Incidenti a Repubblica e Barberini: fermati quattro dipendenti Atac e Metro

Sono accusati a vario titolo di frode nelle pubbliche forniture e lesioni personali colpose aggravate le quattro persone fermate stamattina per il cedimento delle scale mobili nelle fermate metro di Repubblica e Barberini

Frode nelle pubbliche forniture e lesioni personali colpose aggravate. Sono questi i reati di cui sono accusati a vario titolo quattro dipendenti di Metro Roma e Atac, finiti in manette stamattina in un’operazione di Polizia coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma.

Le persone colpite dall’ordinanza di applicazione di misura cautelare interdittiva sarebbero i responsabili del cedimento della scala mobile nella fermata metro di piazza della Repubblica, che il 23 ottobre dello scorso anno provocò il ferimento di 24 tifosi russi del Cska di Mosca in trasferta nella Capitale per seguire il match di Champions League contro la Roma.

Secondo la procura che ha coordinato le indagini, i fermati sarebbero coinvolti anche nell'altro cedimento delle scale mobili, quello avvenuto nel marzo di quest’anno nella stazione della metropolitana di piazza Barberini, tuttora chiusa in attesa del ripristino degli impianti e ridotta in stato di semi abbandono. Anche la centralissima fermata di Repubblica era rimasta chiusa per otto mesi in seguito all’incidente, provocando non pochi disagi a residenti e turisti, ma soprattutto ai commercianti della zona.

Commenti

Yossi0

Dom, 15/09/2019 - 19:19

tra poco saranno fuori, inchieste sono state fatte tante e siamo ancora al caro amico. ATAC è nelle mani dei sindacati e i dirigenti spesso ex sindacalisti, senza tiolo di sutdio, o nominati dal partito che governa in base a criteri clientelari occupano la posizione solo e soltanto per prestigio personale e lauto stipendio, lo dimostrano tutti i giorni.