Terremoto sui Cinque Stelle: Raggi isolata, rischia pure Di Maio

L'arresto di Raffaele Marra mina il "candore" del M5S. Grillo resta barricato in hotel, la Raggi non parla

È stato un risveglio amaro per il Movimento Cinque Stelle. L'arresto di Raffaele Marra è stata una doccia fredda senza eguali.

Come può un movimento che ha sempre fatto dello slogan "onestà, onestà", difendere un componente di spicco di un sindaco Cinque Stelle finito in manette? È ben altra cosa rispetto agli avvisi di garanzia che già nei mesi scorsi avevano minato alla base il "candore" del grillismo. Lo dimostra anche l'annullamento della manifestazione per Mps prevista oggi a Siena.

Tra gli iscritti e gli esponenti di rilievo serpeggia una certa preoccupazione. C'è chi punta il dito contro "persone che si permettono di utilizzare il Movimento" e chi è tramortito come se si fosse svegliato da un sogno diventato incubo. La parola d'ordine è aspettare. Aspetta Beppe Grillo, che si trincera - per ora - nell'hotel Forum di Roma dove era arrivato ieri per incontrare i vertici del M5S. Con lui c'è lo staff della comunicazione.

Virginia Raggi ha rotto il silenzio. Il sindaco, con l'aria di chi è "caduto dal pero", si limita a prendere le distanze da Marra e promettere di sostituirlo. A poco serve chi le chiede un cambio di rotta e "le scuse a Carla Ruocco e Roberta Lombardi" - come twitta il 5 Stelle Michele Dell'Orco - che già quest'estate avevano sollevato dubbi sulla nomina del dirigente a capo del personale capitolino.

Intanto il movimento si divide tra chi plaude alle parole della Raggi e chi continua a chiedere un mea culpa e un mezzo passo indietro, sulla scia forse di quello che ha fatto a Milano Beppe Sala.

"Se vuoi essere severo con gli altri devi essere inflessibile con te stesso", ammette Nicola Morra, mentre Roberto Fico chiede pazienza: "Le indagini in corso. Se Marra è stato arrestato, la magistratura deve fare il suo corso, è giusto così".

Cosa succederà ora? "Adesso ci riuniamo tutti quanti e tiriamo fuori una linea dal gruppo", assicura Fico. Intanto il blog di Beppe Grillo tace. I post di difesa comparsi ieri dopo la notizia dei documenti sulle nomine della Raggi sono stati abbassati e in apertura del portale è apparso un post sul programma di governo M5S. In molti, anche tra i commenti, puntano il dito su Luigi Di Maio, vero "sponsor" del sindaco, e - dice chi lo accusa - responsabile politico del caos in Campidoglio.

Commenti

il corsaro nero

Ven, 16/12/2016 - 13:28

In tempi non sospetti dichiarai che la Raggi all'atto della sua nomina a sindaco avrebbe dovuto dare un segno di discontinuità, liberandosi delle persone che, in qualche modo, avevano avuto a che fare con le giunte precedenti, ma così non è stato! Anzi ha difeso strenuamente tali persone e, pertanto, a questo punto dovrebbe quanto meno autosopendersi dalla carica.

g-perri

Ven, 16/12/2016 - 13:34

Premesso che non sono del M5S, farei notare che Raggi è donna di legge, quindi incline ad assumere iniziative contro qualcuno solo in presenza di fatti concreti (fatti che in questo caso non poteva conoscere in quanto avvenuti quando non era sindaco).

Mechwarrior

Ven, 16/12/2016 - 13:35

Gia scritto in altri articoli: Raggi sveglia!!! azzerare tutti gli ex che stanno in camppidoglio e aziende comunali e mettere tutta gente nuova

Gianca59

Ven, 16/12/2016 - 13:38

M5S andato. Avanti il prossimo....

GuidoReinachAstori

Ven, 16/12/2016 - 13:59

Ogni tanto rimango davvero basito difronte alla fanciullesca capacità di molti nel non vedere oltre il muro..! Di Maio dimostra ogni istante di più, la sua ignoranza, la sua non capacità decisionale. E' uno come tanti che si mette in gioco nella politica per non fare nulla e guadagnare una marea di soldi. Chi lo ha ascoltato in un suo qualunque discorso, se non straniero, avrà percepito che non conosce assolutamente nulla di ciò di cui parla...e voleva la Presidenza del Consiglio! Un consiglio lo diamo Noi Italiani: vai a zappare la terra, sei peggio del peggio dei tuoi predecessori.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 16/12/2016 - 14:21

Grillo e company? Buoni, al massimo, per recitare un musical di successo. Magari a Broadway...

Italianoinpanama

Ven, 16/12/2016 - 14:36

ora che non c e piu il pericolo berlusconi i trinariciuti sbranano i 5 stelle unico e veri pericolo per loro!

ilbelga

Ven, 16/12/2016 - 14:39

facile criticare quando si è all'opposizione (vedi sinistroidi) le palle bisogna tirarle fuori quando si è chiamati a rappresentare i cittadini che tanto difendevano quando venivano definiti (i 5 stelle) il nuovo che avanza, che avrebbe cambiato l'Italia...

Ritratto di lurabo

lurabo

Ven, 16/12/2016 - 14:57

forse pensavano che, presi i voti dei cittadini li lasciassero governare tranquillamente. ILLUSI

il corsaro nero

Ven, 16/12/2016 - 15:20

g-perri:forse in Campidoglio qualcuno sapeva, perchè la Lombardi e il minidirettorio erano contro la nomina di Marra, ma la Raggi lo ha strenuamente difeso arrivando a dire addirittura che se avessero toccato Marra avrebbe rassegnato le dimissioni!

Eliosal

Ven, 16/12/2016 - 15:35

tutti contro 5 stelle. non è giusto ! diamogli tempo ! almeno un anno, poi giudicheremo! inoltre, non confonderei la Raggi con un intero partito ! se così dovesse essere di partiti politici in Italia non ne esisterebbero !

Popi46

Ven, 16/12/2016 - 15:51

Chi di spada ferisce di spada perisce- Si trova sempre uno più puro che ti epura- ingenuità (?) incredibile: una bambolina al Campidoglio? Uno squalo (a) era necessario.

paràpadano

Ven, 16/12/2016 - 16:04

Per governare la città deve mandare in esilio i poteri forti che comandano a Roma altrimenti non cava un ragno dal buco e continua sulla strada di sempre.

TitoPullo

Sab, 17/12/2016 - 01:18

Commissariate la città! Altrimenti con questi dilettanti fra un pò diventa irrecuperabile !!