"Tito l'ha insegnato, foiba non è reato". Contro il Livorno soltanto una multa

L'inaccettabile sfregio ad Anna Frank da un pugno di ignobili ultrà della Lazio ha sollevato, giustamente, una levata di scudi senza precedenti. Peccato che anni fa né il presidente del Consiglio, né il Capo dello stato si siano spesi con la stessa forza per condannare lo striscione «Tito ce l'ha insegnato la foiba non è reato» esposto sulla curva del Livorno, dagli ultrà più rossi d'Italia. In campo scendeva la Triestina, simbolo di una città occupata dalle truppe di Tito nel 1945, che prelevarono migliaia di italiani del capoluogo giuliano, dell'Istria, Fiume e Dalmazia scaraventandoli nelle foibe. E ancora più beffarda la sanzione della Federazione calcio, che nultò la società livornese di soli 7.500 euro. A tal punto che gli stessi ultrà anni dopo intonarono il coro «pure voi, pure voi, nelle foibe ci mettiamo pure voi» rivolto al Verona ed i suoi tifosi. Oltraggio che si trova ancora su You Tube con decine di migliaia di visualizzazioni. Nessuno si è sognato di leggere in campo i passi dei tanti libri sulla tragedia degli esuli cacciati dal maresciallo Tito o portare una corona alla foiba di Basovizza, sul Carso triestino. E' sempre sbagliato mettere sul bilancino le vittime dell'odio umano ed il loro peso, ma anche nelle reazioni delle follie ultrà emergono due pesi e due misure per morti nei campi di sterminio di serie A e quelli nelle foibe, da sempre, di serie B. FBil

Commenti

rudyger

Gio, 26/10/2017 - 09:06

Il mondo è dominato dalla massoneria ed il comunismo è il suo esecutore.

19gig50

Gio, 26/10/2017 - 09:08

Presidente, qui cosa ha da DIRE??????

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 26/10/2017 - 09:26

Logico,tito era un comunistardo e lo sgoverno pdiota la venera ancora..

routier

Gio, 26/10/2017 - 09:26

Discriminare i morti in base al proprio credo politico, la dice lunga sul "mos maiorum" e sulla modesta civiltà di certi politici. (qualunque carica essi abbiano)

Trinky

Gio, 26/10/2017 - 09:29

Non diranno niente, tutto quello che fanno loro è giusto: dal saluto a pugno chiuso agli striscioni offensivi! Del resto Livorno è patria di un personaggio squallido che purtroppo ha avuto cariche importanti......

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 26/10/2017 - 09:54

Questa è roba di tanti anni fa, se non ricordo male del 2003 o poco dopo, a "cura" di tifosi sfegatati color rosso sangue in occasione di un incontro di calcio con la "mia" Udinese. Sti fessi ed ignoranti matricolati se la sono si cavata con una multa ridicola (more solito due pesi e due misure), però resta in "campo" la loro chiara ignoranza: la città di Udine, nel suo gonfalone, "espone" una bella medaglia d'oro per la resistenza. E' proprio vero che la mamma di incapienti è stata, è e sarà sempre incinta.

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 26/10/2017 - 09:56

egregio biloslavo , a parte il fatto che quelli di livorno sono comunisti e dunque godono di salvacondotto della magistratura, branchia interna del comunismo italiano , all'olimpico invece si tratta dei padroni del mondo che di solito non sono "bravi" per i comunisti italiani , ma quando si tratta dei fassisti , tutti gli spunti sono buoni per gridare "fassisti , rassisti e antiaccoglisti" per che anticomunisti .

DRAGONI

Gio, 26/10/2017 - 10:00

LIVORNO FASCISTA( FEUDO DELLA FAMIGLIA CIANO) HA UN INDIMENTICABILE ED IMPERDONABILE PECCATO CITTADINO: LA NASCITA DEL PCI!!SEGUITA POI DALLA NASCITA DEL PARTITO COMUNISTA LENINISTA E ALTRE MANIFESTAZIONI SINISTRE .ECCO SPIEGATA LA SEMPLICE MULTA.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 26/10/2017 - 10:04

Trinky - Già, Livorno è la sede dove nacque - nel 1921 - il Partito Comunista d'Italia che quasi subito si divise in due gruppi: quello meridionalista, astensionista di Bordiga (il "Soviet") e quello torinese operista di Gramsci, Togliatti e Terracini ("l'Ordine Nuovo"), fautori dei Consigli di fabbrica e che andrà al Congresso con un unico obiettivo: rompere l'unità del partito ("attendista") per costruire un partito rivoluzionario che facesse "come in Russia". Robe "eccelse" ..

mariod6

Gio, 26/10/2017 - 10:06

Attento Biloslavo, gli ultrà rossi e i comunisti non si possono nominare. Napolitano e Pertini andarono ai funerali di Tito e ne baciarono la bara, Lo Tito ed i suoi ultrà sono andati alla "pagliacciata" della sinagoga. Quando i centri asociali distruggono mezza città o organizzano festini di droga e alcool nei locali occupati va tutto bene. Sono i figli di quelli che hanno gestito le foibe ed i processi partigiani del primo dopoguerra.

Ritratto di bassfox

bassfox

Gio, 26/10/2017 - 10:58

se scavate ancora più a fondo qualche altro striscione comunista negli ultimi 70 anni lo trovate... siete patetici

Ritratto di Giorgio_Pulici

Giorgio_Pulici

Gio, 26/10/2017 - 11:36

Quindi, tirando le conclusioni: insultare gli ebrei e l'olocausto è (giustamente) un reato. Insultare gli italiani morti nelle foibe per mano dei comunisti di Tito è un peccatuccio veniale. W l’intellighenzia di sinistra e il suo sempreverde doppiopesismo.

AndreaT50

Gio, 26/10/2017 - 11:48

E pensare che alcuni lo definisce libero pensiero (si, di dire cretinate ed offendere la memoria di gente buttata nei buchi a morire peggio delle bestie) ma si sa che "loro" sono illimunati e gli altri degli inmecilli. Poverini.

Giorgio5819

Gio, 26/10/2017 - 12:00

una volta per tutte: comunista è la peggior razza di bas.tardi che abbiano calcato la terra nel corso della storia. Falsi e ipocriti per natura, invidiosi e ignoranti per etnia, sporchi intrallazzatori e inclini a truffare i popoli.

michettone

Gio, 26/10/2017 - 12:23

A Livorno, ci sta questo ed anche altro, che peggio non si puo'! LA GIUSTIZIA IN ITALIA, NON ESISTE PIU', DA UN CINQUANTENNIO! I GIUDICI NON SERVONO CHE A PROCURARE CAUSE E DENARO AI LORO COLLEGHI AVVOCATI....

Ritratto di Atreju

Atreju

Gio, 26/10/2017 - 12:43

Appunto quello che vi ho ricordato con e-mail di ieri

VittorioMar

Gio, 26/10/2017 - 12:48

...ALMENO I GULAG SONO REATI ?

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 26/10/2017 - 13:04

E' inutile, è più forte di voi ormai.Davanti ad un episodio di antisemitismo si contrappone l'anticomunismo.Ecco vedi, pure loro lo fanno!E così passa in carrozza il tutto.No, almeno per me, io se c'è da parlare di foibe e delle stragi di innocenti fatte vigliaccamente dai comunisti italiani e slavi ne discuto e non tiro in mezzo l'antisemitismo.E lo stesso dovrebbe essere al contrario evitando il benaltrismo che è sommaria giustificazione di tutto, perchè alla fine è li che si va a parare, in modo vigliacco.

Rotohorsy

Gio, 26/10/2017 - 13:04

Probabilmente l'Italia è rimasta uno dei pochi Paesi comunisti al mondo. La facciata di Paese democratico è solo un imbellettamento per stare con un piede in due scarpe come di consuetudine per l'Italia.

Ritratto di bracco

bracco

Gio, 26/10/2017 - 13:17

Chiaro il comportamento delle toghe rosse

ziobeppe1951

Gio, 26/10/2017 - 13:36

Agrippina...13.04...il fatto è che sotto dittatura kattokkkomunista, non ci è permesso parlare ( neanche accennare) di antikkkomunismo

Ritratto di ierofante

ierofante

Gio, 26/10/2017 - 13:42

Ancora a parlare di foibe? Se io trovo un ladro dentro casa mia ho il diritto di difendermi al limite di sparargli. Questo hanno fatto i titini con gli occupanti italiani. Studiate un po' di storia, prima di scrivere, somari.

Cheyenne

Gio, 26/10/2017 - 13:53

DELINQUENTI

Ritratto di Atreju

Atreju

Gio, 26/10/2017 - 13:53

Per Agrippina: entrambi i fatti sono realmente avvenuti, entrambi ignominiosi ma con una differenza sostanziale e cioè che fino a qualche anno fa,le foibe non erano descritte neanche sui libri scolastici di storia cosi come adesso non esistono (sempre sui libri di storia) clandestini ma solo migranti risorse utili per il territorio! Quindi nessuna giustificazione, ma solo il riconoscimento che tutte le stragi vanno ricordate e celebrate perché il doppiopesismo non fa certo onore ad uno stato se si vuol riconoscere tale. Cordiali saluti

poli

Gio, 26/10/2017 - 14:03

siamo al pensiero unico,o con noi o contro di noi.W IL DUCE.

gioberti

Gio, 26/10/2017 - 14:10

Una cosa vergognosa non può giustificarsi con un'altra altrettanto o più vergognosa..Ma finalmente un giornale onesto che denuncia la diversità di trattamento, da parte della FiGC,di tanti giornalieri tanti pseudoopinionisti,e di tanti politici, compreso il Presidente della Repubblica,per una campagna denigratoria destinata esclusivamente a colpire la SSLazio.E poi non si deve parlare di complotto, quando è noto tutti che il Presidente Lotito è da anni sotto scorta per essersi opposto ai ricatti ed alle prepotenze degli ultras e di altri individui del sottobosco sportivo romano

michettone

Gio, 26/10/2017 - 14:16

x IEROFANTE - Questo somaro, ti dice che SEI TU A NON CONOSCERE LA STORIA. I video, perfino, che hanno crudemente mostrato i corpi straziati, pardon gli scheletri legati con il fil di ferro in quelle zone, SANCISCONO LA STORIA. Tu, invece, che professore ti dichiari apertamente, dovresti pulirti la bocca ogni volta che nomini quei poveri Italiani trucidati. Maledettissimi maledetti comunisti, possiate far la fine del nazista amico vostro, morto suicidato nel bunker....

frabelli1

Gio, 26/10/2017 - 14:31

Le differenze. I comunisti possono uccidere e passano impuniti, ai fascisti la storia non da tregua ed anche oggi vengono dditati. Eppure le uccisioni politiche o sono uguali per tutti, e condannate, m non passi il messaggio che gli omicidi rossi sono diversi da quelli neri. È un oltraggio all'intelligenza ed ai caduti innocenti.

giovannibid

Gio, 26/10/2017 - 21:08

DELINQUENTI!!!!!!!!!!!

giovannibid

Gio, 26/10/2017 - 21:09

come mai nessun politico è insorto???????