Il Venezuela socialista è ridotto alla fame. Maduro trova i colpevoli: sono i panettieri

Guerra del pane in Sud America. I fornai "controrivoluzionari" vengono espropriati e messi in prigione

In Venezuela è scoppiata la guerra del pane, come ai tempi del Manzoni. Una decina i panettieri già arrestati a Caracas, due le panetterie espropriate ma la lista potrebbe presto ingrossarsi visto il piglio militare con cui il governo sta affrontando la questione. Il reato farebbe ridere non fosse che da queste parti si finisce in galera: i panettieri arrestati sono infatti «colpevoli» di aver prodotto troppi «brownies e cornetti» a scapito di baguette e rosette, in un paese stremato da politiche economiche suicide, in cui le materie prime scarseggiano e quel poco che c'è viene razionato fino all'osso da generali corrotti.

«La guerra del pane scatenata dai panettieri nemici della rivoluzione la vinceremo, ve lo giuro!». Questo l'ordine dato l'altro ieri in diretta tv a reti unificate dal presidente del Venezuela, Nicolás Maduro, che oramai tutti a Caracas chiamano el loco, il folle. Già perché solo un pazzo può arrivare a pensare davvero che dietro la scarsità di pane ci sia sul serio un piano internazionale ordito dall'«impero del male yankee». Eppure per il delfino di Chávez proprio dagli Usa sarebbe partito l'ennesimo piano diabolico per fiaccare il morale di un popolo venezuelano già allo stremo per mille motivi dall'inflazione che viaggia al 1000% ai tassi di omicidi quasi «siriani» il tutto con la compiacenza di panettieri che, chissà perché, farebbero sparire il pane dagli scaffali.

Eppure molti, a partire dall'associazione Fevipan che difende i diritti delle novemila panetterie venezuelane, denunciano la gravità della situazione. Da troppo tempo oramai assistono infatti impotenti al crollo continuo delle importazioni di cereali. Il problema vero, insomma, è che «manca la materia prima» e questo «rende tutti i lavoratori del settore sempre più disperati». Tanto che per Juan Crespo, presidente del Sintra-Harina, il sindacato dei lavoratori delle farine, «per far fronte al fabbisogno primario del paese ci sarebbe bisogno di almeno 4 navi ogni mese, cariche di trenta tonnellate l'una di grano». Più che una supplica un miraggio, viste le condizioni del Paese. Anche perché per Maduro il problema sono i panettieri controrivoluzionari ed affamatori del popolo se è vero, come di fatto lo è, che nella capitale Caracas da 15 mesi gli stremati abitanti desiderosi di mettere in tavola un po' di pane sono costretti a sciropparsi file chilometriche, come nella Cuba del «periodo speciale» d'inizio anni Novanta. E così, dopo aver denunciato «la guerra del pane che affama il popolo», il presidente più odiato della storia venezuelana ha deciso di «farla pagare a chi di dovere, costi quel che costi». Detto fatto e, così, da ieri oltre duemila tra militi della Guardia Nazionale Bolivariana, dell'esercito e finanche funzionari del Sebin gli ineffabili e torturatori 007 di regime - hanno preso d'assalto le 709 panetterie di Caracas, alla ricerca di crimini che ne giustificassero l'esproprio, con annesso arresto degli infidi panettieri. Naturalmente, grazie alla notoria efficienza degli agenti chavisti in divisa e in borghese dopo poche ore erano già una decina gli impastatori portati via in manette per ordine dell'inflessibile Sundde, acronimo che sta per Superintendenza dei Prezzi Giusti, ed almeno due le panetterie espropriate ed affidate seduta stante alle «cure amorevoli» dei Clap, i Comitati Locali per la Produzione dello Stato.

Dal canto loro gli impauriti panettieri hanno chiesto un incontro urgente col governo. L'obiettivo è quello di far capire a Maduro che dietro la produzione di qualche brownies e cornetto non c'è nessuna congiura anti-rivoluzionaria, che gli Usa non c'entrano nulla, ma c'è semplicemente un bisogno di sopravvivenza. Vendendo solo pane, infatti, non riuscirebbero mai a coprire neanche un terzo dei costi di produzione ai ridicoli prezzi fissati dal regime.

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 18/03/2017 - 09:17

Comunisti. Guardate cosa combinate nel mondo. Questi sono i vostri risultati. Cancro della società. Siete riusciti ad affamare tutti gli stati in cui avete...governato (dittatorialmente). Ma come fanno a votare per un'ideologia malsana come la vostra?

paolonardi

Sab, 18/03/2017 - 09:49

Solita storia che si ripete inesorabilmente dove il socialistume, comunque camuffato, arriva al governo ed applica quella sciagurata dottrina economica. Anche quest'ultima dimostrazione non sara' utile a far aprire gli occhi agli elettori di tutto il mondo.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 18/03/2017 - 10:12

....Questo Maduro,come è andato al "potere"?...Per volontà dei Marziani,o della stragrande maggioranza dei venezuelani?

Ritratto di giangol

giangol

Sab, 18/03/2017 - 10:13

tutta colpa dei nazofascisti

chicasah

Sab, 18/03/2017 - 10:26

galleggia sul petrolio e la gente ha fame. Normale i soliti successi dei regimi comunisti.

sesterzio

Sab, 18/03/2017 - 10:33

Era impensabile che una nazione potenzialmente ricchissima come il Venezuela finisse in miseria.Solo un regime dittatoriale poteva riuscirci.Il "folle" ce l'ha messa proprio tutta!!!

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Sab, 18/03/2017 - 10:35

un piccolo Stalin. i panettieri come i kulaki. prossimo passo il grande terrore

Fjr

Sab, 18/03/2017 - 10:46

L'impero colpisce ancora,Maduro ma quanto dura?un'altro puro e Maduro per una bella revolucion

Ritratto di pfedrizzi

pfedrizzi

Sab, 18/03/2017 - 11:03

Il vero sconforto nel leggere tutto ciò è che ho amici imprenditori che sono ancora ideologicamente di sinistra, votano a sinistra e considerano fascisti tutti coloro che cercano di spiegare che esistono alcune elementari regolo di economia che sono alla base di tutto e che sono: chi lavora di più merita di guadagnare di più, chi è sfortunato, va aiutato, chi è sfaticato va lasciato a riposarsi ed ad affamarsi.

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Sab, 18/03/2017 - 11:09

Presto toccherà all'Italia....

Popi46

Sab, 18/03/2017 - 11:15

Bene che stringano a dovere la cinghia, forse servirà di lezione ai sopravvissuti quando andranno a votare

paràpadano

Sab, 18/03/2017 - 11:22

Dove c'è comunismo e socialismo c'è sempre fame miseria e morte, la si giri come si vuole ma è così.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 18/03/2017 - 11:38

Maledetti fornai trotzisky nazifascisti. Li stermineremo tutti a martellate. È c'è nel XXI secolo chi vota ancora queste bestie comuniste, appena vanno al potere distruggono tutto, morte miseria e fame. Lo slogan del cav è reale.

Marcobaggio

Sab, 18/03/2017 - 11:40

Sapete che cosa è il Venezuela oggi?Una dittatura comunista militare. Sapete che il generale di brigata Jorge Pèrez Mausille è il delegato alla distribuzione dell'olio?e che il generale Josè Inès Gonzales è quello del riso,e il contrammiraglio Angel Rueda Pinto ha il controllo sul pollame e il generale di brigata Vera Boade ha la supervisione sulla carta igenica.Tutti dati che il bravo Paolo Manzo ha già riportato in un suo precedente articolo mi pare,e che io volevo riproporre per fare mente locale sul terremoto politico venezuelano che non vede ancora una soluzione dignitosa.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Sab, 18/03/2017 - 11:58

VENEZUELANI RIBELLATEVI E SPAZZATE VIA L'USURPATORE COLOMBIANO TRAMVIERE ED IL SUO REGIME CORROTTO E NARCOTRAFFICANTE CHE VI STA MASSACRANDO DI FAME VIOLENZA E MALATTIE !!!

Ritratto di robocop2000

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 18/03/2017 - 12:27

Molti anni fa un allenatore di calcio sudamericano, Herrera, quando perdeva la partita si scusava accusando il tempo: "Colpa del viento", diceva.

Ritratto di Flex

Anonimo (non verificato)

Ritratto di ezekiel

ezekiel

Sab, 18/03/2017 - 13:03

Scusate, sto cercando elkid, riflessiva ex conviene e pravda99. Qualcuno li ha visti?

Ritratto di ezekiel

ezekiel

Sab, 18/03/2017 - 13:06

E sia Maduro che Chavez erano grandi amici di Castro. Questo la dice lunga sul lider maximo e su tutti quelli che lo hanno osannato alla sua morte, compreso il pampero argentino.

MOSTARDELLIS

Sab, 18/03/2017 - 13:22

No caro Zagovian, el loco, il folle è andato al potere perché delfino del tiranno Chavez che ha cominciato ad affamare il popolo venezuelano perché doveva d are i soldi del petrolio agli amici suoi che hanno sposato il cosiddetto chavismo, vale a dire i Governanti di Ecuador, Bolivia, la -Cristina dell'Argentina e la Dilma del Brasile. Queste due fortunatamente fatte fuori da elezioni e da impeachment. In quanto al voto in Venezuela vorrei vedere chiunque votare con il fucile puntato.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Sab, 18/03/2017 - 13:43

Un mio vicino venezuelano, ogni giorno passa casa per casa per raccogliere cibo ma sopratutto medicinali che poi lui consegna ad un corriere il quale attraverso Colombia lo porta in Venezuela. La gente é alla miseria nera. Non hanno piú nulla. Egli ogni giorno é in contatto con i familiari e la situazione é disperata. E quel boccalone di maduro da la colpa ai piú improbabili responabili. Egli e la sua politica sno i veri colpevoli. I deutati della opposizione, che sono poi la maggoranza, peró senza potere, decisero di raccogliere firme per la destituzione di maduro e della sua corte mediante referendum. Le raccolsero secondo i crismi della legalitá. Il tribunale elettorale, di nomina governativa, annulló il referendum con delle scuse che fanno ridere i polli. Si badi bene che il referendum per la destituzione del presidente é previsto dalla costituzione. Si fanno beffe pure di quella.

Ritratto di Turzo

Turzo

Sab, 18/03/2017 - 13:44

Le zecche rosse che infestano queste pagine dove sono? nulla da dire sul grande komunismo? Ah già il vostro è differente....

Tuthankamon

Sab, 18/03/2017 - 14:26

Per rovinare dei Paesi con infinite risorse come il Venezuela e il Brasile ci vuole un notevole impegno. I "progressisti" ci sono riusciti!!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 18/03/2017 - 14:36

@MOSTARDELLIS:...se effettivamente la stragrande maggioranza della popolazione,fosse contro questo regime,esiste pur sempre,lo strumento estremo della rivoluzione.

Ritratto di Straiè2015

Straiè2015

Sab, 18/03/2017 - 15:14

Ennesimo trionfo del socialismo reale di stampo bolivariano, quello che piaceva tanto a Lula e Dilma, e che non sono riusciti ad impiantare in Brasile per un pelo. Anche così, 13 anni di cattocomunismo sono stati più che sufficienti per generare la più grave crisi economica del Brasile degli ultimo 70 anni. Complimenti, companheros! Sempre adelante!

Vigar

Sab, 18/03/2017 - 15:22

Un paese che detiene tra le maggiori riserve di petrolio al mondo!... Ancora c'è chi non ha capito che i regimi comunisti hanno saputo solo portare miseria, disperazione e morte. Ma per capire queste cose bisogna studiare un pò di storia e ciò richiede un certo impegno....E' più facile alzare il pugno chiuso e cantare bella ciao.

Ritratto di combirio

combirio

Sab, 18/03/2017 - 16:17

Per tutti gli idioti di sinistra che scrivono sul giornale metterei un premio di un soggiorno con biglietto di sola andata per il Venezuela, giusto per assaporare l' aria del Comunismo.

levy

Sab, 18/03/2017 - 16:51

Se la cosa non fosse tragica sarebbe comica, ma c'è poco da ridere perchè anche noi siamo sulla stessa strada.

levy

Sab, 18/03/2017 - 16:56

Un regime che si prende la briga di legiferare anche sul pane, come deve e non deve essere fatto, ricordiamoci che non siamo lontano anche noi da un governo che ficca il naso in ogni minimo dettaglio. Ad ogni legge corrisponde una sanzione per chi la vìola e questa cosa è musica alle orecchie del governo.

levy

Sab, 18/03/2017 - 16:59

Maduro è un idiota ignorante, ma non è il solo, tutti quelli che eseguono i suoi ordini sono maggiormente colpevoli, dire "io eseguo solo un ordine" prevede lo spegnimento previo del proprio cervello, vale anche qui.

sparviero51

Sab, 18/03/2017 - 17:06

MALEDETTI SOMARI !!!

Ritratto di mbferno

Anonimo (non verificato)

Cheyenne

Sab, 18/03/2017 - 18:16

DOPO UN DECENNIO DI GOVERNO COMUNISTA ANCHE L'ARABIA SAUDITA FALLISCE

Cheyenne

Sab, 18/03/2017 - 18:20

IO CREDO CHE,PURTROPPO, GLI USA DOVREBBERO RICOMINCIARE CON LA POLITICA DEI GOLPE. ALLENDE AVEVA RIDOTTO ALLA FAME IL CILE, PERON+ISABELITA L'ARGENTINA, LULA E LA SUA COMBRICCOLA DIMETTEREBBE A POSTO LE COSE (TRATTANDOSI TRA L'ALTRO DI PAESI POTENZIALMENTE RICCHISSIMI),

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Sab, 18/03/2017 - 18:23

@ ezekiel ELKID LO TROVI SOLO LUNEDI PERCHE' SILVIO NON LO PAGA PER LAVORARE NEL WEEK END.

Ritratto di ezekiel

ezekiel

Sab, 18/03/2017 - 21:07

robocop2000 18:23 - Ah dici che elkid è un troll pagato da Silvio?

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Dom, 19/03/2017 - 11:19

@ezekiel E' OVVIO BASTA VEDERE LA PARTICINA DEL COMUNISTELLO CHE RECITA. UN COMPITINO CON LA SUFFICIENZA TANTO PER MERITARSI LA PAGA NULLA DI PIU' COME IL PATETICO HASTASIEMPRE CHE NON USANO PIU' MANCO A CUBA. AHAHAHAH