Sagegreen, antico folk di aria celtica

Attraversare le epoche e le culture mischiando, a suon di cori ed arpe, tradizioni medioevali e cultura celtica non è certo un'impresa da poco. Eppure stasera, dalle 21 in poi, il gruppo milanese dei Sagegreen proporrà al Teatro Derby una sintesi tra ritmi appartenenti a tempi remoti, come il Rinascimento o la prima metà del Duecento, e le coinvolgenti sonorità del folklore irlandese. Il gruppo che si esibirà utilizzando strumenti musicali ricercati e lontani anni luce dalle moderne tecnologie. Come il salterio, arpa dalla forma triangolare suonato prevalentemente nei monasteri per intonare salmi e canti religiosi, e l'ud, l'antenato del liuto impiegato anticamente nella musica popolare nordafricana. Nati vent'anni fa i Sagegreen hanno girato buona parte della Penisola salendo sui palchi di importanti sagre medievali, da Milano a Ferrara, da Torino ad Arezzo, per poi superare nel 2001, i confini nazionali arrivando perfino in Estremo Oriente. Infatti la band, nel 2001, partecipò alla manifestazione inaugurale del festival «Italia in Giappone» per poi tornare nel Paese del Sol Levante nel settembre dello stesso anno per una tournée durata fino alla fine del mese. Si tratta dunque di un quartetto all'insegna della sperimentazione, formato da due cantanti, Patrizia Borromeo e Nadia Marolli, voce e percussioni che affiancate da Riccardo Scharf e dal flautista Vittorio Zanibelli ricostruirà melodie antichissime reinventandone alcune parti o stravolgendo completamente l'intera composizione.
Sagegreen
stasera alle 21
Teatro Derby
via Mascagni 8
tel. 02-76016352