pari importo. E la prima scadenza cade già il prossimo 30 settembre. Se entro quella data Renzi non fosse in grado di reperire 1,4 miliardi di euro, dal giorno successivo scatterebbe l'ennesimo aumento delle accise sui carburanti, oltre a un deciso incremento degli acconti Irpef e Ires in capo alle aziende.

Niente a che vedere con l'impegno che dovrà essere affrontato con la prossima legge di stabilità. Entro la fine di quest'anno, infatti, Renzi sarà costretto a reperire ulteriori 16 miliardi di euro. Diversamente, dal primo gennaio 2016 scatterà un nuovo ritocco dell'Iva e un aumento della tassazione, attraverso l'elevazione di aliquote o la riduzione di detrazioni e deduzioni fiscali. In questa maniera, l'ammontare degli inasprimenti fiscali rispetto al 2014 arriverebbe a 17,4 miliardi di euro. Ma la necessità di reperire nuove risorse è destinata a crescere: nel 2016 si arriverà a toccare la cifra di 26,8 miliardi e nel 2017 si sfioreranno i 30 miliardi. A regime, quindi, il taglio della spesa rispetto al 2014 si dovrebbe attestare attorno ai 30 miliardi di euro, importo necessario per evitare un corrispondente aumento delle tasse.

Commenti

magnum357

Gio, 23/07/2015 - 21:12

Ma buttati nel Tevere e non contarmi palle, dexxxxxxxxe !!!!

giosafat

Gio, 23/07/2015 - 21:17

"Se si fa la spending e si eliminano gli sprechi della Pa e si fanno le riforme, l’Italia riparte e butta giù le tasse".....se, se, se, se, se......e ancora se. E i polli ridono.....

Kosimo

Gio, 23/07/2015 - 21:39

gli dica che potrebbe vincere il M5s e gli daranno una mano

RobertRolla

Gio, 23/07/2015 - 21:42

Pimpinello Sbruffoncello, prima sbraita, poi tende la mano. Porello ...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 23/07/2015 - 21:44

Si butti lui nel water. E azioni pure lo sciacquone.

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 23/07/2015 - 21:50

QUESTO PAGLIACCIO PARLA SEMPRE CON I SE E I MA, USA FRASI FATTE E CONTINUA A PROMETTERE COSE CHE NON RIUSCIRA' MAI A FARE. ADESSO PARLA DI SPENDING E TAGLIARE GLI SPRECHI...E' UN ANNO CHE AVREBBE DOVUTO FARLI E NON HA MAI FATTO NIENTE E CONTINUERA' SEMPRE COSI'. QUESTO E' UN PAGLIACCIO CHE PRENDE PER IL CxxO GLI ITALIANI. CHE VADA AL DIAVOLO LUI E LE SUE RIPARTENZE....

Mano-gialla

Gio, 23/07/2015 - 21:54

buttarsi nel tevere e niente deve buttarsi nel vesuvio cosi non riappare piu e ve lo togliete dalle palle una volta per sempre

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Gio, 23/07/2015 - 21:56

Non abbandanate i cani per strada o sulle autostrade. Ci sono posti dove sono ammessi. Montecitorio è il canile estivo per eccellenza e Matteo arf arf, vuole essere adottato. Però, nel caso trovasse una famiglia disposta a farlo, vaccinatelo.E' affetto dal morbo del se, del faremo e del diremo. La tetravalente va bene. Dalton Russell.

nevio.venier@gm...

Gio, 23/07/2015 - 21:56

50 miliardi in 5 anni? 10 miliardi l'anno? Circa 350€ l'anno a famiglia? È' tagliare le tasse questo? Poveri noi italiani!

Anonimo (non verificato)

leo_polemico

Gio, 23/07/2015 - 22:09

Gli unici "tagli" fatti dal teleimbonitore sono stati quelli delle unghie e dei capelli.....

HappyFuture

Gio, 23/07/2015 - 22:12

Se il taglio delle tasse produce ricchezza, non c'è bisogno di trovare il bilanciamento, con tagli alle spese, perchè la ripresa sarà reale e le tasse sulla nuova ricchezza andranno a bilanciamento. Ho paura che una delle due. 1, Matteo non sa fare i conti; 2 terrorismo per chi i conti non li sa fare! Il taglio delle tasse va a coprire i debiti delle famiglie. Niente nuova ricchezza. Rimaniamo nella palude!

cgf

Gio, 23/07/2015 - 22:14

Si vede che non ha mai lavorato, quanto [poco] ha fatto gli è sempre stato preparato da altri. Ekko il vero maestrino tutto blabla! Oltre a tutto quello che dice non lo ha studiato/preparato, giusto letto, è evidente che non sa trasferire la teoria in pratica, aspetta che piova tutto dal cielo? ke bisogno avevamo di Renzie? l'itaGlia è piena di professori.

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Gio, 23/07/2015 - 22:15

Matteo, tu di economia capisci tanto quanto io di fisica delle particelle:praticamente un kazzo. Però, se ti venisse in mente di adottare il sistema americano, risolveresti molti problemi. Mi spiego: guadagno 100 spendo 80 (e le fatture o ricevute fiscali, ho tutti gli interessi a richiederle), resta 20. Mi tassi su 20 e in modo ragionevole, diciamo il 25% secco. Ottieni due risultati: le tasse le pagano tutti o quasi e riduci in toto o quasi la piaga dell'evasione. Fatti fare due conti ma non da Padoan che non capisce una beata mazza, e vedrai che è molto più facile delle pippe mentali che ti fai, per cercare di arginare il problema.Inoltre, evita di far parlare D'Alema a riguardo. Non soccombere ad un demente che tenta di insediarti la leadership. Tanto ti dovevo. Dalton Russell.

lorenzovan

Gio, 23/07/2015 - 22:22

contro i bruciori...MAALOXXXXXXXXXXX POVERI BANANAS NEROAZZURRIVERDI...finirete alla neuro se continuerete ancora qualche mese...immaginiamoci se arrivera' al 2018....schiatterete prima...he he he

@ollel63

Gio, 23/07/2015 - 22:36

se, se, se... se ti togli da piedi ci resta qualche speranza!

mifra77

Gio, 23/07/2015 - 23:07

Povero grullo! lo hanno mandato a pedate a raccontarci corbellerie euro tedesche ma non sa di cosa parla! Monti ci salvò con il salvataggio del MPS e ci procurò i favori(??) della Merkel, con quaranta miliardi. Poi Letta che per salvarci, non fece pagare i debiti ai gestori di slot mach che avevano fatto risparmiare agli Italiani i soldi della sua campagna elettorale. Ora il terzo nominato da re Giorgio, ci sta salvando con provvedimenti che mettono miliardi nelle mani amiche delle cooperative che regolarmente provvedono ad utilizzarli sempre a fini salvifici. La realtà è che noi italiani stiamo sempre peggio ed i partiti si appropriano e spartiscono quel due per mille delle tasse che i contribuenti non hanno firmato, non perché non sapessero a chi darlo ma sperando che non venisse dato a nessuno

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Ven, 24/07/2015 - 00:48

Ma lo vuoi capire che con le ricette economiche "Neoclassiche" non otterrai niente,proprio niente! -Prima risparmia,poi spenderai-....con l'Euro non potrai mai!Non potendo stampare moneta... potresti darti all'alcol e così il crollo del Paese ti sarà più lieve. Vassilj ,il mio amico Ucraino nel 1985 chiese ad un suo politico "ma non sarebbe meglio cambiare 'sto comunismo?" "Il comunismo è irreversibile" fu la risposta. Vassilj oggi è vecchio e beve un po' e sua figlia fa la badante in Austria.

19gig50

Ven, 24/07/2015 - 01:04

Conferma i tagli e intanto ne ha messa una sui condizionatori d'aria!!

Accademico

Ven, 24/07/2015 - 02:46

Ma va là, chiacchierone, non ti crede più nessuno.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Ven, 24/07/2015 - 04:36

Ma come fa ha raccontare queste fandonie, quando nello stesso tempo mettono una nuova tassa sui condizionatori.

giuseppe1951

Ven, 24/07/2015 - 05:42

Scusate se pubblico lo stesso commendo che vorrei pubblicare su TGCOM 24 ma lì sono sicuro che non me lo pubblicano, loro ormai sono di SX. Renzi, fai tante chiacchiere sulle tasse e poi ne vuoi applicare delle nuove, ma credi veramente che la gente ti crede ancora? fai una bella cosa gradita all'80% degli Italiani, vai a CASA.......

giuseppe1951

Ven, 24/07/2015 - 05:46

Renzi, sarebbe ora che smetti di dare la colpa di tutto agli Italiani, la colpa dell'Italia che non funziona è solo tua e di Napolitano, aveva iniziato Monti a demolire l'economia Italiana, e tu stai proseguendo, non ne possiamo più delle tue prepotenze.

Gianca59

Ven, 24/07/2015 - 06:25

Se..se..se: tutti hanno una ricotta, tutti hanno un se, lui si è insidiato come PM a forza e lui deve agire. MA la storia degli ultimi anni ci insegna che non combinerà un cXXXXX com tutti quelli che lo hanno precedeuto !

Pigi

Ven, 24/07/2015 - 07:44

Renzi si sta avvitando nella stessa spirale di Berlusconi. Eppure è chiaro come il sole: la spesa pubblica è composta principalmente di pensioni e retribuzioni, è impossibile tagliarla senza tagliare pensioni e retribuzioni, soprattutto quelle spropositate. Siccome Renzi non vuole o non può farlo, ecco che la storia si ripete: vuole eludere il patto di stabilità, con la possibilità di contrarre altri debiti. Visto il fallimento di Berlusconi, non gli conviene rischiare e fare l'unica cosa seria: tagliare progressivamente pensioni e stipendi, infischiandosene dei difensori dello status quo.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 24/07/2015 - 07:49

lorenzovan @ lei mi sembra il classico tipo che immerso nel letame gode a sentire la puzza di piedi degli altri.Comunque a proposito di renzi,questi tagli di tasse non ne vedo,quello che vedo sono nuove tasse in continuazione e promesse di tagli alle calende greche.Ridi he he he che ti fa bene,ridi.....................

linoalo1

Ven, 24/07/2015 - 08:04

E' vero,Renzi!!Anche io,se avessi milioni di €uro,sarei ricco!!Peccato solo che ci sia sempre quel 'se' di mezzo!!!!Quindi,stai zitto!!!!forse la pianteresti di fare continue figure di mxxxa,sia in Italia che in Europa!!In Italia,ormai,ci siamo abituati!!!Ma in Europa???

roseg

Ven, 24/07/2015 - 08:10

È il naso continua a crescere.

rokko

Ven, 24/07/2015 - 08:36

nevio.venier a lei sembrano pochi 350 euro a famiglia? a parte che a regime sono 1700 euro circa l'anno, si tratta di tasse in meno. Piuttosto il problema è un altro: è un annuncio come al solito o c'è un'intenzione seria dietro? Ed inoltre : saranno tagli veri o una partita di giro come nell'ultima finanziaria, dove c'erano 15 miliardi di tasse virtuali in meno e 12 miliardi circa di tasse reali in più, e nonostante ciò Renzi sbandierava di aver tagliato le tasse?

PDA

Ven, 24/07/2015 - 08:43

Purtroppo non é questione di fare la maestrina e usare la matita rossa e blu per dire cosa si puo' fare o no, Renzi sa benissimo entro quali limiti la sua azione é possibile, la Commissione ha emanato le linee guida sulla flessibilità interpretativa delle norme sul patto di stabilità e crescita. Per chi volesse aggiornarsi basta andare su internet e digitare la comunicazione della commissione europea 2015/01/14 sulla flessibilita. Penso che anche l'autore dell'articolo dovrebbe farlo. Distinti saluti

Ritratto di Vincenzo Morganti

Vincenzo Morganti

Ven, 24/07/2015 - 09:19

Ottimo discorso purtroppo con un grave difetto di fondo: i "se" sono troppi e per toglierli, quindi potere vedere realizzate le cose auspicate dal premier, temo non basti neppure l' intervento diretto del Padreterno. Siamo in Italia non sulla Luna: attuare la spending review significa scontrarsi con la granitica resistenza della burocrazia resistente a qualunque premier. L' unica soluzione sarebbe quella che aveva ipotizzato Montanelli tanti anni fa: dichiarare guerra alla Svizzera, perderla e quindi venire amministrati dal suddetto paese.

Duka

Ven, 24/07/2015 - 09:19

Ciò che occorre fare gli italiani che non sono impoltronati e non intascano 20.000 Euro mese+ privilegi e benefit di ogni genere, LO SANNO DA ANNI. Ora il bullo le fa sue come se fosse l'oracolo che pronuncia il verbo. Ma gli italiani, milioni di italiani, hanno ben capito d'essere nelle mani di un buffone sproloquiatore incapace di alcunchè. Basti vedere come è miseramente fallita la sua azienda di famiglia per capire molte cose.

franco-a-trier-D

Ven, 24/07/2015 - 13:59

giullare quante parole e niente fatti fai.Ti ha sistemato per bene le Merkel va.

19gig50

Ven, 24/07/2015 - 18:12

Potrebbe mettere la stessa tassa anche sui condizionatori che sono sulle auto… così andiamo tutti a Roma a fargli una visitina.

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Ven, 24/07/2015 - 21:39

il demente senile continua a ridere. Dalton Russell.