Timbravano il cartellino ma lavoravano per privati: licenziati giardinieri del Comune

La denuncia del sindaco Raggi su Facebook: "'Arrotondavano' lo stipendio curando il verde di giardini privati. Abbiamo licenziato queste mele marce!"

Nonostante i provvedimenti sempre più stringenti, i furbetti del cartellino non smettono di operare. E così da Roma arriva l'ultima storia di chi crede di poter incastrare il suo datore di lavoro, invece si trova senza impiego. Questa volta si tratta di alcuni giardinieri del Comune che, dopo aver timbrato il cartellino, andavano subito a curare alcuni giardini privati (guarda il video).

"'Arrotondavano' lo stipendio curando il verde di giardini privati. Abbiamo licenziato queste mele marce!", ha esultato su Facebook il sindaco della Capitale, Virginia Raggi. "Pensate che addirittura utilizzavano gli attrezzi e i mezzi di proprietà comunale. Non solo: timbravano anche i badge dei colleghi assenti. Insomma una vera e propria truffa ai danni di noi cittadini", ha continuato.

Così, ha spiegato la prima cittadina, sono partite le procedure di licenziamento "per dieci dipendenti del Servizio Giardini di Roma Capitale. Un provvedimento che arriva dopo la sospensione dal servizio e le indagini relative ai reati di peculato, truffa e falsa attestazione. Anche la magistratura sta facendo il suo corso, per quanto attiene il profilo penale".

E non è la prima volta che la Raggi smaschera i furbetti nella Capitale. Lo scorso giugno erano stati sospesi nove impiegati comunali che avevano come compito quello di occuparsi delle aree verdi del municipio, analizzando lo status di salute degli alberi a rischio caduta. I dipendenti, dopo aver timbrato il cartellino, erano soliti abbandonare subito il posto di lavoro.

Sono, ha continuato il sindaco, "comportamenti vergognosi che danneggiano la maggioranza sana e onesta dei loro colleghi del Servizio Giardini e tutti i cittadini. Un episodio ancor più grave e ripugnante se consideriamo l'opera di rigenerazione della macchina amministrativa che stiamo portando avanti con l'Assessore al Personale Antonio De Santis: abbiamo infatti assunto più giardinieri per Roma e rafforzato diritti e tutele per tutti i dipendenti, firmando con i sindacati due contratti decentrati in due anni".

Ora i dieci sono stati cacciati dal Comune. La speranza è che comportamenti di questo tipo non si verifichino più negli ambienti di lavoro: "Licenziare definitivamente queste persone - ha concluso nel post la prima cittadina - significa garantire dignità al lavoro e affermare un principio chiaro e ineludibile: a Roma non c'è spazio per i furbetti e per l'illegalità".

Commenti

nexux

Sab, 16/11/2019 - 12:32

vedrete che un giudice che li reintegra lo trovano. In Italia hanno reintegrato a lavoro pure chi è stato sorpreso a rubare.

Ritratto di laghee100

laghee100

Sab, 16/11/2019 - 13:26

spero che i sindacati non corrano in loro soccorso !

Dordolio

Sab, 16/11/2019 - 13:57

Torniamo a vedere tra qualche mese come è la situazione. Scopriremo che sono ancora tutti lì.

Santippe

Sab, 16/11/2019 - 14:27

Finalmente un Raggi di sole!

leserin

Sab, 16/11/2019 - 14:36

Stessa cosa qualche mese fa: ma sono sempre gli stessi o i loro emuli?

Ritratto di Giusto1910R

Giusto1910R

Sab, 16/11/2019 - 15:09

Hanno scoperto l'acqua calda!!!

brunicione

Sab, 16/11/2019 - 15:35

Per dieci che ne trovano....altre migliaia continuano a truffare

bernardo47

Sab, 16/11/2019 - 15:49

Licenziati.....non meritano altro.

Calmapiatta

Sab, 16/11/2019 - 17:08

Verranno reintegrati e, comunque, i giardini di Roma sono e continuano ad essere delle discariche....che ha da esultare la signora Raggi? Invece, si dovrebbe vergognare per il suo muto immobilismo.

sparviero51

Sab, 16/11/2019 - 17:08

SI CONSOLERANNO COL REDDITO DI CITTADINANZA GRILLINO !!!

Ritratto di Toscodiforavia

Toscodiforavia

Sab, 16/11/2019 - 17:25

... attendendo fiduciosi la sentenza del TAR che li reintegrerà nell' organico.

L'oggettivo

Sab, 16/11/2019 - 17:25

Un pò come i calciatori che simulano falli o che ne fanno "nascosti" rispetto a dove sta l'arbitro sapendo comunque di avere centinaia di telecamere che li vedono. Credo sia l'abitudine e il sapere che spesso le conseguenze sono nulle o quasi

BOSS

Sab, 16/11/2019 - 17:32

Ladri e soprattutto evasori visto che fanno il doppio lavoro in nero….scommetto che hanno anche la tessera della Cgl...

Ettore41

Sab, 16/11/2019 - 19:02

Raggi svegliaaa, sono anni che non vedo un giardiniere in giro per i giardini di Roma. Sono tuttavia d'accordo. La situazione e' endemica. Ma mettere una guardia giurata a controllare che timbra il cartellino quello no vero??? Non e' mica una misura difficile da attuare oppure un sistema di Visual Recognition ??? Non costa molto e non lo puoi fregare.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Sab, 16/11/2019 - 19:26

L'unica volta che il "pubblico" interviene a migliorare la qualità di vita del cittadino, privato o meno, viene drasticamente bloccato "sub lege libertas".

Giorgio Rubiu

Sab, 16/11/2019 - 20:15

Ormai lo sanno tutti che c'è la caccia ai timbratori di cartellino che poi si assentano. Ormai ci è stato detto in tutti i modi che sono state installate telecamere segrete! Eppure loro continuano nel loro brutto vizio di truffare l'ente che li impiega. Se facessero così nel "privato" non durerebbero un giorno; ma nel "pubblico impiego" pieno, comunque di imboscati, lo si può fare per anni e, come si sa bene, le abitudini sono dure a morire. Specialmente quelle cattive!

Sayon

Sab, 16/11/2019 - 20:48

Basta mettere un giardiniere (1 uno onesto ce l' avranno?) a fare ogni giorno il giro dei giardini e vedere se gli altri stanno lavorando. Lo stesso si puo' fare conl' ATAC. In pratica aumentare i controllori. Non e' affatto difficile fare questi controlli.

guido.blarzino

Sab, 16/11/2019 - 21:18

i dipendenti pubblici fanno sempre lal parte delle vittime che pagano tutte le tasse. Una barzelletta perché tanti rubano uno stipendio non guadagnato e fanno un secondo lavoro in nero. Fra loro si conoscono e si coprono. Ne conosco parecchi

guido.blarzino

Sab, 16/11/2019 - 21:24

Con la nuova finanziaria i ladri ed evasori sono calcolati solo i privati che tengono in piedi il carrozzone. Dall'anno prossimo chiuderanno molti artigiani e commercianti perché soffocati dalla burocrazia. Ci mancava soltanto lo scontrino telematico anche per importi miseri. Pagare un caffè pretendendo di partecipare alla lotteria e pagando con il bancomat richiederà più tempo che incassare qualche Euro.

Gibulca

Sab, 16/11/2019 - 22:27

Roma è marcia, sporca e disastrata perché sono i romani a essere così. Per quanto incapace, il sindaco conta ben poco

anna30554

Sab, 16/11/2019 - 23:02

ma che cxxxo centra la magistratura vuoi vedere che li fa' integrare di nuovo a questi vermi? sostenendo che lo facevano x necessita?

Ritratto di romoloromaniko

romoloromaniko

Dom, 17/11/2019 - 12:02

come andrà a finire? Basta guardare il passato, rientreranno tutti, percepiranno i danni e le mancate mensilità - vecchie storie, aereoporti di roma e milano - dipendenti che rubano nei bagagli, licenziati ma dopo reintegrati ... per vizi procedurali (voluti??) Stessa cosa molti anni fa arroma, atac, dipendenti in malattia che lavoravano su autobus privati, anche lì, sospensioni, bla bla tripudi, tutti reintegrati dopo anni di battaglie legali, stipendi e danni per decine e decine di milioni di lire di allora - poi la beffa, alcuni di questi reintegrati si danno al sindakalismo, morale - vanno in pensione con una pensione doppia!! ma che caxxo esultate!!

Ritratto di romoloromaniko

romoloromaniko

Dom, 17/11/2019 - 12:12

quindi, la raggi dovrebbe spiegarci che fine faranno coloro che non sono dipendenti ma che, da maGnager, e con contratti privati da favola, siano anch'essi responsabili per mancata vigilanza... Li ha presi a calci nel ku.lo e buttati fuori? O se n'è dimenticata?? perchè ora basta un vizio di forma nel 'rito' del licenziamento che questi staranno lì di nuovo -.... e il popolo romaniko gongola!! come si dice ... kornuto e mazziato!!

Ritratto di eaglerider

eaglerider

Dom, 17/11/2019 - 12:20

Una cosa buona e giusta ! Adesso vadano a cercarsi il lavoro e, soprattutto, a pagarsi i contributi per la pensione ! Speriamo che qualche magistrato da strapazzo non faccia qualche castroneria !

buonaparte

Dom, 17/11/2019 - 15:57

la raggi non poteva fare chissà cosa fino a quando i dipendenti pubblici diretti ed indiretti sono quasi tutti impiegati, in malattia, in vari congedi, con appalti esterni costosissimi e ecc.