"Il vero scandalo romano? Hanno lucrato sui poveri"

Giorgia Meloni prende le distanze dalle etichette date all'inchiesta: "Guai a incolpare solo la destra". E difende Alemanno: "Non credo che sia coinvolto"

Roma - Onorevole Giorgia Meloni, è rimasta sorpresa dallo «scandalo Capitale»?

«La portata dell'indagine è impressionante e accende i riflettori su tutta la classe dirigente romana. Non si tratta solo della conta degli indagati di destra e sinistra. Qui l'unico colore politico è il colore dei soldi».

Così non si rischia di assolvere la politica?

«Nessuna assoluzione. Chi ha sbagliato deve pagare. Punto. Ma il quadro è quello di un sottobosco di burocrati difficili da rimuovere in grado di far valere il proprio peso, amministrazione dopo amministrazione. E poi oltre alle colpe della politica qui emerge un problema di società civile, di imprenditoria, di cooperative».

Qualcuno presenta l'indagine come lo scandalo della destra romana.

«Balle. Il tentativo c'è, ma è come se io dicessi che è lo scandalo della sinistra perché moltissimi indagati sono di sinistra. È talmente evidente che il Pd è coinvolto che non ho bisogno di dirlo io. Lo fa Orfini quando dice che occorre rifondarlo. Peraltro il sistema cooperativo certo storicamente non riguarda la destra. Bisogna fare pulizia invece di tentare in maniera sgangherata di scaricare responsabilità».

C'è davvero la mafia nella politica romana?

«La mafia tradizionale usa il ricatto per estorcere denaro o affiliazioni. Qui mi sembra che il meccanismo sia inverso: ci si rivolge volentieri a determinati personaggi per conquistare potere o essere eletti».

Roma subisce un danno di immagine enorme.

«Non ci sto a trasformarla in una sorta di grande Romanzo Criminale a cielo aperto. Qui c'è gente onesta, tartassata dalle tasse comunali e regionali più alte d'Italia e da servizi pessimi».

Le ha fatto male vedere coinvolti esponenti della destra?

«Certo, ma aspettiamo di veder chiarite le responsabilità».

Cosa l'ha colpita delle accuse?

«Che si lucrasse perfino sui più poveri. Noi abbiamo sempre denunciato l'anomalia di un pensionato sociale con 480 euro a fronte di 900 per i richiedenti asilo. Ora si chiariscono molte cose».

Cosa pensa del coinvolgimento di Gianni Alemanno?

«La sua è una posizione al vaglio degli inquirenti, come loro stessi dichiarano. Ho apprezzato l'autosospensione. Spesso non ho condiviso le sue scelte politiche, ma mi viene difficile credere che abbia a che fare con la mafia».

Quali le sue colpe allora?

«Aver dato fiducia a persone che fiducia non meritavano».

Pensa che Alemanno si sia arricchito alla guida di Roma?

«Non mi sembra proprio».

È possibile fare campagna elettorale a Roma senza compromessi?

«Sì, ma bisogna lavorare il triplo. A Roma certi poteri hanno avuto peso perché la politica non si è ribellata, ma spesso si è ben volentieri piegata. E naturalmente se ti metti contro alcuni personaggi, giornali o cooperative puoi avere problemi».

È un errore abolire il finanziamento pubblico?

«Si sente spesso lodare il sistema Usa. A me fa schifo. In Italia siamo passati da un sistema con zero controlli a uno con zero finanziamento. Si rischia che la politica non sia più libera da certi condizionamenti e che la possa fare solo chi è ricco o ladro. Un tempo il Msi riceveva donazioni dalla gente comune, da chi credeva nell'idea. Oggi in epoca post-ideologica le donazioni alla politica hanno spesso altri fini».

È mai stata contattata dai personaggi coinvolti nell'inchiesta?

«No».

La giunta va sciolta per mafia?

«Marino dovrebbe dimettersi, ma per i suoi risultati disastrosi. Anche perché se si sciogliesse da solo, il consiglio eviterebbe il rischio di uno scioglimento per mafia».

Si candiderà alla guida di Roma?

«Dopo Marino potrebbe non esserci più un Comune da governare. Roma merita di meglio».

Commenti
Ritratto di gabrichan46

gabrichan46

Gio, 04/12/2014 - 08:54

Cara onorevole Giorgia Meloni, io sono uno di quelli che le vogliono bene. L'impressione, però, è che i politici siano innocenti non perché puri e retti, ma solo perché non sono stati ancora scoperti.

Ritratto di mark 61

mark 61

Gio, 04/12/2014 - 09:02

questa è quella che parla e riparla incazzata sulle pensioni d'oro e poi vota per mantenerle !!!!!!!!!!!!!!! COMPLIMENTI

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 04/12/2014 - 09:26

Io la preferivo quando faceva la bambinaia per il kompagno fiore.

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 04/12/2014 - 09:31

Quindi che Alemanno abbia assunto e posizionato nelle municipali di Roma alcuni oggi inquisiti, lo ha fatto solo per abbattere la disoccupazione.

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 04/12/2014 - 09:32

Quindi che Alemanno abbia assunto e posizionato nelle municipali di Roma alcuni oggi inquisiti, lo ha fatto solo per abbattere la disoccupazione!

moichiodi

Gio, 04/12/2014 - 10:03

La bella addormentata nel bosco.un sindaco che sbaglia entourage, ma che sapeva certamente da che ambiente proveniva. Ma poi il problema non è se le colpe sono a destra o al centro o a sinistra. Certe persone non devono fare politica.e la condanna deve essere netta.

glasnost

Gio, 04/12/2014 - 10:18

La vera cosa irritante è il fatto che, per fregare soldi speculando sugli immigrati, ci raggirano con le storie del buonismo e dell'accoglienza. Incoraggiano questi poveretti a venire in Italia (la Boldrini andava anche ad accoglierli a lampedusa) solo per poterci speculare sopra. Mentre, chi diceva di darsi una regolata con questi arrivi, veniva assalito come razzista. Questi raggiri alla gente in buona fede sono cose veramente insopportabili.

vince50

Gio, 04/12/2014 - 10:35

Il vero scandalo(oltre a lucrare sui poveri),è la profonda disonestà e vigliaccheria della grandissima parte dei politicanti che in alcuni casi senza il minimo senso di vergogna osano definirsi "onorevoli".Essendo uomo di destra,che dico anzi di profonda destra,sono rammaricato ma volevo dire estremamente incazzato sentire che anche politici di destra sono probabilmente coinvolti con il malaffare.Gli ideali?sono finiti nel cesso,la correttezza politica?anch'essa,ci rimane soltanto la vergogna che in molti casi fa curriculum.E pensare che io in possesso di Porto d'armi al più insignificante errore mi viene ritirato,al contrario con grandi porcherie è concesso fare politica anzi devono far parte del bagaglio personale.

Rossana Rossi

Gio, 04/12/2014 - 10:45

Facciamo attenzione. Con questo 'sistema' cancerogeno con cui è governata questa povera Italia si rischia che un domani venga fuori qualcuno molto deciso e che dica ' da oggi in poi si fa come dico io'.........sarà un male?????

Frank.brownies

Gio, 04/12/2014 - 11:24

Il nostro ex sindaco che tanto si e' impegnato contro zingari ed immigrati era pappa e ciccia con chi ne ha fatto un business piu' redditizio della droga....ora vediamo quanti personaggi legati alla nostra ex presidente di regione cascheranno..non oso immaginare cosa avreste detto se tutto questo fosse successo durante il mandato di Marino.....

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 04/12/2014 - 12:02

Queste affermazioni buoniste la affiancano alla Boldrini. E se, invece di poveri, incominciassimo a parlare di criminalità bell'e buona? Rigurgitata dalle patrie galere.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 04/12/2014 - 13:41

Ma chi è la "madre" degli appalti che "rendono più della spaccio di droga"? Una a caso... La Boldrini.

Gioa

Gio, 04/12/2014 - 14:37

non sono di sinistra mai stata. Io condivido fortemente quello che dice Giorgia Meloni. E' lo schifo che più schifo non c'è. Roma è una città bellissima che andrebbe sanata da persone oneste che non si piegano a nulla!. Essere minacciati e ricattati ha sempre fatto parte della vita. Chi onestamente non si piega deve pagare al posto del disonesto e truffatore. I più deboli sono coloro che ci rimettono sempre perchè sfidono i poteri forti con convizione di riuscita, pronti a pagare tutto perchè l'istituzione regni sovra. Un appello alla Magistratura: è ora di finirla a difendere i poteri forti mafiosi, perchè tanto prima o poi finiranno anche VOI CHE LI AVETE SOSTENUTI!!. Sono anni che paghiamo di questo "SOPRUSO".

Ritratto di giubra63

giubra63

Ven, 05/12/2014 - 00:25

lo scandalo é legato alla sinistra alle coop, e ai referenti ella sinistra, Alemanno ne verrà fuori, non cosi' Marino che prendeva i finanziamenti da Buzzi e quando divento' Sindaco regalo il primo stipendio a Buzzi e alle sue cooperative. Sono da arrestare tutti i segretari delle coop , mafia rossa, i segratari del pci-pds-ds-pd che hanno in combutta con le coop inquinato e lucrato su appalti,clandestini,zingari,rifiuti, e indagare in Emilia e Toscana le coop e il Pd, ricordate lo scandalo del Forteto??? lo vogliono insabbiare

angelomaria

Sab, 27/12/2014 - 16:44

I FINTI PROLETARI E LALORO STRANS MORALE EBUONISMO LE VRGOGNR RESTSNO E GLI SCARICS BARILE NON FUNZIONANO PIU'QUELLO CHE HANNO FATTO DEGL'IMMIGRANTI E DISPREZZANTE INCIVILE DA BARNARI CHE SONO IL VILE DENARO DAVANTI AI PERICOLI MALATTIE E TERRORISMO NON E'PERDONABILE ED ANCORA UNA VOLTA SONO ARRIVAI AL MEGLIO DEL PEGGIO VILI SCHIFOSI PERVERSIDISGRAZIATI E TUTTO CONTROI LORO STESSI CITTADINI MI AUGURO CHE L'ELEXIONI PORTINO LA GIUSYIZIA FINORA NEGATACHE BRANCO DI IENE AVVOLTOIESCIACALLI DELLA PEGGIOR SPECIEED ANCORAUNA VOLTA QUESTA SINISTRA SI FA'RICONOSCERE!!!ELEGGO CHE LA GIUNTA RISCHIA DI ANDARE ACASA?IN GALERA !!!