Tav, la rabbia di Grillo: "L'ennesimo tassello..."

"Dopo Tap, trivelle, Ilva - lo sfogo del fondatore del Movimento con alcune persone fidate e riportato all'Adnkronos - tradire la Tav è l'ultimo tassello..."

"Oggi bloccare la Tav costerebbe più che completarla". La deadline era fissata per venerdì ma il premier Giuseppe Conte anticipa i tempi, pressato dall'ala leghista, e in una diretta via social diffusa in serata, detta la linea del governo: il sì alla Torino-Lione. La svolta spiazza i 5 Stelle, che ribadiscono il loro 'nò forte e convinto per voce del capo politico Luigi Di Maio, e scuote gli equilibri nell'esecutivo, tanto da mettere a rischio anche il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli (che fuga però ogni dubbio su sue eventuali dimissioni).

L'annuncio di Palazzo Chigi arriva a tre giorni dal limite imposto dall'Unione europea per una decisione italiana: venerdì, infatti, Conte spiegherà a Bruxelles la volontà di Roma di accettare i fondi europei per un progetto che, ormai, è impossibile fermare. Bloccare l'opera, almeno su lato italiano, precisa il premier, non farebbe gli "interessi nazionali" cosa che lo stesso Conte considera la stella polare del suo agire. Ma, ora, alla luce di un aumento dei finanziamenti europei fino al 55% del costo totale della tratta, "l'impatto finanziario per l'Italia è destinato a cambiare dopo l'apporto europeo e i costi che potrebbero ulteriormente ridursi in seguito all'interlocuzione con la Francia sulle nuove quote di finanziamento della tratta transfrontaliera".

Conte ribadisce di non aver cambiato idea rispetto a marzo, quando in una lunga conferenza stampa illustrò l'inutilità della Tav. "Ma non è stato questo governo a dire sì al progetto", ricorda. E ad oggi, comunque, un'alternativa non c'è, con buona pace dei fautori della 'mini-tav'. Ai 5 Stelle resta ora l'unico appiglio offerto dallo stesso premier per tentare di salvare la faccia (dopo l'ok dell'esecutivo giallo-verde ai baluardi del 'nò grillino, come Tap e la Pedemontana): far decidere il Parlamento. "Rispetto Conte ma resto No Tav. Sarà il Parlamento, nella sua centralità e sovranità, che dovrà scegliere", esordisce Di Maio, sempre su facebook. Come a dire, la Tav passerà con 'i no 5 Stelle in Aula. E rilancia, rispolverando il motto grillino del soli contro tutti: "Abbiamo ricevuto attacchi fantasiosi di una nostra presunta alleanza col Pd. Tutto falso. Ma fra non molto potremo vedere con i nostri occhi chi decide di andare a braccetto con Renzi, Monti, Calenda, la Fornero e Berlusconi. Il Parlamento restituirà a tutti la verità dei fatti", avverte.

Dal Mit, intanto, ribadiscono che Toninelli resta fortemente contrario all'opera ma, allo stesso tempo, si dicono soddisfatti per l'attestazione fatta da Conte al lavoro del ministro sui fondi Ue, che permetterà un risparmio di 3 miliardi di euro per l'Italia, pronti per essere spesi in altri opere. Rabbia da parte di Beppe Grillo. Non risponde al telefono né agli sms dei giornalisti. Ma le persone più vicine a lui raccontano di un garante furente per la decisione, annunciata dal premier Giuseppe Conte, di aprire alla Tav. E non bastano le rassicurazioni di Luigi Di Maio: lasciare decidere il Parlamento sulla Torino Lione. Grillo è arrabbiatissimo, racconta chi gli è vicino. "Dopo Tap, trivelle, Ilva - lo sfogo del fondatore del Movimento con alcune persone fidate e riportato all'Adnkronos - tradire la Tav è l'ultimo tassello...".

Sul lato leghista, Matteo Salvini gongola, continuando però a polemizzare ("Peccato per il tempo perso"). Dal Pd l'ex premier Matteo Renzi punta sull'ironia ("non sono cattivi, è che ci arrivano dopo") mentre il fronte piemontese 'Si tav', quello che aveva portato in piazza 40mila persone a difesa dell'opera, chiede ora tempi certi per la partenza dei bandi. E dei lavori.

Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 23/07/2019 - 22:30

Ma Grillo é proprio un Bastian Contrario. Invece di lucrare in termini di consenso la gratitudine per avere imposto la revisione dei conti e del progetto, si si mette a fare i capricci...

bernardo47

Mar, 23/07/2019 - 22:33

caro grillo o esci dal governo o....bevi e zitto!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 23/07/2019 - 22:42

grillo-grullo ma che credi di prendere gli italiani per i fondelli? ti sei fatto prendere per quel posto dal 32% di italiani! ora che hanno capito i limiti del M5S ! (almeno è quello che mi auguro...)

Ritratto di OdioITedeschi

OdioITedeschi

Mar, 23/07/2019 - 22:55

Beppe Grillo, la verità è che purtroppo anche tu hai le idee confuse, anzi diciamo pure che non hai più vere idee.

Celcap

Mar, 23/07/2019 - 23:01

Famosissimo film : scemo e più scemo. Il secondo è Grillo l’altro sceglietelo voi nel mucchio.

Ritratto di nestore55

nestore55

Mer, 24/07/2019 - 01:26

Che grillo il grullo sia arrabbiato interessa, forse, a due persone nel mondo:sua moglie e a lui stesso...Che la TAV si faccia interessa a milioni di persone...L'inutile grullo ligure poteva rimanere in villa, preparando il cibo ai cani...E.A.

Ritratto di MiSunChi

MiSunChi

Mer, 24/07/2019 - 06:35

E bravi Conte e Di Maio, novelli Ponzio Pilato che scaricano sul Parlamento la responsabilità di una scelta così indigesta per il Movimento. Nel frattempo Pierluigi Coppola, unica testa pensante della inutile Commissione costi-benefici della TAV pagata dagli italiani, e che si era espresso a sfavore dell'opera, è stato segato. Roba da matti.

Giorgio Rubiu

Mer, 24/07/2019 - 06:45

E adesso Grillo se ne andrà sbattendo la porta e fonderà il M5* 0.2? E Casaleggio da che parte starà? Di uscire bene dalla prossima tornata elettorale non se ne parlerà proprio. Il 17%, al quale sono scesi dal 34% di poco più di un anno fa, sarà diviso tra due partiti. Il più numeroso sarà quello dei "Vaffa Day" di Grillo, ma sarà meno del 17% di oggi. Una alleanza con il PD (auspicata da Franceschini) non li porterà al governo. Il M5* ridotto ed il PD minato da un possibile nuovo partito di Renzi avranno percentuali come quelle di FI che, oggi, per loro, sono motivo di risate. Seduto in prima fila mi godr5ò lo spettacolo!

27Adriano

Mer, 24/07/2019 - 07:43

Grullo, devi fartene una ragione. Altrimenti ritira i tuoi dal governo.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Mer, 24/07/2019 - 07:53

Carissimo beppe non ci pensare hai toppato,fai una cosa comincia di nuovo a nuotare,passando per gibilterra e poi dritto dritto te ne vai in america...se ti fanno entrare.

01Claude45

Mer, 24/07/2019 - 07:57

Poverino il Grillo! Ancora non s'è reso conto che, da buon comico, ha partorito un PARTITO COMICO che può andar bene nelle manifestazioni delle "sagre paesane", condito e ben sviluppato però da una vera e sana ed eccellente verve ed ilarità meridionale. Vista dal NORD però, un pò meno festaiolo e più concreto sui "bezzi o schei" che dir si voglia, rimarchiamo che è stato "buttato al vento e perso soldi" nei RIDICOLI RITARDI utilizzati per "FARCI RIDER DIETRO DAL MONDO INTERO". Grillo, non è che pagheresti i danni? In ultima istanza, non è che ci sia qualche serio magistrato che "fa pagare questo danno a tutti coloro che l'hanno provocato"?

Skapestrato

Mer, 24/07/2019 - 08:52

Il tav sarà l'ennesima cattedrale nel deserto, totalmente inutile, che schifo

Kamen

Mer, 24/07/2019 - 09:11

L'incapace ha fatto risparmiare tre miliardi:è una solenne farloccata.

SeverinoCicerchia

Mer, 24/07/2019 - 09:32

al netto di tutto bisogna dire che la posizione antitav dei grillini ha portato la ue a coprirci d'oro per farla non era certo un piano per aver soldi, ma è riuscito alla grande

Ritratto di MiSunChi

MiSunChi

Mer, 24/07/2019 - 09:52

E bravi Conte e Di Maio, novelli Ponzio Pilato che scaricano sul Parlamento la responsabilità di una scelta così indigesta per il Movimento. Nel frattempo Pierluigi Coppola, unica testa pensante della inutile Commissione costi-benefici della TAV pagata dagli italiani, e che si era espresso a favore dell'opera, è stato segato. Roba da matti.

cir

Mer, 24/07/2019 - 10:43

Skapestrato ..cerca su internet e capirai a che fa gola la Tav...peggio che il mose di venezia