Verdini appoggerà Giachetti (e Sala)? Orfini: "Se vuole le primarie convinca la destra a farle"

Ancora un'allarme Verdini nel Pd. Stavolta per l'eventualità, ventilata da un articolo di Repubblica, di una sorta di "soccorso Ala" non più e non solo in parlamento, ma anche nelle urne delle primarie per le Comunali. A vantaggio dei candidati sindaco più vicini a Matteo Renzi. Ma Orfini mette le mani avanti: "Se davvero Verdini ha voglia di primarie, convinca la destra a organizzarle"

Nel Pd sono ancora forti i malumori dopo l'appoggio dato da Verdini sul voto di fiducia posto dal governo per far passare la legge sui diritti civili. Intano si apre un nuovo fronte polemico, questa volta legato alle primarie di Roma, in programma domenica 6 marzo. Matteo Orfini, presidente dei democrativi, tenta di spegnerle sul nascere. Lo fa con un tweet, secco ma incisivo: "Se davvero Verdini ha voglia di primarie, convinca la destra a organizzarle. Le nostre sono off limits per chi non è di centrosinistra". Orfini non è un esponente pd qualunque: oltre ad essere presidente del partito, infatti, è commissario dei dem a Roma. Magari non detta legge, ma la sua voce conta. Così prova a smontare le indiscrezioni, uscite su Repubblica, sulle manovre di Verdini a favore della candidatura del renziani Giachetti. Manovre che, secondo il quotidiano, sarebbero in corso anche a Milano, a sostegno di Beppe Sala.

Si fanno sentire (ovviamente smentendo tutto) anche i verdinani. "Né io né i miei amici siamo iscritti al Pd e non abbiamo, pertanto, alcuna intenzione di partecipare a questa battaglia. Né tantomeno l'amico Denis Verdini ci ha mai dato indicazioni di voto per le primarie, né per alcun candidato del Pd", assicura Ignazio Abrignani. "L'unica cosa che ritengo di fare è un in bocca al lupo a tutti i candidati per domenica", aggiunge il deputato Ala, strettissimo collaboratore di Verdini, spiegando peraltro che "leggo oggi su un quotidiano dei virgolettati nei quali non mi riconosco né - dice - ritengo di avere pronunciato". "Il mio ragionamento, parlando con dei colleghi in Transatlantico, è stato diverso: stimo l'onorevole Giachetti, anche per comuni passioni, e lo riterrei un ottimo candidato della città in cui vivo, per cui, se fossi - ragiona l'ex FI - un elettore del Pd, domenica avrei votato per lui".

Repubblica descrive la "strategia in tre mosse" di Verdini, volta a spostarsi ancora di più dalla parte di Renzi: aiutare i candidati più vicini al leader Pd alle prossime amministrative, dare loro una mano in campagna elettorale e, dove possibile, mettere in piedi delle liste civiche, alleate con il Pd, per irrobustire il fronte moderato. Ovviamente le partite più importanti in cui Verdini vorrebbe giocare un ruolo sarebbero quelle di Roma e Milano.

Il nervosismo in casa Pd trapela anche dalle parole di Pierluigi Bersani: "Votano alle primarie? Non avevo il minimo dubbio". E sul sostegno degli uomini di Verdini sui diritti civili, rincara la dose: "Non è vero che il voto di Verdini era necessario e indispensabile per una buona legge sulle unioni civili - ha detto a Radio Cusano Campus -. Non è vero che c’era bisogno di Berlusconi quando si è fatto il patto del Nazareno. Non è vero, nel caso di Verdini, che si tratta di una nuova formazione politica. Questo è trasformismo particolare e preoccupa perché evidentemente sposta l’asse del governo su posizioni che non sono, ai miei occhi, posizioni di un centrosinistra solido e combattivo".

E Massimo D'Alema, dopo aver ribadito che la politica del Pd non lo convince, ma che comunque non intende dare vita a nuove formazioni politiche, sferra il colpo: "Credo che il rapporto tra Renzi, Lotti, il gruppo fiorentino e Verdini sia un rapporto di amicizia e di solidarietà che viene da molto lontano, molto prima che Renzi diventasse segretario del nostro partito. Si dice che Verdini lo abbia anche aiutato durante le primarie per fare il sindaco di Firenze".

Commenti

i-taglianibravagente

Gio, 03/03/2016 - 11:19

ORFINI che fa la verginella (a parole ovviamente e come sempre) e' uno spettacolo nauseante. Ma magari ai sinistri piace.....de gustibus....

Ritratto di ..gufidiTag£ia.

..gufidiTag£ia.

Gio, 03/03/2016 - 11:30

pd+l = pd-l = COMPARI DI MERENDA

maurizio50

Gio, 03/03/2016 - 11:54

E' un dilemma apocalittico: Se Renzi si fa aiutare da Verdini, ormai a tutti gli effetti alfiere del PD, quel menagramo di Orfini chiama a raccolta selvaggi e beduini raccattati per ogni dove perchè "sono nel DNA delle primarie". Ditemi voi quale futuro gli Italiani si possono attendere da mentecatti di tale levatura!!!!!

agosvac

Gio, 03/03/2016 - 12:25

Egregio orfini, ormai verdini fa parte del Pd. Che c'entra organizzare primarie per una formazione politica di cui non si fa più parte????? Lo avete voluto, tenetevelo!!!!!

orso bruno

Gio, 03/03/2016 - 12:27

Verdini viene usato dal PD quando fa comodo e contemporaneamente viene snobbato.Nemmeno un minimo di amor proprio

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 03/03/2016 - 12:44

@maurizio50, a sinistra si fanno schermaglie, ma poi si presentano alle primarie e, con la visibilità e le propaganda che ne consegue, possono pure vincere le elezioni, a Milano come a Roma. A destra invece litigano come lavandaie al mercato, e si presentano divisi e perdenti. Dica lei chi è più mentecatto ...

Giorgio1952

Gio, 03/03/2016 - 13:06

Forse non è ancora chiaro che non n'è più ne destra ne sinistra, esiste un movimento trasversale di centro e gli estremismi populisti e demagogici in senso opposto, quello di destra con Salvini e quelli degli irriducibili di sinistra, che sono una razza in via di estinzione. Si deve tenere a galla l'Italia altrimenti andiamo tutti a fondo!

Duka

Gio, 03/03/2016 - 13:39

Ma si facciamo un bel minestrone e mettiamoci anche i fagioli così la facciamo più rapida.

rossini

Gio, 03/03/2016 - 13:41

Tranquilli. Verdini potrà essere un esperto di compravendita di deputati. Ma quando si tratta di voti, di quelli della gente comune da far valere alle elezioni, conta quanto il due di briscola. Sia che appoggi Tizio, sia che appoggi Caio, gli farà guadagnare solo il voto suo e, forse, quello dei suoi familiari.

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 03/03/2016 - 13:44

Caro Liberopensiero 12e44 secondo me quelle che TU chiami SCHERMAGLIE con di mezzo un Dalema, sembranp piu BATTAGLIE, solo che LORO forse sono piu "scafati" dato che sono vecchi del MESTIERE a COPRIRE. Comunque se SPARTA,litiga ATENE non è da meno. Se vedum.

ziobeppe1951

Gio, 03/03/2016 - 13:45

Liberopensiero77....anche x te...l'ottimismo è il profumo della vita

brunicione

Gio, 03/03/2016 - 13:46

Il motto dei politici Italiani: "Francia o Spagna, purchè se magna"

corto lirazza

Gio, 03/03/2016 - 14:00

Orfini: "Vada con la destra, basta che voti per noi quando serve."

maurizio50

Gio, 03/03/2016 - 14:05

A liberopensiero77. Non c'è dubbio!! Il Partito dei mentecatti è quello che ci tira in casa centinaia di migliaia di sbandati nulla facenti che poi fa mantenere agli Italiani. Il Partito che per far votare tutto il terzo mondo ci tira in casa delinquenti di ogni razza , lingua e religione, con le fregnacce suull'accoglienza e sulla salvaguardia delle vite umane. Il Partito che ha reso le nostre città invivibili perchè infestate da bande di ladri e cialtroni che rapinano la gente nelle case e che poi si perde a fare i distinguo su chi ha diritto o no di votare PD , se Verdini o Alfano!! Insomma il Partito , vero cancro del vivere civile, che lei si affanna a sostenere!!!!

giosafat

Gio, 03/03/2016 - 14:09

Avete voluto comperarlo (senza necessità qualsiasi sua advance sarebbe naufragata) e ora ve lo tenete. Fra l'altro, essendo merce avariata, non potete nemmeno renderla.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Gio, 03/03/2016 - 14:24

Orfini? interpretazioni e commenti da clown della politica. Ripresenti Marino se ha coraggio, invece del Giachetti, l'uomo dai ridicoli scioperi della fame alla Pannella e sostenitore dei radicali, inventori di "radio migranti" e difensori dei rom. Ma il partito di RenzieAlfano è fatto anche dai Bassolino e dai Sala. Ritengo ormai Verdini un amico che da tempo agisce per lo scout. E' quanto dire.

vince50_19

Gio, 03/03/2016 - 14:42

Avevo commentato questo articolo ma non lo vedo. Riprovo.. In buona sostanza credere ancora a ideologie di dx e di sx non ha più alcun senso: solo per chi vuole "litigare" ad libitum. Questi due ne sono un chiaro esempio. Il partito della nazione è in testa a faccia di bronson e il ragazzone dalla chiama bianca (massone di bassa levatura secondo il massone Magaldi) gli da una mano a mettere all'angolo i dem e acquisire parlamentari di cdx. Metterà naso la magistratura su tutte queste transumanze (oltre 340)? Maaaaahhh .. Sembra una rinascita della nota balena bianca, altro che il nuovo che avanza. Grazie anticipate al moderatore se pubblicherà.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Gio, 03/03/2016 - 15:05

@maurizio50, non si agiti, io non sostengo nulla. Il guaio è che a destra, con le loro politiche divisive, finiscono per far vincere la sinistra, e pure lei che gli vota ...

19gig50

Gio, 03/03/2016 - 15:06

Ma quanta importanza danno a uno che non conta una sega!!!

Ritratto di illuso

illuso

Gio, 03/03/2016 - 15:40

@liberopensiero77 ore 12,44. Egregio, a mio avviso amministrare politicamente con un minimo di imprenditorialità città come roma sara impossibile a prescindere dal colore politico. La politica diversamente colorata ha portato la capitale dell'italieta agli ultimi posti al mondo...vedi la notizia ciliegina del giorno "pantegane a Roma"

unosolo

Gio, 03/03/2016 - 16:31

ha dimostrato lealtà come mercenario ed ora vuole il compenso, oppure l'immunità , il PD deve decidersi .,

angelovf

Gio, 03/03/2016 - 17:51

Non ci sono titoli per definire certi vermi. Mi astengo.

friskiez

Gio, 03/03/2016 - 19:11

Sicuri che non si stia dando da fare? A quanto dicono in giro la moglie PR di un esponente di Ala si sta dando da fare per sostenere Marchini da una parte e Giachetti dall'altra, entrambi graditi a Renzi in caso di vittoria. La politica dei due forni, uno a dx e uno sx, per stare tranquilli. Ma non hanno fatto i conto con la Raggi.... ah dimenticavo, anche lei ha la sua genesi nello studio di Previti... insomma chi vince vince per le lobby romane!!