Ha la villa e un reddito da 60mila euro ma vive nella casa popolare

Occupava una casa popolare a Roma nonostante avesse un villino di proprietà e un reddito di ben 60mila euro, a finire nei guai un cittadino romano che ha occupato abusivamente una casa popolare

Un uomo con un reddito di 60mila euro e un villino di proprietà occupava abusivamente una casa popolare a Roma. La casa, di 50 mq, è situata in via del Forte Tiburtino ed è proprio vicino a Casal Bruciato. La persona che la occupava senza averne diritto è stata cacciata dalla Polizia locale e la sindaca Virginia Raggi rassicura che sono già partite le procedure per l'assegnazione alla famiglia in graduatoria si legge su Il Messaggero.

"Le case popolari rappresentano una risorsa fondamentale per la città e il benessere dei cittadini. Non tolleriamo che vi siano abusi, perché sull'utilizzo di queste case si basa il futuro di intere famiglie. Famiglie che attendono pazientemente in graduatoria anche da anni e che, come in questo caso, spesso si trovano ad aspettare più tempo perché l'alloggio è occupato da persone che, a differenza loro, un affitto sul mercato libero potrebbero permetterselo", scrive la sindaca su Facebook. L'uomo che occupava la casa popolare di 50 mq aveva anche provato a fare richiesta di regolarizzazione nel 2006 in base alla sanatoria della Regione Lazio. E forse proprio quella richiesta ha fatto alzare i radar di chi doveva controllare portando l'uomo ad essere cacciato: infatti la richiesta di sanatoria ha attirato su di sé le attenzioni degli uffici capitolini.