Youtube censura video sulla teoria gender

La redazione di ProVita, "però, non si lascia certo intimidire dalla Gaystapo" e annuncia che "il video a breve sarà di nuovo disponibile sulla nostra homepage e con un po’ di pazienza potrete comunque scaricarlo e divulgarlo"

"La Gaystapo quindi entra in azione e YouTube oscura il video". L'associazione Pro Vita attacca il più noto sito di condivisione di video per aver censurato un video Gender Revolution che ha avuto più di 100mila like tra YouTube e Facebook.

"Alle reazioni sgangherate ed isteriche siamo abituati - si legge nel sito - e non ci tangono. Avremmo voluto qualche critica costruttiva sulla quale intavolare un dibattito civile, ma quei pochi che ci hanno provato sono risultati fumosi, pretestuosi, incapaci di porsi all’ascolto per comprendere. Sanno solo parlare per slogan, incapaci di ragionare su dati di fatto reali".

"Insomma, non abbiamo avuto il piacere di incontrare qualcuno con argomenti seri e concreti per controbattere alle affermazioni contenute nel filmato: questo spiega cosa è il Gender, - si attacca di nuovo - qual è la rivoluzione antropologica in atto e come l’ideologia nichilista entra nelle scuole ormai da tempo. Chi non è d’accordo spesso non ha argomenti, non vuole sentire e si prodiga per far tacere la verità". L'associazione poi definisce inconsistenti le argomentazioni portate dai loro detrattori. Il video, infatti, "è stato rimosso per la violazione della norma di YouTube su contenuti commercialmente ingannevoli, spam e frodi" ma "di commerciale non c’è proprio niente, quanto all’inganno e alla frode, vorremmo – appunto – sapere dove sono …"

La redazione di ProVita, "però, non si lascia certo intimidire dalla Gaystapo" e annuncia che "Il video a breve sarà di nuovo disponibile sulla nostra homepage e con un po’ di pazienza potrete comunque scaricarlo e divulgarlo" e "se qualcuno fosse interessato a proiettarlo in qualche incontro pubblico, ci contatti pure e se sarà possibile ve lo faremo avere su un CD-rom o su una pen-drive".

Annunci
Commenti
Ritratto di massacrato

massacrato

Lun, 04/01/2016 - 13:01

Le leggi naturali sono intrinseche all'equilibrio dell'esistenza di tutta la vita planetaria, volerle modificare per illusori vantaggi FINORA non ha mai portato a nulla di concretamente buono: ovvero il turbamento della tradizione naturale non è quasi mai compensato da risultati complessivamente più appaganti per chi transita su questa terra.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 04/01/2016 - 15:27

...."quanto all’inganno e alla frode, vorremmo – appunto – sapere dove sono....".....Sono nel "verbo" che diffondete voi,volendo "sdoganare" per "naturali",atteggiamenti che sgretolano "contro natura" la visione di coppia,di famiglia,di una sana "sessualità",orientata in tale senso!!

agosvac

Lun, 04/01/2016 - 15:31

Ma davvero c'è qualcuno che possa credere che il gender, cioè l'indifferenziazione tra i generi femminile e maschile, sia una rivoluzione antropologica in atto naturale e non una malformazione psicologica di gente un po' strana????? Da quanto ne so, nessun bambino è mai nato con caratteristiche sia maschili che femminili, cosa che potrebbe giustificare il gender. Né c'è, allo stato attuale, la possibilità di trasformare , in modo completo, un uomo in donna o viceversa!!! Ad un uomo si possono tagliare gli organi genitali e farlo somigliare ad una donna, ma non gli si potrà mai dare la possibilità di generare. Con le donne è ancora più difficile perché nessun chirurgo è in grado di dare loro l'organo maschile!!!In definitiva se si nasce uomo si muore uomo e se si nasce donna si muore donna, ergo il gender è fesseria!!!!!

Ritratto di semovente

semovente

Lun, 04/01/2016 - 15:49

Molto bene. Al bando il contronatura.

aurius

Mar, 05/01/2016 - 10:11

Bisogna rendersi conto una volta per tutte che la lobby gay esiste, ha importanti legami e lavora giorno per giorno al suo disegno di destabilizzazione psicologica dell'uomo.