Voti multipli e hacker: l'ombra del "complotto" sul voto su Rousseau

Anche stavolta il voto su Rousseau si conferma problematico. C'è chi ventila l'ombra degli hacker, ma forse ha ragione la Fattori: la piattaforma è inadeguata

Tra rallentamenti per i numerosi accessi contemporanei (anche se alla fine hanno votato poco più della metà degli iscritti alla piattaforma), presunti voti multipli e sospetto hacker, anche stavolta il voto dei 5 Stelle su Rousseau si porta dietro uno strascico di polemiche.

Già ieri la base (e gli attivisti più ortodossi e "ribelli") si erano lamentati di un sistema "inadeguato" a ricoprire il ruolo di strumento fondante della democrazia diretta sognata da Gianroberto Casaleggio. Ma oggi vengono fuori altre magagne. Come quella raccontata a Repubblica da un iscritto al M5S. "Ho votato 5 volte", ha ammesso, "Ho scritto no, per consegnare il ministro Salvini alle legittime valutazioni dei suoi giudici". Nessun intento di dimostrare eventuali falle nel sistema, ma la volontà di ribadire la sua fedeltà ai principi del movimento: "L’ho fatto perché a me, che ho votato 'no' a quell’assurdo quesito, non è arrivata la notifica della votazione. E non sono mica l’unico ad aver avuto questi problemi". Secondo lui alcuni amici avrebbero votato tre volte e questo dimostra come Rousseau non sia adatta: "Una piattaforma che di democrazia diretta ha ben poco nonostante i parlamentari la finanziano con 300 euro al mese. Nessuno ci ha mai spiegato nulla, e pretendono la fiducia incondizionata di un server mai certificato da società terze".

E poi ci sono i soliti sospetti sugli hacker. E in particolare su Rogue0, il pirata informatico che da mesi denuncia i buchi nella piattaforma gestita dalla Casaleggio Associati. È il Fatto quotidiano a puntare il dito su di lui. E sull'hastag "#pisQAnon" (che ricorda il "pisquano", una persona stupida, ma anche il QAnon, teoria cospirazionistica contro Trump). Secondo il quotidiano, i suoi tweet sono coincisi con i momenti di rallentamento maggiore. "Forse non è chiaro, io non ho fatto nulla. Siete voi, loro sono solo #pisQAnon. A ridaje ciurma", nega lui. Ma il sospetto che il sito sia stato sotto attacco DDos (un modo per far arrivare così tanti accessi contemporanei ad un indirizzo da farlo crollare e spesso usato da Anonimous), per il Fatto resta.

Di certo dire che la piattaforma sia inadeguata è difficilmente contestabile. I tecnici di Casaleggio ammettono che l'infrasttruttura è rimasta la stessa nonostante la crescita del movimento. E un esperto intervistato dalla testata diretta da Marco Travaglio assicura: "La piattaforma è poco sicura, utilizza infrastrutture obsolete e non è dotata dei sistemi necessari per respingere eventuali attacchi".

Commenti

nopolcorrect

Mar, 19/02/2019 - 13:45

Ovviamente la piattaforma sarebbe stata sicurissima e affidabilissima se il voto fosse stato quello auspicato dal disgustoso e fazioso Travaglio o dalle sinistre Fattori e Nugnes.

Libertà75

Mar, 19/02/2019 - 13:54

ah beh... ste polemiche sarebbero uscite anche a voto opposto... vere o infondate, dubito possano avere un approfondimento

Nick2

Mar, 19/02/2019 - 14:12

Questo è un voto chiaramente pilotato. Lo si sapeva fin dall'inizio. Quando mai hanno votato 55 mila iscritti? Grillo e Casaleggio sanno che il M5S è destinato a sparire. Il loro obiettivo è restare al governo per qualche anno, per portarci... chissà dove vorrebbero portarci...

Ritratto di ...nonnaBelarda..

...nonnaBelarda..

Mar, 19/02/2019 - 14:37

BALLE, BALLE, BALLE, chi è contro la piattaforma Rousseau lascito morale e materiale del compianto Casaleggio è NEMICO del M5S

Popi46

Mar, 19/02/2019 - 15:16

Ma quale ombra....certezza! Non me ne importa niente, ma da subito ho espresso, su questo forum,dubbi sulla regolarità del voto, dato che non era previsto un organo di controllo accertato....., ma non ho avuto risposta

carlottacharlie

Mar, 19/02/2019 - 15:25

Quale complotto? Si votava su una piattaforma controllata da uno soltanto che, volendo, poteva far risultare quel che più gli aggradava per non dover "condannare" il Salvini al processo ed andarsene a casa, tutti. Le gabole son sempre dietro l'angolo quando si tratta di poltrone ed i 5stolti lo dimostrano ogni giorno. Poi, come si può volere un processo per un ministro che ha fatto il suo dovere, semplice dovere di buonsenso e buon governo? Cominciare a rintuzzare la manus longa della magistratura che vuol comandare in Parlamento, no?

Ritratto di L'Informista

L'Informista

Mar, 19/02/2019 - 16:00

Ma signori! Stiamo parlando di poco più di 50 mila persone che hanno avuto accesso al voto! personalmente non lo reputo un campione rappresentativo di alcunchè, considerato che rappresenta lo zero virgola dell'elettorato dei 5S. Oltretutto gli stessi capi del movimento, per pretendere un voto più attendibile avrebbero dovuto tenere aperta la piattaforma per le operazioni di voto per almeno una settimana. Lo scandalo è il tempo concesso,casomai...

Ritratto di Candidoecurioso

Candidoecurioso

Mar, 19/02/2019 - 16:31

Rousseau è uno strumento che, a parte tutto il negativo che gli si può dire e dare, ha un grande merito: permette a chiunque di iscriversi e votare, prescindendo da cosa pensa e come voterà nell'urna. Credo sia sciocco lasciarlo in mano ai grillini rossi e agli estremisti, e il 60% che ha votato in maniera ragionata e ragionevole ieri lo dimostra. Se ogni persona sana di mente si iscrivesse, si manderebbe sempre in minoranza il sinistrume anche lì e alla fine si potrebbe sostenere Salvini spiegando a DiMaio cosa fare di volta in volta. Poi, al voto vero, ognuno decide in coscienza.

schiacciarayban

Mar, 19/02/2019 - 16:38

@nonna abelarda - "BALLE, BALLE, BALLE, chi è contro la piattaforma Rousseau lascito morale e materiale del compianto Casaleggio è NEMICO del M5S" - Hai scoperto l'acqua calda? La Rousseau è come il M5S... semplicemente ridicola!