Tutti gli epurati di Matteo Renzi

Da Veltroni a D'Alema, da Cuperlo a Speranza, passando per Letta e Bersani. Tutti gli oppositori cadono come birilli di fronte allo tsunami Renzi

“Caro D’Alema, caro Veltroni, cara Rosy, caro Franco Marini, voi in questi anni avete fatto molto per il partito e per l’Italia. Avete fatto molto, adesso anche basta”. Dopo tre anni, due primarie, una vinta e una persa, e dopo la presa di Palazzo Chigi, la rottamazione di Matteo Renzi raggiunge il suo culmine con la sostituzione di Cuperlo, Bersani e Bindi in commissione Affari Costituzionali. In tutto sono dieci i dissidenti che lasceranno la poltrona di quella commissione ma il nome più altisonante è senza dubbio quello di Pierluigi Bersani, l’unico ad aver sconfitto Matteo Renzi in una competizione elettorale e senza dubbio il più agguerrito dentro la minoranza.

Nel giro di tre anni tutti gli oppositori del premier hanno abbandonato il campo, da ultimo Enrico Letta che a settembre lascerà il Parlamento per fare il professore a Parigi. Lo scontro si è concluso dopo un anno laddove era iniziato, negli studi televisivi. Iniziò Renzi dagli schermi di La7, intervistato da Daria Bignardi, con il famosissimo #Enricostaisereno, a cui Letta da Fabio Fazio sabato scorso, annunciando le sue dimissioni, ha ironicamente risposto: “ i nostri rapporti sono sereni”. In realtà i due si odiano, hanno una visione totalmente diversa sulla gestione del governo e del partito. Una rivalità anagrafica, geografica (uno pisano, l’altro fiorentino) e culturale destinata a durare anche nel futuro perché un ritorno alla politica attiva del 48enne Letta è dato quasi per scontato. “Non mi piace House of cards”, ha dichiarato Letta lanciando una frecciatina indiretta al premier che, però, finora sembra più aver seguito la dottrina macchiavellica: “il fine giustifica i mezzi”. E quale mezzo più cinico poteva essere usato per l’approvazione dell’Italicum se non l’epurazione dei più riottosi a piegarsi alla volontà del segretario-premier? “Una sostituzione di massa” l’ha definita Rosy Bindi, l’unico big ad aver salvato la poltrone nel 2013, dopo che su pressione dei renziani D’Alema e Veltroni si sono fatti da parte dopo 30 anni di vita parlamentare. In molti dentro la minoranza Pd mugugnano e sottovoce definiscono questa decisione “degna del miglior Berlusconi”.

Il vero capolavoro politico di Renzi, in termini di strategia politica, è stato rottamare Massimo D’Alema che, dopo aver passato anni a fare le scarpe a Romano Prodi, si è visto spedire in minoranza da un giovanotto di neanche 40 anni. Fuori dal Parlamento il lider Maximo non può più controllare i suoi che cadono come birilli di fronte allo tsunami Renzi. Prima Cuperlo battuto sonoramente alle primarie, poi Stefano Fassina liquidato con un semplice “Fassina chi?” e infine il giovane Roberto Speranza che si è dovuto dimettere da capogruppo quando si è accorto che appena la metà dei deputati della sua corrente l’avrebbero seguito. Il professore Prodi, invece, ha ancora il dente avvelenato con i 101 che l’hanno impallinato nella corsa verso il Quirinale, molti dei quali erano renziani della prima ora che hanno approfittato del caos per far fuori Bersani. Il premier sembra esser noncurante del vecchio motto di un tempo “molti nemici, molto onore” ma con l'Aventino delle opposizioni in Commissione e senza l'approvazione dell'Italicum anche l'onore verrà ridimensionato.

Commenti

glasnost

Mar, 21/04/2015 - 14:08

Secondo me questo bischero (mica tanto bischero!) è in combutta segreta col Berlusca per cacciare le zavorre dai rispettivi partiti e fare più o meno insieme "il partito della nazione". O magari lo fa solo lui con l'appoggio esterno del Berlusca.

geronimo1

Mar, 21/04/2015 - 14:09

Il Bimbo d' Oro ha la forza del 42% delle Europee e puo' prendere a calci in cu..o chi vuole!!!!! D' altra parte uno dei limiti della sinistra e' sempre stata la mancanza di una vera leadership!!!! Alla ricerca della condivisione allargata si erano sempre fatti male da soli!!!!! Eccelsi complottatori contro il nemico (ne sanno qualcosa Berlusconi e Bossi uccisi dalla magistratura ammaestrata!!!)hanno sempre avuto internamente il loro tallone di Achille!!!!

Howl

Mar, 21/04/2015 - 14:27

il signor Renzi è pericoloso per la democrazia e per la pace...............ognuno si assumerà le sue responsabilità. I metodi violenti ( la violenza si esprime anche attraverso inganni ricatti e minacce )usati da Renzi causeranno reazioni ,le cui modalità saranno rapportate all'efficacia. Davanti ad un muro o ai manganelli cosa si dovrebbe fare ? Renzi è un dittatore moderno e storicamente i dittatori provocano drammi................

aredo

Mar, 21/04/2015 - 14:32

Veltroni? Ma che dite ? Renzi il rottamatore di che ? Renzi E' IL PUPAZZO di Veltroni! SVEGLIA ! Ha epurato Veltroni... ah,ah,ah,ah! Avete proprio capito tutto, eh?

aredo

Mar, 21/04/2015 - 14:33

@geronimo1: il 42% alle Europee ? Gli elettori di destra e centro-destra non hanno votato! Il 42% del PD vale un 20% ... Renzi ha preso meno voti di Bersani ! La percentuale dice poco se il numero di votanti è dimezzato!

emmea

Mar, 21/04/2015 - 14:50

Non si può stare in Paradiso a dispetto dei Santi. Dunque per quegli inetti di epurati, che si ostinano a rimanere nel PD a dispetto di Renzi, gli sta benissimo, meglio di un vestito nuovo! Il fatto è che hanno paura di perdere lo stipendio da parlamentare e perciò Renzi, che lo ha capito, li maltratta per raggiungere il suo obiettivi. Non escludo anche che lo laccia sperando che abbocchino e lo facciano cadere così da liberarsi definitivamente di loro e di quella zavorra che sono Alfano e compagni. Temo però che Bersani e tutta la pletora della minoranza PD, oltre a quelli dell'NCD-UDC dovranno ingoiare altri rospi ben peggiori, perché tanto, loro, da quelle poltrone strapagate non si schiodano. Cosa non sono disposti a fare per quei preziosi 16-20.000 euro al mese!! E al diavolo la coerenza, la dignità e l’onestà intellettuale.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 21/04/2015 - 14:55

e Berlusconi ringrazia renzi, visto che la sua politica di epurare dà più forza a FI di essere un partito dei moderati, un partito dove si può ascoltare ogni idea, ma non farsi prendere sopravvento da nessuno, come invece sta facendo renzi! anzi, renzi, peggio ancora, ha sputtanato completamente l'italia in tutto il mondo!! solo i scemi di sinistra come ERSOLA o i suoi amichetti continuano a credere che sia tutto a posto!!!

unosolo

Mar, 21/04/2015 - 16:03

ha dimostrato che ha chi lo protegge portando a ROMA i suoi Fedelissimi , sistemati loro oggi può tranquillamente scacciare quelle quattro mosche che ronzavano convinti di usarlo per proseguire il loro scopo iniziale cioè lasciare all'angolo il Berlusconi e papparsi appalti e poltrone come prima , ma si sono fregati da soli visto che il dux è rincarnato.

gedeone@libero.it

Mar, 21/04/2015 - 16:14

E meno male che li ha epurati, noi di centrodestra dobbiamo essere contenti!

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mar, 21/04/2015 - 16:17

L'unico annuncio a cui Fuffolo pare dare corso: La rottamazione delle cariatidi comuniste. Anche se, sotto sotto, li riciclerà tutti con dei Bonus molto appetibili!

Libertà75

Mar, 21/04/2015 - 16:22

Secondo me fa bene a cacciarli, vedi ben che spariscono come neve al sole? Renzi dimostra soltanto che la qualità culturale e morale del suo partito è molto scarsa e per questo lo rinnova.