Tav, la commissione-truffa ci è costata 300mila euro

Ai sei membri del pool sui costi-benefici 50mila euro a testa: tutti amici e da sempre schierati per il «no»

Stiamo spendendo 300 mila euro per stabilire quanto costa la Tav e a stabilirlo sono sei esperti apertamente No Tav. Sono i componenti della commissione costi-benefici, una cellula di specialisti, architetti e professori, nominata dal ministro dei Trasporti, Danilo Toninelli, con l'intenzione di bocciare l'opera, di piegare i numeri, di trasformare in scienza i pensieri anti treno del M5s. Studio che Toninelli ha appena consegnato all'ambasciatore francese in Italia. Scelti senza un bando pubblico, selezionati a discrezione del referente della commissione, il professore di Economia Applicata Marco Ponti, che ne ha indicato 4 su 6, gli esperti sono guidati proprio da questo super tecnico che si definisce un «conta fagioli» e che per gonfiare i costi sta ultimamente inserendo di tutto, perfino le accise del carburante risparmiato.

Nominati con dei decreti ministeriali, i componenti sono (oltre Ponti) Paolo Beria, Riccardo Parolin, Francesco Ramella Pezza, Alfredo Drufuca e Pierluigi Coppola. Fanno tutti parte della nuova struttura tecnica di missione varata dal ministro e che ha compiti di indirizzo strategico e sviluppo delle infrastrutture. Insieme a Coppola, unico già in carica nella vecchia struttura, i cinque componenti sono stati contrattualizzati per un anno. Per produrre la relazione, il cui esito è già scontato e anticipato da fonti del ministero che hanno fatto trapelare l'esito («Emerge un saldo negativo»), a tutti e cinque è stato accordato un compenso di 50 mila euro a eccezione di Ponti che, in quanto pensionato, non può percepirlo. Gli incarichi sono stati conferiti il 15 ottobre 2018. Per tutti e cinque si tratta di una «collaborazione coordinata e continuativa» che scade il 15 ottobre del 2019. In realtà, secondo le dichiarazioni di Ponti, gli esperti sarebbero a lavoro già da luglio ma delle loro fatiche se ne ha avuta notizia solo il 28 novembre 2018 quando è stato lo stesso ministro a rassicurare sulla loro «indipendenza e imparzialità» e dopo la promessa, ancora di Toninelli, di non dare «mai mandato a una struttura, a un supertecnico, o a un superconsulente e di fare un'analisi scientifica sulla base di un indirizzo politico». E invece non solo i componenti hanno un chiaro indirizzo politico ma sono perfino soci. Come ha documentato in un dossier il deputato piemontese del Pd, Davide Gariglio, 4 dei sei componenti sono stati soci, membri di cda o consulenti della Trt Trasporti e Territorio srl. È una società specializzata in economia e pianificazione nel settore dei trasporti che è stata fondata da Ponti, presieduta da Ponti, codiretta da Ponti. Tra i soci fondatori della Trt figura Riccardo Parolin che, come detto, siede oggi in commissione insieme ad Alfredo Drufuca. Anche Drufuca ha fatto parte della Trt e nel suo consiglio di amministrazione. Altro esperto è Paolo Beria, professore associato in Economia Applicata presso il Politecnico di Milano. Prima di essere chiamato a pronunciarsi sulla Tav aveva espresso la sua opinione: «La Torino-Lione è una linea su cui non si dovrebbe investire». Beria dirige anche il Traspol, un laboratorio di politiche dei trasporti sempre del Politecnico. Prima di lui, a dirigerlo, c'era lo stesso professore che lo ha chiamato alla commissione costi benefici Tav. Vale a dire Ponti. Ma ha collaborato al Traspol, e dunque sia con Ponti che con Beria, anche Ramella Pezza, oggi docente presso l'università di Torino. Nel movimento No Tav i suoi studi sono letture consigliatissime. Uno su tutti è «Le ragioni liberali del No», un paper che porta la firma di Ramella e ancora di Ponti.

Per Gariglio «tutto quello che si può dire è che siamo di fronte a una commissione scelta senza chiamata pubblica, composta quasi interamente da chi nutre un pregiudizio e in conflitto di interesse. Mi sembra palese che l'unica utilità di questa commissione è stata quella di dare 50 mila euro ai componenti». Insomma, è così che si sta giocando la partita della Tav. Truccandola.

Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 06/02/2019 - 09:10

non credo che i 5 stelle anno imparato così velocemente i metodi patani!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 06/02/2019 - 09:16

Insomma.succede la stessa cosa per il controllo dei Bilanci delle Banche,laddove le stesse scelgono chi li dovrebbe "controllare"!Un pò come fare stabilire ad una volpe,se il lucchetto del pollaio è idoneo o meno a tenerlo chiuso....!Questa è imparzialità!

schiacciarayban

Mer, 06/02/2019 - 09:26

Conosco Ponti, è a suo modo geniale, ma è sempre stato dichiaratamente contrario al trasporto su ferro e alla TAV, cosi ci si poteva aspettare? Mi sembra la solita pagiacciata 5S, si cerca un consulente per scaricarsi dalle responsabilità e non prendere decisioni politiche.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 06/02/2019 - 09:28

E' molto italiano che quando non piace il risultato si mette in dubbio il giudice. Di questa relazione si parla molto ma non se n'è ancora vista traccia. E' una relazione tecnica, non parla di filosofia ma espone numeri e fatti. E i numeri e i fatti o sono giusti o sono balle. Se sono giusti può averla scritta anche il diavolo in persona ma vale come se l'avesse scritta la persona più obiettiva della Terra, se sono balle le si smonta.

Happy1937

Mer, 06/02/2019 - 09:29

Cosi’ i grillini hanno gratificato a spese nostre una commissione di amichetti nominata appositamente per danneggiare il Paese affondando la TAV.

DRAGONI

Mer, 06/02/2019 - 09:30

E' CERTAMENTE IL NUOVO CHE AVANZA!

schiacciarayban

Mer, 06/02/2019 - 09:40

Un'analisi costi-benefici su un'opera di questo genere è una buffonata di per sè! Queste sono infrastrutture di un paese, sono decisioni politiche. Ma i 5S di politico hanno solo lo stipendio.

vottorio

Mer, 06/02/2019 - 09:44

Temo che i 5/Stelle si stanno "sputtanando" oltre ogni ragionevole dubbio e ne pagheranno certamente le conseguenti penalità.

Bart_Onalim

Mer, 06/02/2019 - 09:49

@giovinap mi sembra che l'esimio giovinap invece non abbia ancora imparato l'italiano: congiuntivi (abbiano) e l'uso dell'h (hanno)!

CALISESI MAURO

Mer, 06/02/2019 - 09:55

e' una bugia' la commissione probabilmente avra' fatto un lavoro apena accettabile, ma i commenti contro sono ancora piu' deboli. Un opera che non serve, secondo Paragone che dei 5s stimo, da nessuna parte sono cominciati i lavori per la costruzione del corridoio, ne in Portogallo, ne in Spagna ne in Francia a parte il luogo del traforo. Chiedo con cortesia al giornalista di fare una opportuna verifica su quello che e' sato suggerito.

01Claude45

Mer, 06/02/2019 - 09:56

Anche in questo caso il TONINELLI si è dimostrato TONINULLA confermando ulteriormente la sua INIDONETÀ al ministero dei trasporti e di conseguenza ad ogni carica pubblica. Il problema che i 300.000,00 € SONO DEGLI ITALIANI, non suoi. E la magistratura, anche contabile, nulla ha da obiettare?

mich123

Mer, 06/02/2019 - 10:11

Per forza siamo in deficit, pensate quante accise perde il governo ogni Direttissimo che parte da Milano e va a Roma.

schiacciarayban

Mer, 06/02/2019 - 10:19

I 5S continuano a dire che l'opera praticamente non è ancora iniziata, ma allora quello che si vede alla televisione è un rendereing? Mi sa che anche questo governo è un rendereing!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 06/02/2019 - 10:27

@mich123 10:11...certo,per mantenere e pagare le "stra-pensioni",di tutto l'"ambaradam istituzionale" strapagato italiano,mantenere TUTTE le spese correlate all'"accoglienza",sai quanti treni si dovrebbero fermare?....Però vogliono le auto "elettriche",sulle quali non hanno ancora deciso,come e quali "accise" applicare,per non diminuire le entrate.....

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 06/02/2019 - 10:34

@schiacciarayban Hai perfettamente ragione a dire che la scelta è politica. Il politico dovrebbe valutare attentamente i pro e i contro di un'opera, sia quelli monetizzabili che quelli non monetizzabili, quindi decidere di investire le risorse sul progetto che complessivamente giova maggiormente al paese. Ed è proprio questo il punto, dato che i soldi disponibili sono quelli, siamo sicuri che investirli sulla TAV sia il modo migliore? Si pone sempre il quesito nella forma di "SI alla TAV" vs "NO alla TAV" quando il giusto modo sarebbe "SI alla TAV" vs "SI ad altre opere".

xgerico

Mer, 06/02/2019 - 10:35

Il mattino se voglio mettermi di buon'umore e sufficiente leggere articoli del genere con annesse valutazioni superpartes dei forummisti!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 06/02/2019 - 10:38

Se è vera la notizia che le risultanze di questa analisi siano state consegnate all'ambasciatore francese prima di essere rese note all'opinione pubblica italiana, siamo veramente al ludibrio.

schiacciarayban

Mer, 06/02/2019 - 10:40

Ma nell'analisi cost-benefici hanno messo tutti i redditi di cittadinaza che dovrebbero dare a tutti coloro che lavoravano alla TAV? Che buffoni!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 06/02/2019 - 10:45

giovinap certo i terraioli sarebbero stati più intelligenti,tanto intelligenti da dover questuare sempre ai patani.

xgerico

Mer, 06/02/2019 - 10:45

Ai sei membri del pool sui costi-benefici 50mila euro a testa: tutti amici e da sempre schierati per il «no»...….. Che simpatico il Caruso, ha messo le doppie virgolette sul no, ben sapendo di scrivere emerite……..

greg

Mer, 06/02/2019 - 10:52

GIOVINAP - i politici grillini, gente che non hanno mai prodotto uno spillo di reddito in vita loro. Diventati politici con la formula da bacchetta magica della piattaforma Russeau. Questi è da una vita che aspettavano di partecipare al magna magna sulla tavola di Pantalone. Imparato velocemente?? Questi sono specialisti naturalmente formati. Conti, Di Maio, Di Battista, Fico, tutti meridionali, tutti falliti ma diventati tutti potenti . Altro che METODI PATANI. Questi sono metodi meridionali, affinati nei secoli

xgerico

Mer, 06/02/2019 - 10:52

@-Memphis35-Mer, 06/02/2019 - 10:38 Ma tu credi a quel che scritto in questo articolo? Neanche LIBERO ha avuto il "coraggio" di pubblicare notizia del genere!

BRAMBOREF

Mer, 06/02/2019 - 10:57

GIGI89 Ministro Toninelli che strazio!

Ritratto di calzolari loernzo

calzolari loernzo

Mer, 06/02/2019 - 10:58

tutto questo in ossequi alla TRASPARENZA!!!! Saranno state le stelle del firmamento ad inebriare gli elettori di questi soggetti !!!

ferdinando55

Mer, 06/02/2019 - 11:18

Mi spiace sig. Vottorio, Lei è troppo ottimista, purtroppo i 5stelle perderanno i voti delle persone che ragionano, ma ne compreranno molti (soprattutto al sud) attraverso il reddito di cittadinanza, almeno fino a quando le finanze italiane reggeranno, dopo di che ci sarà il default con pensioni e stipendi pubblici bloccati, titoli spazzatura e fuoriuscita dall'euro

Giorgio Mandozzi

Mer, 06/02/2019 - 11:22

Quando si siede su poltrone così redditizie si impara subito ì! E i 5S sono stati velocissimi. Quello che mi meraviglia è la mancanza di un'interrogazione parlamentare sulla "commissione di valutazione costi e benefici". Se, come pare dimostrato, c'è una connessione sodale tra i partecipanti, c'è stata una chiamata senza concorso e, quindi, dal risultato ovvio non capisco perchè gli italiani debbano subire oltre il danno (No TAV) la beffa di pagarli 300.000 per un esito scontato!

ferdinando55

Mer, 06/02/2019 - 11:22

A dar retta alle follie della "commissione farsa" da domani in Italia dovremmo abolire le ferrovie perché le persone che viaggiano in treno anziché in auto fanno perdere miliardi di euro allo Stato per il mancato gettito delle accise sulla benzina!!! Ma vi rendete conto che questi sono fuori come dei gerani e ci portano dritto dritto alla rovina?!?

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 06/02/2019 - 11:23

Poichè i risultati della commissione sono in mano a Toninelli dal 9 gennaio u.s. pubblicateli se li avete disponibili, giusto per vedere cos'hanno dedotto sti professoroni che, a quanto pare, in maggioranza sono no tav.

pardinant

Mer, 06/02/2019 - 11:28

Non c'è da meravigliarsi, nello Strano Paese basta pagare e c'è chi è capace di portare prove inconfutabili su qualunque argomento desideri (come indicare i caminetti come responsabili dell'inquinamento delle città) e magari la stessa persona è capace di affermare l'opposto nella nuova indagine, se pagato dalla controparte.

greg

Mer, 06/02/2019 - 11:34

EL PRESIDENTE - I giudici imparziali italiani li conosciamo tutti, tipo quello che giudicò assolto uno stupratore che aveva violentato una ragazzina, perchè ancora più eccitato dal fatto che la ragazzina indossasse jeans troppo stretti che lui faceva fatica a strapparle di dosso. ERGO, la colpa FU della ragazzina. Con questa relazione è la stessa cosa, la TAV violenta il territorio?, ma la colpa è del Territorio che è pieno di sostanze che sono naturali, non come la testa dei grillini che è piena di fumo. Eppoi, vogliamo togliere ai NON TAV il gusto di fare le loro rivoluzioni?, in fondo, se gli togliamo il modo di impiegare il loro tempo facendo rivoluzioni, e non solo fare nulla dalla mattina alla sera, che giustizia sociale diventa? Ma vi rendete conto, voi anarchici e sinistri gruillini, che ogni motivazione che strolgate fuori vi rende sempre più ridicoli e anacronistici agli occhi della gente che il cervello lo usa per pensare e giudicare!

brasello

Mer, 06/02/2019 - 11:34

I tecnici possono essere faziosi, prevenuti e in malafede. il fatto di essere un "tecnico" non fa di te Dio in terra. basta guardare la faccenda NO VAX: entrambi gli schieramenti contrapposti vantano medici e uomini di scienza. uno dei due ha ragione, l'altro no. di fronte a una cosa così importante come la TAV, la selezione dei tecnici valutatori avrebbe dovuto essere limpida e cristallina. invece è stata molto di parte. errore madornale compiuto con ideologica mala fede da parte di un partito di scappati di casa.

cameo44

Mer, 06/02/2019 - 11:40

Signori politici la vita è fatta di priorità se per molti è giusto fare la TAV penso che non sia giusto che nel 2019 per andare da Catania a Palermo servono oltre tre ore non parliamo se da Catania si deve andare a Trapani servono quasi due giorni e che dire della viabilità ordinaria? ma anche le autostrade a pagamento non godono di ottima salute e ai pendolari chi ci pensa? è ora di finirla con la demagogia e pensare di più ai cittadini che pagano tante tasse per avere dei servizi efficienti e una vita migliore

Ritratto di Civis

Civis

Mer, 06/02/2019 - 11:42

La decisione sulla linea TAV è puramente politica a lunga scadenza, come per il tunnel del Brennero, cioè preparare infrastrutture per spostamenti di merci e persone più rapidi, sicuri ed economici nel futuro fra Paesi vicini. La relazione "tecnica", che si aggiunge a tutte quelle degli ultimi 20 anni, è inutile, carta straccia e poi è anche di parte.

Ritratto di pumpernickel

pumpernickel

Mer, 06/02/2019 - 11:55

Chiaramente una commissione composta di No TAV pagata da No tav (con soldi nostri) e commissionata da No TAV (per questione di elettorato) che cosa si poteva pensare partorisse?

schiacciarayban

Mer, 06/02/2019 - 12:06

Ma se la TAV è iniziata, significa che qualcuno l'ha approvata, oppure hanno lavorato di nascosto nottetempo? E allora se qualcuno a suo tempo l'ha approvata, allora il problema non si pone. È stata pianificata, approvata, allora si fa. L'Italia è il paese dove tutto è perennemente in discussione e non si conclude mai nulla, con questo governo, questo andazzo è peggiorato ulteriormente. Allora non stupiamoci che il paese è fermo e il PIL è sotto zero!

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 06/02/2019 - 12:54

greg smettila di ragliare, la tav non si deve fare prima per che sarebbe una "polpetta" troppo ghiotta per i bottegai del nord della "confiruba" e poi per che se si devono spendere soldi per l'alta velocità deve essere fatta sulle tratte del sud isole comprese!

Giorgio5819

Mer, 06/02/2019 - 13:31

Bart_Onalim, non perda tempo con i vibrioni... saluti.

Giorgio5819

Mer, 06/02/2019 - 13:33

Ai sei membri del pool sui costi-benefici 50mila euro a testa: tutti amici e da sempre schierati per il «no»... tipico sistema comunista. Menzogna e falso ideologico, sporcizia intellettuale e tresca a scopo di lucro.

Giorgio5819

Mer, 06/02/2019 - 13:36

greg, ottimo commento, l'analfabeta si diverte a schiacciare i tasti del computer mentre conta le formiche... e violenta la grammatica come si addice ai ciucci.

kobler

Mer, 06/02/2019 - 16:17

Allora voi media avreste dovuto segnalarli da prima e non aspettare sino ad ora per apportare confusione e malumore! Comunque Toninelli sa quello che fa anche se a volte e sotto stress può dire cavolate. Se poi si vuole insistere su una cosa che tra xx anni non avrà senso perché la tecnologia corre e non aspetta...

Ritratto di mina2612

mina2612

Gio, 07/02/2019 - 00:44

ONESTÀ ONESTÀ ONESTÀ una parolina che non vegeta nelle stalle dei grulli.

FlorianGayer

Gio, 07/02/2019 - 11:46

Come è possibile che un deputato PD sappia come viene scelta la supercommissione e il vicepresidente del consiglio, soldato di tutte le forze armate, terrore dei clandestini e dei vasetti di Nutella non se ne sia accorto? Ora strilla, ma non farà male a nessuno.