Dopo Velletri, anche il comune di Milano "boldrinizza" il linguaggio

Dopo Velletri, anche Milano introduce la parità di genere nelle comunicazioni ufficiali del comune. Assessore alle risorse umane Tajani: "Combattiamo la violenza che c'è nel voler declinare al maschile ruoli e funzioni svolti da donne"

Sindaco e sindaca, assessore e assessora, ingegnere e ingegnera (sic). Il dibattito sul presunto maschilismo della lingua italiano, lanciato qualche anno fa da Laura Boldrini, continua a produrre nuovi "frutti". Dopo il caso di Velletri, la cittadina laziale dove di recente l'amministrazione comunale guidata dal Partito democratico ha approvato e fatto entrare in vigore alcune linee guida per combattere il linguaggio maschilista delle comunicazioni ufficiali, anche Milano si appresta a fare la stessa cosa. Da direttore a direttrice, da revisore a revisora, sono queste alcune delle trasformazioni linguistiche annunciate dalla giunta Sala che ha approvato "le linee guida per l'adozione della parità di genere nei testi amministrativi e nella comunicazione istituzionale" del Comune di Milano. In parole povere, un adeguamento al genere femminile del linguaggio utilizzato dalla Pubblica Amministrazione dell'ente.

"Una questione prioritaria", spiega l'assessore alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive e Risorse Umane di Milano, Cristina Tajani. Che continua: "Non ci si rende conto quanta violenza ci sia nel voler declinare al maschile ruoli e funzioni svolti da donne e per cui la grammatica non ha dubbi di sorta". Inoltre, prosegue Tajani, "diamo la giusta visibilità alle donne dell'ente che, essendo la maggioranza, tanta parte hanno nella buona reputazione del Comune di Milano e nella sua innovatività. Scrivere la realtà per quella che è, è un tema di giustizia, nulla di più". La rimodulazione dei vocaboli adoperati nel sarà fatta in collaborazione con l'Accademia della Crusca, il tutto per superare ogni discriminazione nel linguaggio scritto come in quello parlato. Il divario di genere sarà annullato attraverso vari strumenti, in primis la realizzazione di un programma di formazione per le risorse umane dell'ente. E poi, inevitabilmente, una revisione di tutti i testi amministrativi in vigore e della modulistica diretta alle utenti e agli utenti dei servizi comunali. Un processo di adeguamento linguistico che riguarderà anche società partecipate, enti e aziende del comune milanese.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 04/08/2019 - 15:31

Ah beh certo la parità di genere è una priorità per i milanesi,non importa se poi Milano è come San Pedro Sula, con immigrati fuori di testa che sfasciano auto senza motivo e la sera la gente è tappata in casa. Tranquillo,fra un po' te ne vai anche tu come gli altri.

Alfa2020

Dom, 04/08/2019 - 15:53

lultimo de moicani

caren

Dom, 04/08/2019 - 17:02

"Scusi, dovrei…" "Si rivolga all'ufficiala di turno".

Adespota

Dom, 04/08/2019 - 17:09

"una questione prioritaria". Per me la questione prioritaria è capire come questi dem(enti) possano avere ancora un italiano su 5 che li segua e li voti.

19gig50

Dom, 04/08/2019 - 17:09

Devono andare al casino tutti e due.

giovanni235

Dom, 04/08/2019 - 17:11

Cristina Tajani,ma che cavolo di cognome hai?? Comincia con il mettere a posto il tuo cognome:la lettera "J" non appartiene all'alfabeto italiano e al popolo italiano.Quindi per me sei solo una straniera sproloquiante.

eccomicisono

Dom, 04/08/2019 - 17:13

Certe persone la violenza la fanno al loro cervello... che violenza ci sarebbe nella declinazione??? Sta diventando una città del terzo mondo, avete mandato la città allo sbaraglio, tra un arcobaleno e l’altro Ci vorranno 50 anni per tornare nella decenza e nella normalità, ma forse, dipende ancora dal prossimo voto. Complimenti a tutti e buon lavoro

eccomicisono

Dom, 04/08/2019 - 17:13

Bravi avanti cosi

steacanessa

Dom, 04/08/2019 - 17:15

Che immane belinone!

Santippe

Dom, 04/08/2019 - 17:17

E già, Milano ha risolto tutti i problemi, sicché il sindaco Sala e i suoi sciacquapalle si possono bondrinianamente dedicare allo sfascio della lingua italiana.

dare 54

Dom, 04/08/2019 - 17:20

ERRORE: ingegnero (non "ingegnere") e ingegnera, assessoro ("no "assessore") e assessora. E poi, autisto e autista, farmacisto e farmacista, guardio e guardia, cantanto e cantanta, insegnanto e insegnanta, professoro e professora, giornalisto e giornalista, eccetero eccetera. E magari, anche IGNORANTO e IGNORANTA (pl. ignoranti e ignorante). E poi, perchè invece va bene "modulistica", "società", "programma", "parità", "processo", "sedia" etc. etc.? Togliamo semplicemente l'ultim(a) vocal(e) a tutt(e) l(e) parol(e). Sar(à) un(?) mond(o) pi(ù) equ(o) e solidal(?). ahahahahah!

Fiorello

Dom, 04/08/2019 - 17:23

Hanno ragione, io comincerei a modificare il codice penale eliminando il delitto di omicidio e proponendo oltre al feminicidio, l'ominicidio e il gaycidio. Così facendo si elimina l'uomo e si ripropone l'ominide a cui scientificamente ci si riferisce senza distinzione di sesso. Chissà se i suddetti amministratori conoscono la differenza tra uomo e ominide. Sono comunque degli omuncoli.

Rottweiler

Dom, 04/08/2019 - 17:24

"Una questione prioritaria"...state messi bbbene...

Rottweiler

Dom, 04/08/2019 - 17:26

La lingua italiana in mano ai barbarirossi...L'assessoressa, con la giudicessa e la revisoressa

baronemanfredri...

Dom, 04/08/2019 - 17:39

QUESTO TRADITORE DELL'ITALIA QUANTO FARA' COSTARE ALLE TASSE DEL COMUNE E QUANTO IO DOVRO' PAGARE L'ANNO PROSSIMO PER QUESTA CAZZATA, BAUSCIA PRILA CHI LO HA VOTATO. ORA PAGHEREMO DI PIU' NON CI SONO SOLDI NELLE CASSE DEL COMUNE DI MILANO COME IN ANNI PASSATI. CAMBIERANNO ANCHE LA GRAMMATICA? I LIBRI DI ANALISI LOGIA CE GRAMMATICALE QUESTI UTILI CxxxxxI DEL 6 POLITICO

Luigi Farinelli

Dom, 04/08/2019 - 17:43

Mi raccomando: "E' una questione prioritaria". Il mondo sarà più giusto se si lotterà contro i "pregiudizi di genere" imposti dalla società, la quale ha, per esempio, la grave colpa di classificare i bambini in maschi e femmine quando invece questi dovrebbero decidere da soli e da grandi a che genere appartenere. Cosa ovviamente più difficile da realizzare se non si introducono termini tipo "piloto" e "pilota", "carrozziere" e "carrozziera"...E' un passo per arrivare finalmente al sogno radical femminita del donno (o della uoma), essere androgino indifferenziato e omologato secondo i canoni del sessualmente corretto che affligge certe donne (pardon: certi esseri di genere femminile). C'è chi dice (e a dirlo sono soprattutto donne, perchè un uomo verrebbe impallinato dal Pensiero Unico se osasse dirlo) trattarsi semplicemente di "complesso del pene".

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Dom, 04/08/2019 - 17:54

la teoria gender è l'ultimo rifugio delle canaglie

Ritratto di akamai66

akamai66

Dom, 04/08/2019 - 17:57

Che capolavoro!

Celcap

Dom, 04/08/2019 - 18:03

Sala, se fosse ingaggiato per il film Scemo e + scemo sarebbe uno dei due attori principali. Queste sono le sue vere priorità, Ci ha rubato lui e l’altro idiota di prima per anni i soldi della tari relativa delle pertinenze e poi ha sbandierato che avrebbe restituito il maltolto (perché di maltolto di tratta). Ma dato che le due priorità sono quelle descritte nell’articolo della tari non ha fatto più sapere niente e a chi gli ha chiesto (tramite i centralini perché lui è sparito) il rimborso la risposta è che la corre dei conti non gli ha dato l’ok. Ma è lui che ci ha rubato i soldi e non la corte dei conti (per cui il governo centrale) ed è lui che deve renderli e non la corte dei conti. Ma quello a cui tiene è che una donna assessore venga chiamata assessora o sindaca o che cosa me ne frega a me.

agosvac

Dom, 04/08/2019 - 18:03

Vorrei chiedere a questa signora: ma siamo italiani oppure no? Se siamo italiani dobbiamo conoscere e parlare bene l'italiano se invece voi siete contro l'Italia e gli italiani, allora tutto è consentito. Però, visto che i voti ve li danno gli italiani, state attenti perché potreste anche non avere più tanti voti.

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Dom, 04/08/2019 - 18:47

SE NON SI TOGLIE DI TORNO IL P.D. L'ITALIA NON SARA UNA NAZIONE NE UNO STATO E NON AVREMO UNA PATRIA QUESTI VOGLIONO CAMBIARE IL SENSO DELLE COSE NON VOTARE MAI PIU' A SINISTRA E' COSA BUONA E GIUSTA

eccomicisono

Dom, 04/08/2019 - 18:57

Avanti così, più arcobaleni per tutti, più fiori nei vostri cannoni, più ammore per tutti senza discriminazione... certe persone meriterebbero l’eternità per rispondere di tutte le stupidate che hanno fatto.

Reip

Dom, 04/08/2019 - 18:58

COMPLIMENTI AI MILANESI CHE LO HANNO ELETTO! BELLO SCHIFO!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 04/08/2019 - 19:10

Pensassero alle cose serie. Eppure sono tante da fare. Già, ma per i comunisti si invertono le priorità. Meglio mandarli a casa. Hanno già massacrato l'Italia con le loro strampalate idee.

Rottweiler

Dom, 04/08/2019 - 19:18

Questa è una imbecilla.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 04/08/2019 - 19:31

Dopo la rivoluzione di ottobre 1917 bisogna fare le riparazione a ottobre ... per imparare il rivoluzionario vocabolario dei rivoluzionari dichiarati già falliti nei fatti storici.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 04/08/2019 - 19:36

D'ora in poi quando andrò ad uno sportello pubblico chiederò all'addetto di farmi mostrare il suo sesso, mica posso rimanere nel dubbio se ho di fronte un impiegato o una impiegata e oltretutto dovrò avere la certezza se lo/a stesso/a ha tendenze "ricchioline o farfalline".

Santippe

Dom, 04/08/2019 - 19:45

Stiamo attenti:per mandare in frantumi l'identità di un popolo è importante massacrarne la lingua formatasi attraverso i secoli e che ne costituisce un fondamentale fattore di unità.Questo signore dai calzini arcobaleno si rende conto di quello che fa? Ma perché non pensa a risolvere i tanti problemi che gravano sulla città invece di impelagarsi in cose così delicate e di cui non si avverte alcuna necessità?

gabriel maria

Dom, 04/08/2019 - 20:18

Be anche lui non ha ancora capito se è un maschio o femmina...

carlottacharlie

Dom, 04/08/2019 - 20:21

Ecco qui un altro farloccone. Uno che non ha un neurone funzionante, uno che del politicamente corretto ne ha fatto bandiera. Purtroppo l'ignoranza, la non conoscenza, la mente asservita al cretinismo è pieno il mondo, e l'Italia di rosso vestita ne è il vessillo. Possibile siano così stolti da non capire un tubo? Siano ignoranti che non vedono il gioco che alcuni furbastri stanno veicolando da anni per rendere l'umanità un groviglio di basse inutili stupide menti? Fin quando circoleranno i tanti sala saremo sempre nella ganga. Combatterli in ogni modo e con tanta forza, anche muscolare, se serve. Gli stolti non hanno diritto d'infettare il pianeta specialmente se hanno posti decisionali.

nunavut

Dom, 04/08/2019 - 20:42

É sufficiente ascoltare i telegiornali Italiani per realizzare che stanno storpiando la lingua ITALIANA. Sento : la governo,la deputato (pur essendo un macsulo!),il la giovane etcc.. mi viene da vomitare,se avessi detto queste str@@zate a scuola sarei ancora ripetendo la quinta elementare o forse più realisticamente la terza.

Lugar

Dom, 04/08/2019 - 20:42

Ha aumentato il biglietto urbano a 2 euro. Ma era veramente indispensabile oppure...

pasquino38

Dom, 04/08/2019 - 20:43

Giusto, purché, per par condicio, la regola si applichi a tutto. Quindi distinguiamo il merluzzo dalla merluzza, la trota dal troto, la cernia dal cernio, la zanzara dal zanzaro, ecc. ecc. ecc. Oppure torniamo al latino e reintroduciamo il neutro. Ma facciamo presto! Questa cosa è fondamentale per il futuro del Paese!!!

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 04/08/2019 - 21:12

I "diversi" non vogliono più essere tali. Tanto che un ufficiale di marina si sposa con un altro ufficiale, maschio, mentre nella stessa Arma una donna si sposa con un'altra donna, ufficialessa anch'essa. Il mondo sempre più "diverso" e confuso. La "confusione" sessuale non ha più limiti.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Dom, 04/08/2019 - 21:15

Sala mi ricorda un vecchissimo brano della Pavone "Come te non c'è nessuno.." Il resto? Mancia

fergo01

Dom, 04/08/2019 - 22:43

quindi str0nz1 di sinistra e c0gl1oni di sinistra da oggi sui documenti sono riconoscibili nella stessa maniera?

fergo01

Dom, 04/08/2019 - 22:45

ROTTWEILER..... la coglionessa....

fergo01

Dom, 04/08/2019 - 22:47

ROTTWEILER..... la coglionessa......

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 04/08/2019 - 22:56

Ahahahah: assessora, ufficiala,giudicia,sindaca,pretora,e tante altre bestialità grammaticali...

guardiano

Dom, 04/08/2019 - 23:36

Questi sinistrati non perdono occasione per farsi irridere, io sono geometra e sono maschio come mi chiamerete geometro? ma fatemi il piacere.

maxxena

Dom, 04/08/2019 - 23:37

Sala come al solito si dedica ai principali problemi di milano...lo hanno eletto e democraticamente se lo godano.

Popi46

Lun, 05/08/2019 - 06:51

Nulla di cui stupirsi,per i sinistrorsi da sempre basta cambiare un sostantivo o un aggettivo per cambiare la realtà.... con “sindaca”, “assessora”, ecc, la parità di genere è fatta!

routier

Lun, 05/08/2019 - 08:40

"Quando una società si corrompe il primo ad imputridire è il linguaggio". (Octavio Paz - poeta messicano)

Duka

Lun, 05/08/2019 - 09:13

La colpa può essere della canicola su Milano oppure , più verosimile, vuole distrarre cioè spostare l'attenzione lontana da problemi molto più seri.