Per il ponte tra Qt8 e Portello auto in coda anche ad agosto

Da sabato scorso alle 18 di oggi traffico bloccato da e verso
l’autostrada: Mm sta posando una passerella ciclo-pedonale su viale De
Gasperi

Un ponte tra la montagnetta di San Siro e l’area del Portello. Da percorrere - a partire da dicembre - a piedi o in bicicletta, scavalcando viale De Gasperi dove viaggiano le macchine dirette o in arrivo dall’autostrada Torino-Milano o dall’Autolaghi verso il centro della città. Ancora per oggi, in realtà, la posa della nuova passerella ciclopedonale bloccherà il traffico: chiusa dal 14 agosto e fino alle 18 di oggi la circolazione nei due sensi di marcia. E ieri nonostante la Milano semideserta e il numero dei pendolari ridotto ai minimi termini dalle ferie, chi doveva uscire o entrare passando da viale De Gasperi e lungo il cavalcavia del Ghisallo off limits si è rassegnato a code, soprattutto nelle prime ore della mattinata, e a una deviazione del percorso. Il traffico è stato dirottato in piazzale Lotto e viale Serra verso l’ingresso in autostrada da via Sant’Elia oppure (secondo itinerario) da viale Monte Ceneri a piazzale dei Laghi per chi è diretto fuori città. Anche oggi per gli automobilisti che devono raggiungere invece il centro le alternative sono viale del Ghisallo (carreggiata a raso), piazza Kennedy, via Vigorelli, via Sant’Elia e via Salmoiraghi oppure viale del Ghisallo, piazza Kennedy, via Vigorelli, via Sant’Elia e via Diomede.
Il cantiere, come allertava il sito del Comune (www.comune.milano.it) «potrebbe creare incolonnamenti sia sulla circonvallazione filoviaria in via Serra che sul raccordo Autostrade Nord in direzione Milano» e il pronostico nelle ore di punta della giornata di ieri è stato azzeccato, anche se proprio per limitare i disagi Palazzo Marino - che ha affidato a Mm le operazioni di posa della passerella - ha scelto di bloccare la circolazione proprio nei giorni pre e post-ferragosto, quando gli uffici sono chiusi e la città è più deserta. I lavori su quell’area erano scattati già a inizio luglio, per la creazione del nuovo asse stradale Serra-Gattamelata, la circolazione è stata ridotta per tutto il mese da tre a due corsie in uscita. Collegare con un ponte due quartieri, il Qt8 e l’ex Portello, ha richiesto però uno sforzo in più, blocco del traffico per quattro giorni.
Ci sono il parco da 65mila metri quadri progettato da Charles Jencks e da Andreas Kipar (grande come dieci campi da calcio) ispirato al tema del tempo e con un laghetto patinoire e la piazza più grande di Milano, con oltre 20mila metri quadri di superficie pedonale, tra le opere che cambieranno il volto dell’ex area Alfa Romeo. Il parco, che avrà all’interno un asilo da sessanta posti, sarà fruibile dai milanesi già dal prossimo ottobre, Tempi più lunghi, invece, per il tunnel di via Gattamelata, la cui apertura è prevista per la fine del 2011. La grande piazza rappresenterà la connessione tra la Fiera e il parco che sta nascendo al Portello. E un unico polmone verde si verrà a creare grazie al collegamento con la «montagnetta» attraverso il sistema di passerelle: la prima (con il cantiere in corso) servirà ad attraversare viale De Gasperi e sarà aperta entro dicembre, il secondo «collegamento aereo» su viale Serra verrà posato invece la prossima estate.