Il Viminale: presto altri espulsi. I poliziotti: con quali mezzi?

Di fronte alla minaccia del terrorismo il sindacato di polizia, Consap, accusa il ministero dell'Interno di voler chiudere oltre 250 presidi a causa della cronica mancanza di fondi

Nove jihadisti sbattuti fuori dall'Italia da fine dicembre, centinaia di sospetti sotto controllo e nuove espulsioni in vista per tamponare la minaccia del terrorismo islamico. Oltre al dato, in aumento, di 59 volontari della guerra santa, che hanno a che fare con il nostro Paese, andati a combattere in Siria.

Il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, ha confermato ieri le espulsioni di 9 immigrati «muniti di permesso di soggiorno per lunga residenza, che da anni risiedevano in Italia». Il Giornale nell'edizione di domenica ha anticipato le ultime espulsioni di un egiziano e un marocchino, che vivevano nell'area milanese. Gli altri sono 5 tunisini, un turco e un pachistano. «I nove soggetti erano molto attivi sul web» nella propaganda jihadista e antioccidentale, «e alcuni per reclutare» rivela il ministro dell'Interno. Almeno due degli espulsi hanno coinvolto dei familiari «con l'intenzione di mandarli in Siria a combattere». Non avrebbero compiuto alcun reato facilmente dimostrabile in un aula di tribunale, ma «hanno aderito all'Isis (Stato Islamico, nda) o si sono autoradicalizzati in rete». Gli espulsi delle ultime settimane si aggiungono ai 13 rimandati a casa nel corso dell'intero 2014. In gran parte vivevano nel Nord, ma non sempre frequentavano moschee o centri islamici in maniera assidua.

Il ministro ha anche aggiornato i dati sui foreign fighters , i volontari partiti per combattere con i gruppi estremisti in Siria ed Iraq. Ad oggi sono 59 legati all'Italia. Sei in più rispetto allo scorso anno. Quattordici sono già morti in battaglia, «cinque gli italiani partiti per la Siria, 15 gli stranieri passati sul territorio nazionale e 25 collegati in varie forme al nostro Paese», ha specificato il ministro.

Fra i cinque con il passaporto italiano il convertito genovese, Giuliano Ibrahim Del Nevo, è stato ucciso nel 2013. Stessa sorte dev'essere toccata ad Anas al Italy, un ex rapper della provincia di Brescia originario del Marocco. Donghue M., marocchino residente a Treviso, pure lui italiano, sarebbe rientrato in un Paese europeo dopo aver combattuto con Al Nusra, la costola di Al Qaida in Siria. Probabilmente catturato in Iraq, Giampiero F., convertito di Reggio Calabria. E fra i cinque non manca la prima jihadista italiana, la napoletana Maria Giulia Sergio diventata Fatima e partita per la guerra santa con il marito albanese.

«Abbiamo radiografato un numero di soggetti sospettati di attività terroristiche di stampo jihadista molto superiore al centinaio», ha rivelato Alfano. Circa 150 sarebbero gli elementi pericolosi.

Di fronte alla minaccia del terrorismo il sindacato di polizia, Consap, accusa il ministero dell'Interno di voler chiudere oltre 250 presidi a causa della cronica mancanza di fondi. «Entro il 2020 i poliziotti saranno appena 80mila sui 117mila previsti e con un'età superiore ai 40 anni», denuncia il sindacato. Nel comunicato ci si chiede se «in un momento come questo, ad altissimo rischio terrorismo e con un costante e preoccupante aumento dei reati nel nostro Paese… chiudere uffici di polizia è la risposta del Governo italiano??». E ancora sull'allarme dopo la strage di Parigi e l'attacco sventato in Belgio: «Due terroristi diretti in Italia fermati prima di entrare da noi. Ed alla paura che monta in tutta Europa noi rispondiamo così?». Il sindacato punta il dito contro i finanziamenti «per il recupero dei migranti in difficoltà in mare. Li andiamo praticamente a prendere in Libia, mentre la spending review si abbatte sul nostro sistema sicurezza».

www.gliocchidellaguerra.it

Commenti
Ritratto di giangol

giangol

Lun, 19/01/2015 - 08:30

sboldrina e sinistronzi non saranno molto contenti con queste espulsioni. per loro sono turisti, riosrse utili per l'italia

Albius50

Lun, 19/01/2015 - 08:33

Fatto curioso quando uno va in albergo ha l'obbligo di presentare i documenti, mentre se uno riceve ospitalità presso amici non ha nessun obbligo di segnalare la sua presenza; morale ci troviamo con diversi CONDOMINI dove sono in affitto svariate persone nel singolo appartamento di cui uno solo è l'intestatario del contratto, morale possono esserci potenziali terroristi che rimangono sconosciuti

canaletto

Lun, 19/01/2015 - 08:45

Alfini è proprio un pagliaccio come Renzi (giullare). Qualche giorno fa non sapeva di questo pericolo e adesso che lo hanno asvegliato dal torpore, espelle persone sgradite pero' tutti tagliano le spese della sicurezza (polizia) ma si tengono strette le scorte che sono inutili. Rimandiamo indietro tutti gli immigrati e poi chi se ne frega se le coop falliscono.

Ritratto di Idiris

Idiris

Lun, 19/01/2015 - 08:52

Era ora.

Ritratto di Baliano

Baliano

Lun, 19/01/2015 - 09:08

Risparmiatevi la fatica e tanti soldi. Spendete due volte, una a Roma o Milano per spedirli e un'altra a Lampedusa per "ri-accoglierli". "Alfhan el Pupet", con i tuoi altisonanti "proclami" fai ridere anche i maomettani più "moderati"... tattica perdente la tua. Fai un piccolo accordo con il buon Obama: Spediscili a Guantanamo i "distruttori in sonno". Là sì che li svegliano. Soprattutto non tornano.

gisto

Lun, 19/01/2015 - 09:15

Espulsione "all'italiana". Basta fare un foglio di via,ci sono clandestini che ne fanno collezione.

vittoriomazzucato

Lun, 19/01/2015 - 09:24

Son Luca. Ma per incominciare a muoversi bisognava attendere che in Francia ci fossero una ventina di morti. GR4AZIE.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Lun, 19/01/2015 - 09:36

Certo che tra le dichiarazioni del Sig. ALFANO e il Sig. GENTILONI, c'è proprio da ridere. Almeno possono mettersi daccordo prima. Chi dice che la scala dell'allarme è a 7 su una scala di 10. L'altro, prima fa dichiarazioni di NON allarmismo poi, si sveglia, è dichiara il contrario. POVERA ITALIA!!!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 19/01/2015 - 09:37

per assurdo che sia, alla fine la colpa è solamente nostra: noi italiani siamo fatti male! chiediamo alla politica di fare le cose in modo che a noi ci viene un profitto: cancellando il reato di clandestinità, è stato possibile trafficare con i permessi di soggiorno e venderli ai diretti clandestini o i disperati che dall'africa vengono qui. la colpa è di questi italiani che pretendono la botte piena e la moglie ubriaca e poi si lamentano pure della situazione!!! ha ragione Berlusconi: bisogna fare le riforme, soprattutto senza la sinistra!!!

intuttafranchezza

Lun, 19/01/2015 - 09:38

Siamo allo sbando, Mentre in tutta europa gli Stasi membri arruolano piu personale per le forze d'ordine in italia si razionalizza e non c'e' Ricambio. Ma perché' siamo così diversi dagli altri me lo potete spiegare?

cgf

Lun, 19/01/2015 - 09:44

l'espulsione in Italia è [delirio di omnipotenza] un magistrato che INTIMA il soggetto di lasciare il Paese. Sai che paura

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 19/01/2015 - 09:47

Come possiamo dare ancora fiducia a questo losco individuo ??? Con la Boldrini e la Kyenge, sono il trio-PROMOTORE dell`apertura delle frontiere, ORA, le prime due, si battono ancora per i diritti dell`ISLAM,(NEI LORO PAESI, HANNO TUTTI I DIRITTI, MA ALL`ESTERO DEVONO RISPETTARE ,PER ESSERE RISPETTATI). Sarebbe da incitare la DELINQUENZA NAZIONALE, di aizzarsi contro queste due,( VORREI SAPERE POI COME LA PENSANO). Alfano invece, sensa pentimenti e da buon figlio del vulcano, gira la medaglia dei suoi misfatti e parla, COME HA SEMPRE FATTO. """ A VANVERA """. I paesi Europei cercano di imprigionare questa gente, e NOSTRO ALFANO, IRONICAMENTE CON LA SUA POMPA MAGNADICE ALLA SPAMPA: NE ABBIAMO ESPULSI NOVE(9) E PRESTO NE SPEDIREMO ALTRI, ( MA LE SPESE LE PAGA DI TASCA SUA )??? Campi di concentramento ci vogliono per questi DELINQUENTI-ASSASSINI con le catene ai piedi a spaccare pietre o nelle saline a piedi nudi e con loro la maggior parte dei parlamentari.

ClaudioB

Lun, 19/01/2015 - 09:50

!La situazione che emerge è sempre più pericolosa. Bisogna seriamente incominciare ad allontanare davvero e senza remore TUTTI i clandestini dall'Italia e non solo gli islamici. Chi è registrato legalmente e ha un lavoro regolare può anche restare, tutti gli altri devono tornare nei loro paesi e combattere come combatterono i nostri trisnonni per un'Italia migliore.

fafner

Lun, 19/01/2015 - 09:50

A furia di organizzare sbarchi sulle nostre coste e di provvede re al sostentamento in albergo di tante persone ecco che son ve nuti a mancare i soldi per rafforzare le forze dell'ordine . Bravo Angelino !!! Ma il problema personalmente non ti tocca perchè la tua augusta persona girerà sempre con una numerosa scorta d'onore e quanto al popolaccio bue chissenefrega .

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Lun, 19/01/2015 - 09:51

Con quali mezzi? Con quali uomini,avrebbe dovuto dire Alf alf-ano.Un'individuo in attesa di dcreto di espulsione,rimane a piede libero,ne consegue che senza un controllo fisico e concreto questi farà perdere le tracce prima che il decreto,forse,sia reso operativo.E' la legge che disciplina le spulsioni a dover essere cambiata,resa realisticamente più operativa,incisiva ed immediata.Il fiancheggiatore deve ricevere lo stesso trattamento carcerario del terrorista o presunto tale. Le carceri sono piene,si ed è vero,ma solo di ladri di polli in attesa di giudizio,che con la sentenza torneranno liberi. Quelli in attesa di espulsione si rendono irreperibili da subito. E' l'Italia,bellezza!!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 19/01/2015 - 10:00

Già mancano i fondi per assicurare il turn over delle forze dell'ordine (i mitici "pelandroni in divisa" di pontaltiana memoria) che sono sotto organico di 40.000 unità e si chiudono 250 commissariati in tutta Italia (come da fonte SIULP). Ma le risorse per Mare Nostrum che prosegue imperterrita, anche se con nome diverso, non mancano mai. Per la gioia del business bipartisan cattocomunista. Allah è veramente grande!

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Lun, 19/01/2015 - 10:00

arrivano i terroristi ? caspita e l'imbelle se ne accorge adesso . sai alfano , ieri sono sbarcati altri 480, e tu che fai ? ne rimandi indietro 9 ? pagliaccio . vai tu a difendere i romani e a mani nude . anzi già che ci sei vai con i tuoi amici mafiosi e dividete gli incassi . forse lo fai già ?

Ritratto di Loudness

Loudness

Lun, 19/01/2015 - 10:22

Tra non molto credo che lo Stato Italiano dovrà prendere atto del fatto che non può difendere i cittadini. Dovrà quindi far passare in fretta e furia una legge che autorizza ogni singolo cittadino a difendersi. E gli italiani saranno autorizzati ad armarsi come gli americani. Trattasi di sopravvivenza.

aitanhouse

Lun, 19/01/2015 - 10:48

9 espulsi, altri invia d'espulsione , in un paese dove vivono 2 milioni di musulmani di cui la stragrande maggioranza in pessime condizioni di vita, questi numeri sembrano troppo bassi, poi quando andiamo a scoprire che fra loro esiste una rete che gestisce viaggi in siria con appoggi e riferimenti ben precisi, ci convinciamo che siamo di fronte ad una situazione che qualcuno non vuole toccare ......

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Lun, 19/01/2015 - 13:46

aitanhouse sono molti di più,molti dei quali non segnalati perchè,nel frattempo,hanno cambiato aria.Qualcuno dei francesi,se si gratta viene fuori,era un'espulso irreperibile dell'Italia.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Lun, 19/01/2015 - 14:00

Ma sarà una cosa seria la questione delle espulsioni? Anche perché è riprovato per il passato che è talmente una burla che sicuramente escono dalla porta e rientrano dalla finestra. Comunque questa gente, che è al potere abusivamente, tipo Alfano, il traditore dei nostri voti, che parla più che agire, non mi ha mai convinto e non mi convince sulla bontà delle sue e delle altre, loro azioni, ora.

moltoschifato

Lun, 19/01/2015 - 14:51

Questi cammellieri si sono auto radicalizzati mentre i politici di questo governo che non mi rappresenta si sono autoridicolizzati.......tagliatevi lo stipendio(parlo dei politici) magna pane a tradimento mandate a lavorare i portaborse e vedrete che escono i soldi per coprire le spese ridicoli ignoranti mai aver lavorato un giorno nella loro miserabile vita

silvano45

Lun, 19/01/2015 - 16:08

si pone una domanda dove era il ministro sino ad oggi?le espulsioni e tutta queste brave persone che vengono improvvisamente scoperte essere dei terroristi o fiancheggiatori dove erano fino a oggi? quindi o siamo governati da dilettanti allo sbaraglio o da imbecilli e in entrambi i casi non possiamo stare tranquilli!

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 19/01/2015 - 16:13

ALFAN/GO (nel senso che bisognerebbe BUTTARLO in una pozzanghera) è indubbiamente il PEGGIOR ministro(volutamente minuscolo)degli Interni che abbiamo avuto finora. È andato avanti fin dal suo insediamento a dire ABBIAMO SALVATO MIGLIAIA DI VITE, senza preoccuparsi di aver IMPORTATO migliaia di pericolosi TERRORISTI, ed ora fa la voce GROSSA gridando li ESPELLEREMO!!!! E chi ci crede piu!!! LOL LOL. Poi altra riflessione, ma non erano i governi OLGETTIN/LEGHISTI (Pontalti copyright) che tagliavano i bilanci della polizia,che rimaneva senza BENZINA????? Adesso si scopre che anche i S/governi "ILLUMINISTI" TAGLIANO!!! COME MAI????? Buenas tardes dal Leghista Monzese