Tonelli (Sap) denuncia il capo della polizia

Gianni Tonelli, segretario del Sap, accusa Alessandro Pansa di aver costruito prove false contro il sindacalista che aveva denunciato le carenze nelle attrezzature a disposizione degli agenti

Il Sap contro il capo della polizia. Gianni Tonelli, segretario del Sindacato Autonomo di Polizia, ha annunciato di aver denunciato Alessandro Pansa per aver costruito prove false per incriminare F. R., l’agente che a Ballarò aveva denunciato le condizioni di insicurezza in cui lavora la polizia, mostrando caschi usurati e giubbotti anti-proiettili inadatti. L'agente è stato quindi sospeso e ha avuto lo stipendio dimezzato dopo essere stato accusato di peculato e abuso d’ufficio.

Secondo il Dipartimento, quei caschi. Non più in uso da tempo, sarebbero stati prelevati in maniera fraudolenta, da un armadio blindato, di cui il sindacalista aveva le chiavi.“È tutto falso, una patacca colossale priva di fondamento e riscontro con la quale si è cercato di far passare per sbagliato ciò che è giusto, per bianco quello che è nero con il solo obiettivo di minare la credibilità del Sap e le sue denunce", ha dichiarato Tonelli spiegando le motivazioni per cui ha denunciato per falso in atto pubblico sia Pansa sia il questore di Roma Nicolò D'Angelo.

Il Sap contesta la correttezza e la veridicità dei documenti presentati dal Dipartimento di polizia e sostiene che sia stata cambiata la versione dei fatti. Da quei documenti si evince che i caschi mostrati sono ancora in uso in quanto pochi giorni dopo il servizio quegli stessi caschi sono stati consegnati al turno 14-20, mentre per quanto riguarda i giubbotti antiproiettile il sindacalista "non ha mai detto che sono scaduti, come sostenuto dal Dipartimento, ma in scadenza a dicembre", ha spiegato Tonelli. E sugli M12 "ci sono ben 4 colleghi - precisa il segretario del Sap - che hanno testimoniato che erano in uso. Senza contare che il registro del commissariato conferma la stessa cosa". Tonelli ha anche confutato la tesi che il poliziotto abbia nascosto il mitra sotto il giubbotto e ha concluso affermando:"È la schifezza degli equipaggiamenti ad arrecare danno all'amministrazione - conclude Tonelli - ma la colpa non è di chi la fa vedere ma di chi la ha prodotta".

Commenti

seccatissimo

Ven, 22/01/2016 - 02:10

Roba da matti! Avviene come in tutte le guerre fatte combattere ai semplici cittadini italiani impotenti davanti alle prepotenze ed alle angherie delle autorità preposte: ottimi soldati, ma pessimi generali!

maurizio50

Ven, 22/01/2016 - 08:57

E poi uno dovrebbe pensare di essere difeso da simili questore e capo della Polizia???

pagu

Ven, 22/01/2016 - 10:06

BRAVO TONELLI! FORZA; siamo con Te, spero che non ti capiti il solito giudice rosso...

Ritratto di gian td5

gian td5

Ven, 22/01/2016 - 10:09

Fra non molto scopriremo che i soldi per il rinnovo delle dotazioni sono finiti nelle tasche di qualche cooperativa rossa o agli amici, sempre rossi, o che fanno finta di esserlo, di qualche potente rosso, transitando per qualche banca anch'essa rossa, naturalmente.

giseppe48

Ven, 22/01/2016 - 10:28

ma pansa dove lo hanno trovato nel tide?( detersivo degli anni 60)mi sembra che viva negli stessi anni PS gli uomini di renzi sono dei falllllllllllllllllllliti

Ritratto di Dentes72

Dentes72

Ven, 22/01/2016 - 10:40

Quando c'è guerra all'interno di un istituzione di Polizia vuol dire che siamo davvero alla fine.

unosolo

Ven, 22/01/2016 - 13:06

ha occupato i posti che contano e questa è una solenne copertura di come si trattano agenti seri , gli fanno anche perdere soldi per salvare chi li ha piazzati al comando,.