Ma quest’acqua è potabile? È polemica Per i Verdi no, ma i tecnici li smentiscono

Le fontane di Milano: sono alimentate con acqua potabile o no? Il mistero è fitto. Secondo il consigliere dei Verdi, Enrico Fedrighini, il Comune non userebbe acqua potabile.
«In base a quanto attestano i tecnici - dice Fedrighini - l’acqua che alimenta le fontane viene dalla prima falda, dunque non è potabile».
Rapida verifica all’ufficio stampa Mm (che gestisce anche il Servizio idrico integrato di Milano) e prima doccia fredda: «L’acqua che alimenta le fontane - dicono i tecnici - è acqua di seconda falda, dunque potabilissima».
Probabilmente si «spotabilizza» l’acqua delle 13 fontane milanesi a ricircolo, quelle in cui l’acqua che gira grazie a una pompa è sempre la stessa, a differenza delle altre 23 fontane «a perdere» presenti in città.
Nei giorni scorsi lo stesso Fedrighini aveva denunciato che la fontana «Le quattro stagioni» di piazza Giulio Cesare, da tempo presenterebbe un consumo idrico annuale di oltre un milione di euro.
«Un dato completamente errato - ribattono i tecnici Mm -. Anzitutto perché quella fontana ha funzionato a pieno regime solo quando la Campionaria si faceva in città».
«Poi perché il prezzo dell’acqua di Milano - proseguono - è il più cheap d'Europa (0,55 centesimi ogni mille litri) e infine perché quella fontana possiede un impianto idrico a ricircolo».
I tecnici dell’acqua ci mettono una mano sul fuoco. Fedrighini, dal canto suo, sta presentando un esposto alla Corte dei Conti per danno erariale: chi ha ragione?