Torino non paga la quota Anci: Fassino manda lettera di Equitalia a se stesso

Lo strano caso del dottor Fassino e di mister Piero

Lo strano caso del dottor Fassino e di mister Piero. Una crisi d'identità con tanto di figuraccia. Il sindaco di Torino Piero Fassino ha infatti ricevuto dal Piero Fassino presidente dell'Anci un sollecito di pagamento per gli arretrati non corrisposti all'associazione. Non è facile essere morosi verso se stessi ma Fassino è riuscito nell'impresa. E per riscuotere quanto dovuto si è scritto da solo. Mica bruscolini, tra l'altro: ben 152mila euro, relativi alla quota annuale per il 2015, tanto da chiamare in causa Equitalia. Un pasticcio con tanto di delibera ad hoc del Comune di Torino per favorire il pagamento immediato ed evitare le sanzioni dovute ai morosi. A scoprire il caso, come riporta Lo Spiffero , è stato il capogruppo di Fratelli d'Italia Maurizio Marrone.

Uno scivolone che per Fassino non poteva capitare in un momento peggiore. Il sindaco-presidente infatti deve fronteggiare una vera e propria faida nell'associazione dei Comuni. Numerosi sindaci leghisti, guidati dal primo cittadino di Padova Massimo Bitonci, hanno annunciato di voler lasciare l'associazione perché troppo filogovernativa e poco incline ad appoggiare le istanze dei Comuni con Fassino stesso accusato di lavorare appositamente per far digerire agli amministratori locali tagli e mancate risorse.

Ora proprio lui, che poco tempo fa tuonava contro i colleghi cattivi pagatori, dà il cattivo esempio e va contro il suo stesso carrozzone fatto di 80 dipendenti e 20 sedi regionali ognuna col suo ufficio di presidenza, segreteria generale, dipartimenti e revisori dei conti. E un poco efficiente servizio di riscossione.

Commenti

onurb

Mer, 16/09/2015 - 09:13

E questo pretende di amministrare una città. E' il caso di rispolvera l'antico detto: medice, cura te ipsum.

Palladino

Mer, 16/09/2015 - 09:35

non è colui che disse:"caro Grillo fai un partito e poi vedremo quanti voti prenderai".Un altro povero rincoglionito.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mer, 16/09/2015 - 09:51

Un giornalista appena un poco addentro ai fatti amministrativi potrebbe vincere un Pulitzer facile facile, spulciando tra le carte di Torino. Anche limitandosi agli atti accessibili. Sekhmet.

sbrigati

Mer, 16/09/2015 - 09:53

Se solo il comune di Torino versa, avrebbe dovuto versare, 152000 euro per il 2015, qual'è l'introito annuale dell Anci? E come spendono questi soldi?

BENNY1936

Mer, 16/09/2015 - 10:18

I tempi dei Quintino Sella o anche dei Peyron non tornano più: eccellenti amministratori del denaro pubblico, persone di una volta di cui si è perso lo stampo. Il signore in foto appena eletto Sindaco si è dotato di un "portavoce" che si deve accontentare di sole 180 mila euro annui...se non è spending review questa...E per essere uno cresciuto a "dittatura del proletariato" sembra non aver appreso bene il concetto...

unosolo

Mer, 16/09/2015 - 10:41

non pagano di tasca loro devono rientrare con rimborsi in caso che anticipano i soldi per la tessera, pori sindaci senza più euro , devono scaricare tutto e devono stare attenti a non far capire che i soldi che escono dalle casse dei comuni risultino per spese consentite . eppure prendono pensioni , stipendi e rimborsi oltre a poter usare soldi in cassa , tanto sono soldi che devono essere usati , mica sempre per servizi dei cittadini a volte anche per rappresentanza .Poi se paga l'ospite comunque la ricevuta viene quasi sempre intestata al politico , al sindaco , insomma sono favori anche quelli altro che pranzi di lavoro come i pernottamenti. è un sistema che sfruttano tutti o quasi .

Rossana Rossi

Mer, 16/09/2015 - 10:46

Classica roba da sinistri ai quali tutto è permesso.........

roliboni258

Mer, 16/09/2015 - 11:03

abbiamo una banca,buffone

robertofo

Mer, 16/09/2015 - 11:14

Pensate da chi è presieduta l'anci!!!!! ...... e secondo voi, quei soldi, li tirerà fuori dalle proprie tasche? Pagliaccio

nonna.mi

Mer, 16/09/2015 - 11:18

Da quanti anni la famiglia Fassino vive con gli introiti finanziari dello Stato Italiano? Contrariamente ai torinesi che l'hanno votato come Sindaco di questa bellissima nostra Città, sottovalutata da chi da anni l'amministra male, io non l'avrei voluto al pari del Presidente della Regione: stesse idee del loro obsoleto Partito. Myriam

roseg

Mer, 16/09/2015 - 11:28

Questo non è in grado di presiedere neanche una riunione di condominio, potrebbe convocare i 25 saggi amici dell'imperatore del Vesuvio.

Ritratto di ..MissPiggott...

..MissPiggott...

Mer, 16/09/2015 - 11:45

anci associazione nazionale criminali incalliti

Ritratto di gianky53

gianky53

Mer, 16/09/2015 - 12:02

Povero Fassino, faceva prima a passarsi la lettera dalla tasca destra a quella sinistra e risparmiava il francobollo, senza finire sui giornali.

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Mer, 16/09/2015 - 12:11

E per essere sicuro di riceverla,se l'è mandata con ricevuta di ritorno.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mer, 16/09/2015 - 12:25

robertofo Mer, 16/09/2015 - 11:14. Certo che no. Quei soldi li pagano i Torinesi attraverso i vari balzelli che il comune si è inventato, ed anche un po' con un giro di vite sulle multe per questa o per quella violazione (non esistono solamente gli automobilisti da spremere). Sekhmet.

Duka

Mer, 16/09/2015 - 12:42

Ma FASSINO ha la TESSERA perciò fa quello che vuole come tutti i comunisti con tessera.

Borbone

Mer, 16/09/2015 - 23:50

Questo è diventato il 4 di spada gioco delle carte al TRESSETTE ossia il 4 non conta nulla 0 spaccato.