Roma, marito picchia la moglie: arrestato

Dieci anni di violenze in un appartamento di Monteverde. Le percosse anche in presenza della loro figlia di 6 anni. Il 33enne è stato fermato

Violenza domestica è uno dei reati contestati. Dieci anni di botte e minacce. A vivere l’incubo una donna del Bangladesh di 38 anni, vittima per oltre 10 anni delle violenze del marito, un connazionale di 33 anni. A mettere fine alle persecuzioni della donna i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma che hanno arrestato l’uomo con le accuse di maltrattamenti in famiglia e lesioni. Le violenze in un appartamento di Monteverde Nuovo.

A seguito di richiesta della vittima giunta al 112, i militari sono intervenuti a casa della coppia in via Edoardo Jenner, trovando ancora l’uomo in forte stato di agitazione, appena dopo aver colpito la moglie con schiaffi e pugni alla testa, in presenza della loro figlia di 6 anni. Bloccato il violento, gli agenti hanno prestato i primi soccorsi alla donna, poi visitata all’ospedale San Camillo dove le sono stati riscontrati un trauma cranico e varie contusioni al volto e al collo, giudicati guaribili in 10 giorni.

Da quanto è emerso dai racconti della 38enne residente nel quartiere di Monteverde Nuovo, che mai aveva denunciato, e dagli accertamenti dei carabinieri, gli episodi di violenza e di maltrattamenti in famiglia andavano avanti da almeno 10 anni. L’arrestato è stato portato in carcere a Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Quanto accaduto ricorda un altro fatto di cronaca. Un marito violento che picchia la moglie, il figlio che interviene e che, per difendere la madre, afferra un coltello e ferisce il padre. Si tratta dell’ennesimo caso di violenza domestica, che solo per caso non è terminato in tragedia. Il tutto è avvenuto a Frascati, alle porte di Roma: protagonisti un uomo di 48 anni, la moglie di 43 ed il figlio di 20, tutti di origine filippina: padre e figlio sono stati fermati dai militari dell’arma allertati dai sanitari del pronto soccorso, con il primo arrestato e processato per direttissima e il secondo denunciato a piede libero.

Il tutto è accaduto attorno alle 22.30 del 14 settembre. L’uomo stava picchiando la moglie con la quale aveva avuto una lite, l’ennesima secondo quanto ricostruito di carabinieri, arrivando a colpirla con una doccetta per l’irrigazione presa dal giardino e tentando anche di soffocarla gettandola per terra. A quel punto, il figlio della coppia ha sentito le urla della donna ed è intervenuto, cercando di difendere la madre.

Nella colluttazione, il giovane ha preso un coltello dalla cucina e lo ha ferito in maniera non grave. La vicenda è emersa dopo che l’uomo si è recato al pronto soccorso dell’ospedale San Sebastiano Martire di Frascati, dove i sanitari, dopo avergli medicato una duplice ferita alla spalla sinistra e una al dito di una mano (giudicate guaribili in dieci giorni) hanno allertato le forze dell’ordine.