Usare il bancomat non è più reato

Chi prelevava contanti finiva nel mirino del Fisco. La Corte Costituzionale ha detto basta

Negli ultimi 10 anni esagerare con il Bancomat era davvero rischioso. Non tanto perché si rischiava di finire in rosso in banca, quanto perché si era certi di finire soffritti dall'Agenzia delle entrate. Facciamo un passo indietro. Gli uomini di Attilio Befera (oggi è stato sostituito come ben sapete da Rossella Orlandi) nei confronti dei tanto odiati lavoratori autonomi, e in particolare dei professionisti, si erano dotati di un bazooka. Chiunque dal primo gennaio del 2005 si fosse permesso di utilizzare il Bancomat avrebbe dovuto dimostrare a chi erano destinati i contanti. Una roba da pazzi. Ma credeteci, vera. In caso di accertamento, gli uomini del fisco si presentavano dal lavoratore con un foglio elettronico con su scritti tutti i Bancomat e prelievi cash fatti negli ultimi cinque anni.

In modo del tutto arbitrario sostenevano che una percentuale potesse essere giustificata dal tenore di vita e dalle spese più spicce (sigarette, caffè, mance che si possono presumere pagate in contanti), ma sul resto era necessaria una prova dell'utilizzo da parte del povero contribuente. Una prova chiaramente diabolica. Ma ancora più diabolico era l'atteggiamento del fisco.

Mettiamo che il poveraccio avesse prelevato, in cinque anni, 10mila euro (ma per un reddito medio potrebbe essere ben di più) e che gli uomini del fisco gli abbuonassero 4mila euro. Il resto, e cioè 6mila euro, veniva considerato dal fisco come ricavo aggiuntivo, non dichiarato e dunque evaso, da parte del lavoratore autonomo. Secondo il principio che il nero genera il nero (cosa peraltro vera), per dieci anni professionisti e autonomi hanno pagato imposte su prelievi fatti con il Bancomat di cui non sono stati capaci di giustificare l'utilizzo. Se uno sprovveduto, dotato di buon reddito e sicuro di essere fiscalmente a posto, si fosse azzardato a giocare e perdere a poker o fare regali in contanti a sue amiche (sì, certo, non molto elegante, ma saranno fatti suoi) o a parenti o a figli, per più di 50mila euro l'anno, rischiava addirittura di finire in carcere per superamento delle soglie di evasione ai fini della rilevanza penale. Ai signori del fisco si dovevano giustificare anche le mance, se cospicue. Insomma, un inferno fiscale. E soprattutto un principio da Stato di polizia.

Ovviamente chi è stato colpito da simili indagini ha fatto ricorso. Ma la Cassazione per una buona serie di casi ha dato ragione all'impostazione del fisco. In effetti, dal punto di vista legale, l'Agenzia era blindata da un codicillo contenuto nella Finanziaria del 2005 (governo Berlusconi). Fino a quando un contribuente si è rivolto alla Commissione tributaria regionale del Lazio che, nel 2013, bontà sua, si è rimessa addirittura alla Corte costituzionale dubitando della legittimità di questa norma, che anche a un bambino sembra folle. Siamo così arrivati ai giorni nostri e alla decisione della Corte che, pochi giorni fa, con la sentenza numero 228, ha giudicato incostituzionale la procedura e questa diabolica presunzione legale. Evviva. Sono passati solo dieci anni. E molti professionisti hanno già subito la gogna dell'evasione e pagato la sanzione conseguente.

Finalmente un giudice, a Roma, ha stabilito che quell'assurda presunzione sui prelievi di contanti come costituzione di ricavi in nero sia stata lesiva del principio di ragionevolezza e capacità contributiva.

Alla fine viene da pensare sulla qualità del percorso legislativo in questo Paese. E qualche brivido corre lungo la schiena pensando all'ultima finanziaria (ora si chiama legge di Stabilità). Siamo piuttosto certi che l'idea di tassare la liquidità prelevata con i Bancomat non sia stata un'idea di Silvio Berlusconi all'epoca al governo. Eppure sono dieci anni che professionisti e autonomi pagano per questa scellerata previsione normativa.

All'interno della Finanziaria del 2005 fatta di un solo articolo e 572 commi, al comma 402 era previsto: le parole da «a base delle stesse» alla fine del periodo sono sostituite dalle seguenti: «o compensi a base delle stesse rettifiche e accertamenti, se il contribuente non ne indica il soggetto beneficiario e sempreché non risultino dalle scritture contabili, i prelevamenti o gli importi riscossi nell'ambito dei predetti rapporti od operazioni». Non state a perderci la testa: arabo. All'epoca, c'è da giurarci, l'astrusa previsione normativa fu presentata dagli uffici ministeriali come norma fondamentale per combattere l'evasione fiscale. E giù tutti ad applaudire. Ecco, quando vi dicono, come purtroppo si scrive anche nell'ultima legge di Stabilità, che sono previste nuove e più dure norme per combattere i furbetti, state certi che la fregatura è per tutti.

 

Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Lun, 20/10/2014 - 15:39

li uso per andare al casino e a escort. preferisco godermeli io che ragalarveli a voi stato ladrone

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 20/10/2014 - 15:40

Che conquista!!Me la devo appuntare sul mio diario!!!!..."Oggi,Lunedì 20 Ottobre 2014,la "corte costituzionale della repubblica italiana", ha detto che usare il Bancomat per prelevare contanti,per andare a fare la spesa,non è più reato"!!!

vince50_19

Lun, 20/10/2014 - 15:40

Veramente il bancomat l'ho sempre usato da più di 25anni e non sono finito nel mirino di nessuno. Che poi la C.C. abbia sancito quanto riportato nell'articolo mi pare semplicemente doveroso e volto ad evitare un imbarbarimento in sede di controlli.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 20/10/2014 - 15:41

befera era un amichetto di prodi... :-) e prodi è stato quello che ha ideato la famigerata equitalia! complimenti, i veri delinquenti siete voi di sinistra!!!

Ritratto di dbell56

dbell56

Lun, 20/10/2014 - 15:48

L'evasione fiscale in Italia è causata dalle enormi tasse che i cittadini sono tenuti a versare ad uno stato famelico i cui servizi fanno oltretutto schifo. Si potrà combattere efficacemente solo riducendo il prelievo fiscale al 30%. Solo così potrà allargarsi la base imponibile con aumento delle entrate per lo stato. Ma è da persone normali questo ragionamento! No per i nostri burocrati da strapazzo che indicano ai nostri ministri solo percorsi impossibili da realizzare.

Ernestinho

Lun, 20/10/2014 - 15:50

Questa è una norma che veramente non conoscevo. Che, poi, sia stata introdotta dal Governo Berlusconi, è il massimo. Proprio lui, liberale al massimo! A dimostrazione,se ce ne fosse ancora bisogno, che tutti i politici sono UGUALI. Predicano bene, ma razzolano male! E poi, danno la colpa agli altri.

Mr Blonde

Lun, 20/10/2014 - 15:55

Giustissima abolizione di una delle presunzioni più assurde, però la parola "reato" attiene alla sfera penale e il giornalismo da urlo non fa bene mai a nessuno

Mechwarrior

Lun, 20/10/2014 - 15:55

Su su atto di coraggio: tutti i soldi allo stato e tessera per il cibo ai lavoratori :-)

pittariso

Lun, 20/10/2014 - 15:56

Sono lecose che ci hanno portato a questo punto!Grazie sindacati che avete sempre preteso la vessazione degli autonomi.desso come vi arangerete?La vedo nera,per tutti.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Lun, 20/10/2014 - 15:58

Nicola ti pensavo più intelligente , finiva sotto i controlli del fisco che denunciava 15000 euro l'anno e faceva prelievi con il bancomat di cifre spropositate. Quindi se uno denuncia quello che guadagna senza frodare può prelevare quanto crede e non succede niente. Perchè se per ipotesi io denunciassi 100000 euro l'anno e ne prelevo 5000 al mese non dovrò renderne conto a nessuno. Se malauguratamente qualcuno mi chiedesse conto direi che vado con prostitute minorenni (a mia insaputa) e non faccio nessun reato , è chiaro ?

Ernestinho

Lun, 20/10/2014 - 16:01

X dbell56 E' la seconda volta, quest'oggi, che sono pienamente d'accordo con Lei. Io, però, porterei il prelievo al 25%. Il 30% mi sembra ancora molto elevato. Non è poi giusto che, i ricchi, onesti, ripeto "onesti", debbano essere tassati oltre tale aliquota. Anch'essi, che non dobbiamo invidiare ma apprezzare, portano il loro contributo agi Italiani ed è del tutto ingiusto tassarli eccessivamente, da "strozzini".

Libertà75

Lun, 20/10/2014 - 16:18

Finalmente, ora potranno tornare in vita quei piccoli imprenditori che si sono suicidati per certe cartelle esattoriali... Ricordiamo che anche introiti extra legali (come eredità sperperate in fretta) generavano sospetti e controlli.

flip

Lun, 20/10/2014 - 16:26

ma quelli del fisco non usano contanti? per comperarsi il giornale, prendere un caffè, andare dal parrucchiere. allo stadio, al cinema ecc. ecc. pagano con il bancomat? come sono bravi ligi.

Dordolio

Lun, 20/10/2014 - 16:26

Scusi Birocco...ragioni un istante.... Come potrebbe uno che denuncia 15000 euro/anno prelevare cifre spropositate? Queste cifre "spropositate" ci devono essere sul conto, se no i soldi il bancomat non glieli dà di sicuro! E il fisco sa in tempo reale quanto abbiamo sui nostri conti bancari e ogni loro movimento (il programma mi pare si chiami Serpico). Lei quindi non ha capito nulla: il meccanismo perverso - ha ragione Porro - serviva unicamente a controllare le spese del cittadino con denaro liquido. Presumendo che siano legate a traffici illeciti. Detto diversamente (se ci arriva) il fisco conosce PERFETTAMENTE i fondi depositati che stanno dietro ai prelevamenti bancomat: li vede in tempo reale quando e come vuole spiando i conti bancari. Ma non gli sta bene che uno prelevi contanti e li spenda in modo che ritiene "non tracciabile". Il che è un discorso assai diverso da quello che fa lei, Birocco!

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 20/10/2014 - 16:46

Paese medioevale.Il terzo mondo ci ha superato , questo grazie ai nostricoglioni sinistronzi.Tutti ricchi al governo , votati da proletari assistenzialisti senza voglia di lavorare.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 20/10/2014 - 16:46

Paese medioevale.Il terzo mondo ci ha superato , questo grazie ai nostricoglioni sinistronzi.Tutti ricchi al governo , votati da proletari assistenzialisti senza voglia di lavorare.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 20/10/2014 - 16:47

DORDOLIO, d'accordissimo con lei! punto per punto, e persino virgola per virgola!!!

paco51

Lun, 20/10/2014 - 16:56

Mechwarrior: Lei è ottimista! niente tessera ma solo in fila con la "gamella" per la zuppa. Io sono così contento che presto salterà tutto! ma avremo una vera e grande risorsa. Gli immigrati,. i clandestini, gli extracomunitari che verranno assoldati per picchiarci e riscuotere le gabelle, vedrete se è vero! spero, data la loro formazione. cultura, indole , ecc , che trattino in tale modo anche chi li ha fatti venire e restare.!

Ernestinho

Lun, 20/10/2014 - 16:56

Perfettamente d'accordo con "Dordolio" ed altri commenti similari! Se uno ha, per esempio, €. 100.000 in banca, può prelevarne quanti e come vuole! Sono soldi suoi!

Ernestinho

Lun, 20/10/2014 - 16:58

Altro discorso è quando si versa in banca in maniera considerevole! Solo allora il fisco potrebbe pretenderne la provenienza.

Ritratto di Turisticomane

Turisticomane

Lun, 20/10/2014 - 17:00

Rispondo all'amico "flip" che ha scritto qui sotto: ti chiedi quelli del fisco se usano il contante? Ma dove? Loro dichiarano chi sono e tutti per paura di controlli vessatori e vendicativi non gli fanno pagare niente, non ti pare? Ah, povera Italia!! Marcel Santos

Frank.brownies

Lun, 20/10/2014 - 17:08

Questi problemi ce li ha solo chi non rispetta le regole...

Ritratto di filatelico

filatelico

Lun, 20/10/2014 - 17:10

Se ho ereditato 100000 Euro e ho pagato le relative tasse e questo lo sanno bene dall'Ufficio del Registro dove ho dichiarato, cosa vogliono sapere di più? Il reddito non c'entra un cacchio!!!! Se me li voglio spendere come mi pare al fisco non deve interessare!!!Marrazzo si faceva fare la ricevuta fiscale per l'acquisto di droga o per il sesso con la trans???? Andate a quel paese comunisti di merda!!!

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Lun, 20/10/2014 - 17:18

Vorrei sapere da Nicola Porro quando mai è stato reato usare il bancomat. All'Università mi hanno insegnato che si commette reato quando si la viola una norma penale. Ecco, vorrei sapere qual è la norma penale che indica come la commissione di un reato l'uso del bancomat. Grazie.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Lun, 20/10/2014 - 17:22

mortimerSORCIO, demente, informati: La riforma della riscossione è avvenuta con l'entrata in vigore dell'art. 3 del D.L. 30 settembre 2005, n. 203 deliberato dal Governo Berlusconi III,[2], convertito con modificazioni nella L. 2 dicembre 2005, n. 248.[3] con la costituzione di Riscossione S.p.A., che nel 2007 ha preso come nome Equitalia S.p.A.. Domanda: se Equitalia è il male dell'Italia come mai il pregiudicato costituente ne ha dato l'avvio e poi non l'ha abolita nei suoi governi?

Ritratto di sempreforzasilvio#

sempreforzasilvio#

Lun, 20/10/2014 - 17:40

GIUDICI COMUNISTI!

guerrinofe

Lun, 20/10/2014 - 17:42

la solita italianuccia governata da minuscoli gnomi ignomini! solo l'idea di conbattere l'evasione cercando tra i possessori di bancomat è PAZZESCO!!! nel privato questi dirigenti non troverebbero posto!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 20/10/2014 - 17:50

blablablablabla ANDREA... :-) lei fa solo chiacchiere e basta. quello che ha scritto non vale piu :-)

flip

Lun, 20/10/2014 - 17:52

turisticomane no n l'ho scritto ma l' ho pensato. ciao

Il giusto

Lun, 20/10/2014 - 17:54

Incredibile...in un momento di onestà,peraltro raro,il giornale ammette che è stata una legge fatta dal pregiudicato!Comunque nonostante io usi il bancomat da 30anni per tutte le spese sopra i 10 € ,stranamente non ho mai ricevuto un controllo!Sarà perché sono fortunato...

pittariso

Lun, 20/10/2014 - 17:55

andrea626390-Con il suo commento 17,22 ha dissipato ogni residuo dubbio.Comunque per quanto riguarda il reato all'università le avranno insegnato anche che ,pur essendo necessaria,la violazione della norma penale non da sola sufficiente.Evidentemente ho non ha capito bene o il professore non é stato chiaro:d'altronde anche certi magistrati hanno dimostrato di non conoscere tutti gli elementi costitutivi del reato come dimostrano le sentenze basate sul "non poteva non sapere".Ricordo che il Prof.

flip

Lun, 20/10/2014 - 17:57

come può un pensionato che non arriva a mille euro al mese di pensione ad avere un bancomat per dimostrare come spende e spreca?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 20/10/2014 - 18:01

SIETE PROPRIO RIDICOLI AL MASSIMO.MARFORIO MENO MALE CHE SEI D'ACCORDO CON ME E CHE SIETE CHIAVICHE IN CONFRONTO DELLA GERMANIA,QUI LO USANO ANCHE PER COMPRARE LE SIGARETTE.FILATELICO IMBECILLE, NON SAI NEPPURE COME SONO FATTI 100.000 EURO

auric

Lun, 20/10/2014 - 18:02

Racconto un caso vero: famigia con unico conto, moglie insegnante e marito professionista, due bancomat. La stasi ha calcolato anche i prelievi del bancomat della moglie. Arrivando ad una presunzione di evasione spropositata. C'e da dire che su quel conto, documentato fino a 10 anni prima, non erano mai stati versati contanti, ma solo lo stipendio ed i corrispettivi delle fatture ciononostante è stata presunta l'evasione fiscale in base alla vessazione ora abolita.

husqvy510

Lun, 20/10/2014 - 18:10

il giusto (!!!???) stare zittino no? Torna all'unità (fallita)

sergio_mig

Lun, 20/10/2014 - 18:12

Non ci voleva la Corte Costituzionale per capire che una mostruosità simile era illegittima, solo menti lunari potevano inventarsi una cosa simile, delinquenziale ed estorsiva versi i cittadini. Per capire se i soldi prelevati al bancomat sono legittimi potevano fare verifiche, se erano stati tassati, quando venivano versato sul conto è non sui prelievi. Ma questi vessatori non vanno mai in galera? Vigliacchi!

auric

Lun, 20/10/2014 - 18:14

Il controllo di cui sopra era un normale controllo a campione come spesso capita ai liberi professionisti. Nessun tipo di valutazione precedente sul rapporto incassi/prelievi. Inoltre i soldi che stanno su un conto si accumulano negli anni non certo in una sola annualità fiscale

stufo_io

Lun, 20/10/2014 - 18:16

@andrea_contuttiinumeri Nessuno mette in dubbio l'utilità di un organo come Equitalia. Il problema è come equitalia opera, ossia in disprezzo di ogni diritto dei contribuenti. Da uno che esce dall'università ci si aspetta che riesca a ragionare sulle nozioni che ha imparato. Esistono anche i reati fiscali.

sergio_mig

Lun, 20/10/2014 - 18:18

@sempreforzasilio. Ma ci sei o ci fai, ti pare una cosa normale che ti facessero le pulci sui prelievi bancomat?

Mr Blonde

Lun, 20/10/2014 - 18:18

MARFORIO SAI LEGGERE? Questa norma da stasi ecc viene dal 2005 e indovina chi l'ha scritta? PS Marino.birocco: non è assolutamente come dice lei, la norma non presupponeva alcuna discordanza con un livello di reddito / spese di un certo tipo, per cui nel suo esempio anche con 100k di reddito e 5k di prelievi sarebbe comunque incorso nella (presunta) violazione (comunque non nel reato visto che la norma non aveva carattere penale)

Ritratto di RobyPer

RobyPer

Lun, 20/10/2014 - 18:25

@franco-a-trier_DE - Grandeeeeeeee, le tue perle di saggezza ci illuminano come sempre. Ma perchè te ne sei andato a Trier? Torna in Italia, così possiamo dimostrarti tutta la nostra stima.

flip

Lun, 20/10/2014 - 18:27

franco-a-trier DE senti. ci basta e avanza la merkel che ci rompe i cosiddetti con la sua smania di dominare e cambiare l'Europa. (mi torna in mente "qualcuno" di una settantina di anni fa che aveva gli stessi propositi) ed adesso arrivi tu a pontificare come si comporta il paese che ti ospita. Puoi criticare, ma senza paragoni. e cerca di non offenderci

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Lun, 20/10/2014 - 18:34

Prima di fare le boccucce a cul di gallina in guisa di somma stupefazione, si sappia che ormai sono anni che la GdF, armata, indaga ovunque ed ovunque le viene concesso. Anagrafe, registri, banche, sanità, pensioni, ordini, elenchi di ogni genere, tutto insomma è alla portata della esimia GdF, armata in modo tradizionale ed oggi anche dei più sofisticati strumenti elettronici. E allora gli evasori? Ed i miliardi di miliardi di miliardi di miliardi che gli stessi imboscherebbero? Come fanno a farla franca? Se noi guardiamo nel suo complesso la PA e la politica ci accorgiamo che ovunque c'è gente che truffa. Basta indagare, basta un Gabibbo. Assessori di ogni ordine e grado, parlamentari, capi bastone della PA, della scuola , dell'università. Tutti, ci viene detto da tempo, sono dei ladri, noi compresi coi nostri trucchetti con l'elettricista, il falegname e lo stagnino di casa. Due sono le branche che non sono mai state assoggettate ad un accurato controllo di legittimità, legalità e merito. La magistratura e la GdF. Una indaga e l'altra bastona. Quando, dove, chi, come, perché non ce lo spiegheranno mai. Almeno finché non saranno assoggettate pure loro ad un canonico controllo democratico. Che però non ci sarà mai. Perché in Italia il popolo e sì sovrano ma a pecoroni. Buona Natale.

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 20/10/2014 - 18:39

X Il giusto : Guarda che l'onestà sta di casa, al GIORNALE, cosa sconosciuta, invece, nella tua Repubblilecca!

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Lun, 20/10/2014 - 18:54

pittariso, mi congratulo con lei per la civiltà della risposta, anche se non so cosa centrano i magistrati e il "non poteva non sapere". Piuttosto mi scuso per un refuso, dovuto alla correzione veloce di quello che stavo scrivendo. Ho parlato di reato e ho associato la sola violazione delle leggi penali, quando è risaputo che esistono i reati amministrativi, tributari, ecc. ecc. Ho solo chiesto che qualcuno mi spiegasse quale norma si va a violare con i prelievi bancomat, tutto qui. Se rischia di infrangere la norma tributaria se il contribuente non sa dare spiegazioni su certi prelevamenti "sospetti". se riesce (o riusciva) a spiegarli non c'erano problemi altrimenti c'è il "sospetto" che abbia effettuato dei pagamenti in "nero": devo pagare 5.000 euro in nero e invece di emettere un assegno (tracciabile) faccio 20 prelevamenti in contanti e lo pago in nero .....

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Lun, 20/10/2014 - 18:59

Dordolio, 16.26, non scriva minchiate su Serpico che poi mortimerSORCIO sottoscrive virgola per virgola. Serpico non da un bel cavolo di informazione sui conti correnti bancari dei singoli cittadini. Se il fisco ha dei dubbi su un contribuente (ad es. dichiara 5.000 euro all'anno ma gira in Ferrari), l'Ufficio competente DEVE chiedere al DIRETTORE REGIONALE l'AUTORIZZAZIONE ad effettuare indagini bancarie (motivando la richiesta) sul contribuente sospetto. Se poi per lei uno che gira in Ferrari (dichiarando 5.000 euro al mese di reddito) deve essere lasciato in pace è un altro paio di maniche .....

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Lun, 20/10/2014 - 19:06

Dordolio, genio, lei scrive; "Come potrebbe uno che denuncia 15000 euro/anno prelevare cifre spropositate? Queste cifre "spropositate" ci devono essere sul conto, se no i soldi il bancomat non glieli dà di sicuro"! Glielo spiego: io guadagno 100.000 euro all'anno, ne denuncio SOLO 15.000 euro, ma in conto corrente ne ho molti di più. Un tempo il fisco, per alcuni anni, questi furboni li beccava facilmente con le indagini bancarie ESPRESSAMENTE AUTORIZZATE ma ora gli evasori lestofanti si sono fatti più furbi NON LASCIANDO i loro proventi non dichiarati in banca ma portandoli in qualche modo all'estero o lasciandoli sotto il materasso.

Linucs

Lun, 20/10/2014 - 19:44

Roba da fuori di testa, da sentire la puzza di comunismo fino alla vetta più alta.

Linucs

Lun, 20/10/2014 - 19:55

PS: il 30% un cazzo.

Ritratto di Fritz49

Fritz49

Lun, 20/10/2014 - 21:31

Quanta pena leggere certi commenti.vedere gente che gioisce perchè non gli controllano più i prelievi con il bancomat.Vite da falliti,non in grado di mantenersi se non rubando al fisco e credersi imprenditori,Anzichè ladri.Poveretti.

Dordolio

Lun, 20/10/2014 - 21:32

andrea, mi faccia capire se le come si dice "c'è o ci fa". Ma ha letto il mio commento? E' al corrente che il fisco E' AUTORIZZATO come la Guardia di Finanza a controllare in tempo reale i conti correnti di chicchessia? Una volta non era così, ci voleva un'autorizzazione di un giudice. Da qualche tempo le cose sono cambiate. Col sistema informatico Serpico (consulti la Rete prego) il fisco può controllare qualsiasi situazione patrimoniale di chiunque. E in tempo reale, anche. Si sta poi parlando di BANCOMAT qui. Di questo parla Porro nel suo articolo e non di altro! La liquidità in quanto tale, i quattrini all'estero sono tutto un altro discorso. E a quanto mi consta - poi - anche la Svizzera ha recentemente calato e di molto le brache riguardo al suo mitico segreto bancario. Che rimane forse per Paesi lontanissimi e - sembra - nelle nostre vicinanze semmai per qualche Stato balcanico. Si rilegga, per rendersi conto delle scempiaggini che dice. Provi, lei, a guadagnare come dice 100 mila euro, dichiararne 15 mila e avere un sacco di soldi sul conto bancario a cui attingere liberamente col bancomat. La sgameranno subito. Ma facilmente verrà denunciato addirittura prima dalla banca stessa, che segnalerà tale giacenza e tali movimenti sospetti alle autorità. Per non essere incastrata per complicità.

Dordolio

Lun, 20/10/2014 - 21:38

Aggiungo che il funzionamento di Serpico mi venne illustrato nei dettagli da un grosso commercialista, assolutamente attendibile. E per quanto riguarda le capacità della GDF, un mio collega al volante di una Mercedes venne fermato. E semplicemente con un terminale mobile furono in grado lì, in mezzo alla strada, di contestargli la denincia dei redditi e una quantità di altri dati tanto da lasciarlo stecchito. A piffero poi, perchè la splendida vettura, ottimamente tenuta, era vecchissima e dal valore irrisorio (di molto inferiore - mi disse il collega - addirittura al costo dei normali lavori di manutenzione...)

volp

Lun, 20/10/2014 - 22:32

Porro come i suoi colleghi mistifica la realtà al fine di giustificare l'evasione del ceto di riferimento del partito che lo paga. Mai un prelievo bancomat ha costituito motivo di recupero fiscale e men che mai reato. Ciò' di cui si chiedeva conto erano prelievi di qualche migliaia di euro e comunque mai al di sotto di 500. Spiegata la mistificazione vien da chiedere ma chi scrive su questa specie di giornale come vuole combatterla l'evasione? O forse non esiste? E comunque come si cosce in questo paese c'è' la Corte Costituzionale che garantisce tutti anche il principale di Porro e Sallusti. N'è la definì covo di comunisti...che pena

Ritratto di filatelico

filatelico

Mar, 21/10/2014 - 04:21

X Franco-a-Trier_DE 1000000 Euro sono semplicemente 200 banconote da 500 che puoi mettere tranquillamente in tasca!!!! Piuttosto l'INPS ha ricevuto la dichiarazione del tuo conto nel GRANDUCATO???

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 21/10/2014 - 13:41

forzasempresilvio magari fossero solo i giudici comunisti il brutto che li siete anche voi cittadini che andate a votare e li votate sempre.

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Mar, 21/10/2014 - 16:03

E ti pareva che col cavolo avete pubblicato il mio commento che evidenziava come Berlusconi ha fatto danni al ceto medio non meno dei vari governi di sinistra come quelli di Bersani, Monti o Letta. Spalleggiato dal degno compare prof. Siniscalco nelle vesti di ministro dell'economia, l'ineffabile Berlusconi ha contribuito ad affossare una classe che prima aveva sempre tifato per lui. Con il risultato che adesso si sta dissolvendo con il suo partito di lecchini. Tuttavia per i meriti eccelsi nel fare il ministro, il prof. Siniscalco, a meno di un anno dalla sua brillante finanziaria di fine 2004, "di iniziativa del presidente della repubblica" è stato nominato nientemeno che "Cavaliere di gran croce dell'ordine della repubblica italiana"! "Meccojoni" dicono a Roma !

gianni50

Gio, 13/11/2014 - 10:49

Dipende dall'entità dei prelievi e dal reddito dichiarato. Se uno denuncia 20.000 euro l'anno, ha l'esenzione dei ticket e vari altri e preleva più di 10.000 euro /anno al Bancomat può valer la pena di approfondimento fiscale !

gianni50

Gio, 13/11/2014 - 10:55

Berlusconi ha tentato di fare una politica orientata al ceto medio (vedasi programma fiscale con le 2 aliquote 23 e 33) e l'abolizione dell'ICI. Purtroppo per Lui e per il ceto medio ha clamorosamente fallito per incapacità politica, debolezze personali gravi, crisi internazionale. Prima che il ceto medio abbia una nuova rappresentanza ce ne passerà parecchio (e nel frattempo dobbiamo sorbirci Renzi, Prodi & Company). Vedo qualche elemento positivo in Salvini!