Tutto quello che non torna nell'autodifesa di Di Maio

Secondo Di Maio i poteri forti in Ama legati al Pd avrebbero scatenato la tempesta perfetta contro Paola Muraro. Ma i conti non tornano

C'è qualcosa che non torna, nell'autodifesa imbastita in fretta e furia da Luigi Di Maio e data in pasto al popolo grillino accorso ieri sera a Nettuno per cercare di capirci qualcosa nel caos-Roma.

Il vicepresidente della Camera e candidato premier in pectore dei Cinque Stelle (ma visti i recenti sviluppi quest'ultima carica non pare più così certa) ha provato a giustificarsi da quella che secondo l'intransigente morale grillina sarebbe un'accusa della massima gravità: avere taciuto la notizia degli sviluppi giudiziari che già da giugno avevano colpito l'assessore all'Ambiente Paola Muraro. E di cui Di Maio era stato informato sicuramente da una mail della collega di partito Paola Taverna, pubblicata ieri dal Messaggero.

Di fronte alle accuse di omertà-omertà un imbarazzatissimo Di Maio aveva fornito una spiegazione fin dal principio poco verosimile: la stessa persona pronta a chiedere le dimissioni "in cinque minuti" del ministro dell'Interno Angelino Alfano indagato per abuso d'ufficio, con l'esponente della giunta stellata era stato cauto sostenendo di "non avere ben compreso" la portata della notizia.

E ieri sera a Nettuno ha anche provato a giustificare quest'ultima, traballante, affermazione. La notizia relativa ai guai giudiziari della Muraro sarebbe stata sottovalutata, ha spiegato, dopo "le quattordici denunce presentate dall'ex amministratore delegato di Ama Daniele Fortini". La conclusione per il pubblico era pertanto ovvia: "Uno del Pd indaga, il nostro assessore è indagato". E giù applausi.

Peccato che lo schema ipotizzato da Di Maio richieda tempistiche quasi impossibili da rispettare. Come ben ricostruisce Marco Carta per Gli Stati Generali, Fortini - in Ama dal gennaio 2014 - avrebbe avuto a disposizione pochissime ore per produrre una mole cospicua di materiale accusatorio. Infatti le dimissioni del dirigente dalla carica di presidente e ad della società risalgono al 22 giugno.

La vittoria della Raggi su Giachetti, però, risale al 20 giugno e la volontà di affidare alla Muraro l'assessorato all'Ambiente era stata resa nota solo il 17 alle sette di sera. Poiché nel documento relativo alle dimissioni (ancora consultabile sul sito di Ama) si parla esplicitamente delle quattordici denunce, secondo Di Maio l'ex presidente della società avrebbe avuto tre giorni di tempo per presentare quattordici denunce. Un'improbabile media di quasi cinque al giorno.

Commenti

onurb

Gio, 08/09/2016 - 11:16

Sono esterrefatto da tutto il can can che è stato montato intorno al caso della Raggi e di Di Maio. Esterrefatto perché non riesco a capacitarmi come in Italia possano esistere tanti boccaloni che ancora credono a Babbo Natale, ossia alla superiorità morale dei grillini che hanno preteso di indossarla dopo averla tolta ai pidioti, senza sapere che anche quella era una bufala.

arkangel72

Gio, 08/09/2016 - 11:22

A me non torna come mai debba decidere (anzi ha deciso!) Di Maio sulle olimpiadi. Non ci dovrebbe essere un voto del Consiglio Comunale a margine di un dibattito tra chi è pro e chi è contro?? Sappiamo che i 5 stelle sono sempre stati contrari, ma almeno portare la discussione in ambito istituzionale, anziché su un palchetto montato per strada di un comune della provincia romana, per di più tenuta da un esponente del movimento che non è stato eletto al consiglio comunale di Roma e che decide da solo!

Altaj

Gio, 08/09/2016 - 11:39

Di Maio : il non plus ultra dell´ignoranza fatta persona.

Altaj

Gio, 08/09/2016 - 11:40

Di Maio : ovvero il nulla fatto persona.

agosvac

Gio, 08/09/2016 - 11:41

Secondo quanto si legge recentemente, di maio deve temere più ciò che succede all'interno del movimento che di quanto succede all'esterno. Sembra che la certezza di una sua candidatura a premier sia sempre più lontana ed a favore di di battista!!!

claudioarmc

Gio, 08/09/2016 - 11:57

Questo sarebbe il nuovo leader, patetico Dopo il "a sua insaputa" abbiamo il "ho male interpretato" Patetici incapaci dai lauti stipendi 5STELLE CADENTI

AndreaT50

Gio, 08/09/2016 - 12:26

Abbiamo capito che se non sei allineato e le cose non ti vanno bene allora la colpa non é tua ma dei poteri forti, della massoneria, della loggia e chi più ne ha più ne metta... Credo invece che siano molto preparati a parole (onesdtà, onestà gridavano in piazza) ma non ai fatti che sono un po' più complicati; secondo me la Raggi avrebbe dovuto dire per tempo "so che tizia é indagata ma penso che ne uscirà benissimo e quindi la nomino ugualmente e me ne assumo la responsabilità" e non arrampicarsi sugli specchi dopo che si scivola.

Ritratto di Azo

Azo

Gio, 08/09/2016 - 12:28

Fortunatamente, gli sbagli hanno fatto vedere la vera indole di De Maio!!! Ve lo immaginate se fossse arrivato a Premier??? Comunque, questi 5STELLE, hanno fatto vedere che sono dei pagliacci, come il loro capo!!!

maxfan74

Gio, 08/09/2016 - 12:47

Sicuramente qualcosa non ha funzionato, ma non c'è niente di male a dire la verità ed assumersi le proprie responsabilità. La base avrebbe capito. Agli italiani non va mai bene niente, ed alcuni sono talmente ignoranti che non sanno nemmeno come si chiamano. Per fare pulizia ci vuole tempo, sono tutti professori pronti a giudicare e a puntare il dito contro, ma al loro posto mi piacerebbe sapere cosa saprebbero fare.

il corsaro nero

Gio, 08/09/2016 - 13:29

Scusate, qualcuno è in grado di spiegarmi il perchè i romani hanno votato la Raggi come sindaco e invece costei è solamente un pupazzo manovrato da altre persone? Ma allora chi comanda nel M5S?

un_infiltrato

Gio, 08/09/2016 - 13:31

Qualcuno di buona volontà informi il signor Di Majo che l'abito non fa il monaco. Che cioè, giacca, cravatta e brillantina non fanno il politico. Al signor Di Majo e, così pure, a quel simpaticone del signor DiBattista venga suggerito di non fare da clacque al comico quando costui dice corbellerie da avanspettacolo, mentre si sbraccia ansimante dal primo palchetto di piazza che gli capita a tiro.

Ritratto di welschtirol

welschtirol

Gio, 08/09/2016 - 14:02

Di Maio? Un nuovo saltinbanchi della politica come tanti altri in Italia. Opportunista a suo favore. E' come indossare una giacca linda e nuova e sotto indossare avere la canottiera sporca e logora.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 08/09/2016 - 14:11

Per molto meno costoro chiedevano le dimissioni ad altri. Applicassero quello per cui si sono proposti.

Ritratto di dardo_01

dardo_01

Gio, 08/09/2016 - 15:55

Dalle Stelle alle stalle!!!

VittorioMar

Gio, 08/09/2016 - 16:39

....si dice che "Sbagliando si impara",nessuno è perfetto e non si nasce IMPARATI"!!...la vita è tutto un insieme di errori,importante è non perseverare nello stesso errore!!....gli errori "FORTIFICANO""!!!

ilbarzo

Gio, 08/09/2016 - 17:08

Alfano che da del coniglio a Di Maio televideo 9/9/2016 per avere disertato ad una trasmissione politica su Rai tre,dicendo le testuali parole:"L'Italia a bisogno di uomini e non di conigli".Detto da Alfano e da pensare che costui quando apre bocca da la via al fiato senza sapere ne rendersi conto di quel che dice.Come può una persona come Alfano dare del coniglio ad altri? E' veramente sconcertante!!!!

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Gio, 08/09/2016 - 17:49

Alla fine i nodi vengono al pettine; magari il pettine si è sfrangiato ma sempre quello rimane ed i nodi divengono sempre più grandi. Forza Italia e Shalòm.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Gio, 08/09/2016 - 17:50

I nodi vengono al pettine. Shalòm e Forza Italia. Allora?

Ritratto di vraie55

vraie55

Gio, 08/09/2016 - 20:49

NESSUN politico di successo è mai credibile ..

PEPPINO255

Gio, 08/09/2016 - 23:48

A voi del Giornale sono QUADRATE tutte le autodifese di Berlusconi & Co... cosa volete capire di legalità e di lealtà? Di maio ha detto una bugia, e allora? Se fosse per le buguie Berlusconi ed il suo garzone dovrebbero andare a nascondersi sul pianeta Plutone...!!!

yulbrynner

Ven, 09/09/2016 - 10:31

politici tutti uguali sono qualcuno dotato di grande VERA sensibilita' sa ELEVARSI dal mondiale marciume politico, la politica e' inutile e dannosa serve solo x fottere i popoli, x inciuci guerre tangenti e quant'altro....CHE SCHIFEZZA! SOLO PERSONE DI GRANDE NOBILTA' D'ANIMO DOVREBBERO GUIDARE UN PAESE IL RESTO E TRISTEZZA E SCHIFEZZA!

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 09/09/2016 - 13:44

Questo iperpresuntuoso bamboccio, impersonificazione del nulla assoluto, come tutti i suoi patetici colleghi, è di una antipatia assoluta. E' molto ma molto più simpatica l'ape Maya.

Tarantasio.1111

Ven, 09/09/2016 - 14:00

SCUSATE ma...di cosa vi meravigliate...siamo in Italia, un paese dittatoriale comandato dalla magistratura. AMEN.