Carica quattro clienti sul taxi, a fine corsa viene rapinato

L’uomo aveva fatto salire sul suo taxi quattro persone dirette nella zona di Nuovo Salario. La corsa si è conclusa però con una rapina

Ancora paura per un tassista a Roma. I furti nei confronti di autisti di taxi si sono moltiplicati nell’ultimo periodo. L’uomo ha caricato quattro clienti sul proprio mezzo, ma la corsa non è finita con il pagamento del servizio bensì con la rapina a danno del tassista. È accaduto all’alba di lunedì 12 gennaio nella zona del Nuovo Salario (zona centrale della capitale), dopo che la vittima, un 65enne, aveva preso i passeggeri nel quartiere Trionfale. Indagano i carabinieri. Ladri fuggiti con il denaro.

I fatti hanno cominciato a prendere corpo quando l'uomo ha caricato quattro persone sulla propria vettura su via Trionfale. L’auto si è diretta verso Montesacro. In via dell’Ateneo Salesiano uno dei passeggeri ha intimato al tassista di fermarsi, una volta ferma l’auto, lo ha strattonato e lo ha rapinato del borsello. I quattro clienti, una volta consumata la rapina, si sono dati poi alla fuga a piedi dileguandosi fra le strade del Nuovo Salario. Poi l’allerta al 112 con l’arrivo sul posto degli agenti del commissariato Fidene Serpentara che, ascoltato il tassista, stanno indagando per risalire ai quattro rapinatori.

Solo poco tempo fa un altro fatto di cronaca ha interessato un tassista romano. Questa volta, però, il criminale è lui. Stende il malcapitato con un colpo da karate kid. Un’azione che getta nello sconforto e nella paura i migliaia di turisti e pendolari che ogni giorno popolano l’aeroporto romano. La polizia di stato di Fiumicino ha individuato un tassista colpevole di lesioni per futili motivi nei confronti di un passeggero italiano appena sbarcato a Roma da Madrid.

Il passeggero, rivoltosi a un tassista in regolare servizio presso l’aeroporto di Fiumicino, al fine di ottenere l’applicazione del tassametro per la corsa dallo scalo romano alla capitale, è stato aggredito e colpito con un violento pugno in pieno volto che ha causato al malcapitato la frattura del setto nasale. La scena violenta, ripresa dalle telecamere posizionate nell’area esterna Arrivi del terminal 3, è avvenuta di fronte alla totale indifferenza sia degli altri tassisti e degli addetti volontari del “Taxi Service” che si occupano di assistere i passeggeri che richiedono il servizio di trasporto, sia da parte delle altre persone in transito.

Dalle immagini si nota l’uomo che si rivolge all'autista, che a sua volta appare fin da subito visibilmente irritato, al punto tale da rifiutare il carico dei bagagli a bordo del taxi e in più di un’occasione respinge una delle valigie. Nel frattempo, mentre è in corso la discussione fra i due, un assistente del servizio taxi con indosso un gilet giallo fa salire a bordo della stessa vettura un altro cliente, mentre il tassista risale a bordo dell’auto. Il primo viaggiatore, probabilmente infastidito, bussa più volte sul vetro posteriore del taxi per chiedere spiegazioni all’autista. Ed è a questo punto che accade l’irreparabile.