Roma, il risveglio di un vulcano può causare un sisma

Secondo uno studio dell'Ingv sotto la Capitale, nei pressi dei Colli Albani, esiste un vulcano che sarebbe in fase di risveglio

Roma a rischio terremoto. Secondo uno studio dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), Università La Sapienza, Cnr e Università di Madison, esiste un vulcano sotto la Capitale che sarebbe pronto a risvegliarsi da un momento all’altro.

Il vulcano si trova nella zona dei Colli Albani e ci sarebbe la concreta possibilità di un’eruzione anche se non imminente dato che il tempo di risveglio è calcolabile in un migliaio di anni. Ma negli ultimi 20 anni i ricercatori hanno registrato un sollevamento della superficie terreste di 2-3 mm all'anno, a causa dell'ammassamento di magma sotto la crosta terrestre. "Ci sono stati 11 di questi cicli eruttivi - ha spiegato al Tgcom il ricercatore Fabrizio Marra -. L'ultimo, avvenuto al Cratere di Albano, è iniziato proprio 41mila anni fa ed è terminato intorno a 36mila anni... Questo vuol dire che il tempo trascorso dall'ultima eruzione è dello stesso ordine dei tempi di ritorno: quindi il vulcano deve considerarsi attivo e pronto per un nuovo futuro risveglio".

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 30/10/2016 - 00:35

Il cratere dov'è? Sotto il Parlamento?

Ritratto di Giano

Giano

Dom, 30/10/2016 - 12:29

(2) Ecco, questi sono i messaggi tranquillizzanti: il risveglio di un vulcano sotto Roma. Prima si dice che può avvenire "da un momento all'altro". Quindi, allarmati, vi preparate ad uscite di casa in pigiama e correre subito in strada, per salvarvi la vita. Ma subito dopo si dice che non è imminente, anzi siccome è un "vulcano diesel", lento a partire e carburare, per risvegliarsi impiega un migliaio di anni. Quindi, tranquillizzati, continuate a fare colazione con calma. Fra mille anni ne riparliamo. Però una domanda vi frulla per la testa: ma questa gente le str.onz.ate le pensa la notte, oppure gli vengono in mente spontanee al mattino? Boh, mistero.