Polizza, on-line e via telefono per avere risparmi garantiti

Economiche, immediate, trasparenti. Le assicurazioni dirette - cioè sottoscrivibili via web o per telefono - si stanno facendo sempre più largo nel mercato delle assicurazioni. Dall’Rc auto a quelle sulla casa o sulla salute. Con pochi semplici passaggi si possono effettuare i preventivi senza muoversi da casa. Per i più «smanettoni» il web è la strada giusta, altrimenti ogni compagnia mette a disposizione un numero verde cui far riferimento per informazioni e preventivi. Si chiamano dirette perché non serve l’intermediazione di un broker, fattore che taglia non di poco i costi sostenuti da un ente assicurativo tradizionale che, normalmente, dispone di sedi e agenti.
In Italia si tratta ancora di un mercato marginale che sfiora il 6% del totale (polizze Rca) e si registra una forte concentrazione del business in mano alle 5 grandi compagnie dirette (Genertel, Genialloyd, Direct Line, Linear, Zurich Connect), che da sole coprono il 96% del mercato (ultimi dati disponibili Ania). Comunque le prospettive sono allettanti visto che molti istituti tradizionali sono scesi in campo con la loro offerta on-line. Nel 2008 sono state vendute oltre un milione di polizze dirette, il 17% in più rispetto allo stagnante 2007 (fonte: Osservatorio B2c Netcomm-School of Management del Politecnico di Milano; i nuovi dati, relativi al 2009, saranno diffusi a breve).
Olanda e Regno Unito svettano nella classifica dei virtuosi in tema di assicurazioni dirette. Nel Regno Unito, fortemente legato agli Stati Uniti - culla delle assicurazioni dirette già dagli anni 80 - ben l’80% delle persone sottoscrive assicurazioni auto via telefono o Internet.
Il ritardo italiano, probabilmente, è legato a quello dell’inferiore penetrazione di Internet nel nostro Paese e dell’e-commerce in generale, fenomeni più diffusi nel resto d’Europa e in Usa. Da noi, spesso, si arriva a scegliere una compagnia on-line passando tramite gli aggregatori, ossia una sorta di broker on-line che compiono una selezioni delle migliori offerte presenti, inserendo i dati relativi al proprio profilo.
Ma in quali casi le assicurazioni dirette Rc auto sono veramente economiche e competitive? Secondo un’indagine di Altroconsumo, si può risparmiare mediamente il 20-30% rispetto alle tradizionali e in certi casi si arriva anche al 50%: l’ideale è essere guidatori esperti e non aver provocato incidenti negli ultimi tre anni. Il costo sale se si è neopatentati o se si hanno incidenti a proprio carico. Si può risparmiare tenendo conto e sfruttando le partnership e le convenzioni che le assicurazioni stabiliscono con aziende e operatori di altri settori (grande distribuzione, operatori telefonici, istituti di credito, eccetera).
Ancora non conveniente la polizza su moto e scooter, anche se alcuni istituti offrono sconti nel caso in cui un familiare o lo stesso assicurato abbia già una polizza attiva su un altro veicolo. Se si sottoscrivono anche furto e incendio il premio da pagare, anche nelle assicurazioni on-line, lievita. Tra gli altri vantaggi la possibilità di pagare con carta di credito - potendo rinviare a fine mese l’esborso - e anche la possibilità di avere un filo diretto con la compagnia senza doversi muovere da casa: gestire tutto via web è un vantaggio sia per il cliente che per la compagnia stessa, che può monitorare costantemente il profilo dell’assicurato, proponendogli anche offerte ad hoc.