Droga da Roma al litorale, presi "Er Porpo" e la sua banda

L'organizzazione, sgominata dai carabinieri, vendeva droga in case, bar, negozi tra Civitavecchia e Ladispoli. Sequestrati circa 200 grammi di cocaina

Compravano droga in zona Cassia e poi la rivendevano a Ladispoli e Civitavecchia, sul litorale. A gestire gli affari era un 60enne, per tutti “Er Porpo”. L’uomo è finito in manette, agli arresti domiciliari, e con lui sono finiti nei guai anche un 35enne di Ladispoli, sottoposto all’ordine di dimora a Tarquinia. E un 55enne di Civitavecchia, ora all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

La banda poteva contare anche su altre 6 persone (tutte deferite all’autorità giudiziaria). Vendeva droga in case, bar e negozi ad almeno 13 clienti affezionati.

A sgominare il gruppo criminale i carabinieri a conclusione di un’attività d’indagine durata circa due mesi, dando così esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip, su richiesta della procura. Tutto coordinato dal sostituto procuratore Dott. Mirko Piloni. La banda di spacciatori, in concorso con altre persone al momento indagate in stato in stato di libertà, è ritenuta responsabile di aver organizzato un consistente traffico di cocaina tra i mesi di febbraio e marzo scorsi.

Nel corso delle indagini che hanno portato all’emissione delle misure cautelari, i militari hanno sequestrato circa 200 grammi di cocaina e arrestato in flagranza anche una donna, risultata poi essere la fidanzata del “Porpo”, nomignolo che ha dato il nome all’indagine.