Verdini in maggioranza? Renzi: "Da qui al 2018..."

Il premier assicura: "Meno tasse per tutti". Ma conferma che non toglierà le tasse sulle case di lusso

Lo slogan resta sempre "meno tasse per tutti". Matteo Renzi tira dritto con la legge di Stabilità: conferma che le tasse sulla prima casa non le toglierà proprio a tutti, che il tetto al contante sarà alzato nonostante la minoranza dem e che, pur di andare fino in fondo, è anche disposto a metterci la fiducia. Tanto per cambiare. Il fatto è che il premier non si fa tanti problemi sui numeri, nemmeno al Senato dove è più debole. Il nuovo innesto potrebbe essere proprio Denis Verdini. "Per ora non entra nella maggioranza - mette in chiaro a Otto e mezzo - ma da qui al 2018...".

Il testo della legge di Stabilità devrebbe arrivare nelle mani del presidente della Repubblica Sergio Mattarella già "nelle prossime ore". Non ci dovrebbero essere grandi novità rispetto alle misure illustrate dal premier stesso in conferenza stampa la scorsa settimana. Non cambia, per esempio, l'innalzamento del limite al contante a 3.000 euro. "Su questo - avverte Renzi - siamo pronti anche a mettere la fiducia". Mentre cambia, come è già trapelato nelle scorse ore, l'abolizione delle tasse sulla prima casa. Che non varrà proprio per tutti. Alla fine Renzi ha ceduto ai pasdaran della minoranza piddì. "Quando si è capito come stavano le cose sui castelli mi si è illuminata la lampadina - spiega - ma non potevo immaginare che il dibattito intorno alla legge di stabilità fosse tutto intorno ai castelli". Intanto, il testo della legge di Stabilità non è arrivato in parlamento. E circolano bozze che confermano la patrimoniale sulla casa. Sembra infatti che per chi possiede una seconda abitazione i Comuni potranno aumentate l’aliquota Tasi. Ma il premier continua ad assicurare: "Chi paga le tasse nel 2016 ne pagherà di meno. Non consentiremo a nessun comune e a nessuna regione di alzare le tasse".

Commenti

giovanni951

Mer, 21/10/2015 - 21:33

verdini, sei una vergogna...non provi disgusto quando ti guardi allo specchio?

Anonimo (non verificato)

jeanlage

Mer, 21/10/2015 - 23:36

Le colpe imperdonabili di Berlusconi? Alfano, Verdini, Brambilla.

nunavut

Gio, 22/10/2015 - 00:34

Ecco dimostrato il perché Berlusconi non potè mai fare le riforme che voleva, elencate i voltagabbana odierni che sono andati con il PD, Fini per salvarsi dalle rogne con la casa a Montecarlo,Formigoni per salvarsi dalle sue magagne lombarde, Casini il casinista (il cognome descrive esattamente la sua personalità)etc... Verdini poi é come una verza tutta riccia ma puzzolente quando fermenta (spero finisca di fermentare nel PD)

vince50_19

Gio, 22/10/2015 - 08:43

Qui val bene quel che disse Montanelli quando votò Dc, turandosi il naso. Già, perché dall'altra parte il fetore sarà stato insopportabile.. ahahahaha .. Oltretutto il "vecchio e bianco" toscano è stato rinviato a giudizio (bancarotta fraudolenta del Credito cooperativo fiorentino) ma è ancora saldamente attaccato alla cadrega. L'attuale p.d.c. si limita a gigionare sull'appoggio esterno del "collega toscano".. Forse quando sarà assolto (ipotizzo, non preconizzo perché non sono seguace di Otelma) chissà.. gli aprirà le porte del partito? ..

Ritratto di .5Stars...

.5Stars...

Gio, 22/10/2015 - 08:59

i soliti slogan, la solita Propaganda(Due)... conoscono bene gli italioti e non hanno nemmeno più bisogno di nascondersi, giocano a carte scoperte

maurizio50

Gio, 22/10/2015 - 09:02

E poi qualche anima candida....di giudice sta ancora perseguendo il Berlusca perchè un certo Scilipoti passò a suo tempo a sostenere il centrodestra. Forse in Italia i giudici sanno guardare solo e soltanto quel che fa Berlusconi!!!!!!

roberto del stabile

Gio, 22/10/2015 - 09:32

solo una cosa si deve fare UNA LEGGE SUL VINCOLO DI MANDATO e tutti questi sorci schifosi spariranno

ex d.c.

Gio, 22/10/2015 - 09:51

Verdini a fianco di Renzi ci rassicura, forse il patto del Nazareno è ancora in atto.

Libertà75

Gio, 22/10/2015 - 11:17

E così alle prossime politiche, in lista PD si alterneranno i democristiani di sinistra con quelli di destra, mentre i socialdemocratici e posticomunisti staranno alla finestra a guardare. Nati comunisti e morti democristiani! Amen

cenzo48

Gio, 22/10/2015 - 13:17

Vergognati brutto traditore.