Calvizie, la chiave è la nuova Azione Multidisciplinare

Calvizie: per curarla al massimo delle possibilità promuovendo risultati concreti, è necessario avvolgere la patologia a 360 gradi. Un approccio Multidisciplinare e non un’azione isolata

Calvizie: per curarla al massimo delle possibilità promuovendo risultati concreti, è necessario avvolgere la patologia a 360 gradi. Un approccio Multidisciplinare e non un’azione isolata.

Calvizie: oggi la Scienza consente di sfruttare l’enorme potenzialità dei Protocolli non chirurgici di Medicina Rigenerativa Multidisciplinare.

Da quasi quarant’anni la comunità scientifica sta battendo la pista della Rigenerazione Cellulare data dai Protocolli di Medicina Rigenerativa.

All’inizio si puntava sulla rigenerazione dei tessuti lesi non dotati della capacità di recupero autonomo, ma da quasi subito si comprese che questa “dote” poteva essere utilizzata nel contrasto vero alla Perdita dei Capelli.

La Calvizie, ancora trattabile, oggi si può affrontare con successo grazie all’approccio terapeutico non chirurgico della Medicina Rigenerativa Multidisciplinare.

HairClinic BioMedicalGroup, centro specializzato e leader in questo settore estremamente professionale e di nicchia, esegue anche in Italia il Protocollo non chirurgico bSBS che sfrutta pienamente le potenzialità delle più avanzate tecnologie applicate alla Rigenerazione Cellulare e Follicolare.

Per capire come e perché si è arrivati a capire che all’approccio Multidisciplinare, è importante fare un piccolo passo indietro e comprendere qualcosa in più sulla patologia della Calvizie o Alopecia.

Calvizie: un podi chiarimenti su unaffezione antica e poco conosciuta ancora oggi.

La Calvizie è una sofferenza del sistema scalpo capelli che affligge una larghissima parte della popolazione. Anche se gli uomini sono colpiti nella misura di 3 persone su 5, non si deve pensare che la Calvizie sia un fenomeno solo maschile.

La percentuale di donne che oggi manifesta i riconoscibilissimi segni della caduta di capelli, si attesta oltre il 30% e l’Osservatorio Nazionale della Calvizie, di cui il Dott. Mauro Conti, Direttore Scientifico di HairClinic BioMedical Group è presidente, rileva preoccupanti tendenze al rialzo.

Numerose sono le sue forme e differenti sono le origini di ognuna di esse. Tra le principali il semplice diradamento capillare non androgeno, la sofferenza follicolare , la miniaturizzazione del Follicolo Capillare, l'Alopecia Areata (AA), l’Alopecia Androgenetica (AGA), fino alle forme cicatriziali e all’Alopecia Universale.

Calvizie: cause fisiologiche e concause esterne.

Ognuna delle tipologie di alopecia elencate precedentemente ha specifiche cause scatenanti di tipo fisiologico, come disordini autoimmuni nell’AA e l’azione del Diidrotestosterone (DHT) e della Prostaglandina D2 (PGD2) nell’AGA.

Non dobbiamo però dimenticare il contributo, alle volte molto importante, di altre concause del tutto personali, in grado di amplificare gli effetti delle cause scatenanti, dettagli fondamentali per una cura della calvizie mirata al singolo paziente.

Il quadro quindi è davvero complesso e sfaccettato. Per questo motivo un approccio terapeutico che tenga conto soltanto di uno di questi aspetti, non è da considerarsi come una valida risposta alla calvizie.

È necessario un’azione coordinata che lavori su più tematiche, andando a fronteggiare ogni aspetto del problema, partendo dalle reali cause e concause del paziente.

Calvizie: cosa fare e cosa non fare…

I progressi della ricerca scientifica danno oggi la possibilità a chi soffre di calvizie di combatterla in una maniera completa ed efficace, ma cosa fare e cosa evitare?

Sperare in soluzioni effimere e del tutto illusorie come sciampo, lozioni e maschere cosmetiche, avrà senz’altro un impatto sulla pulizia e sull’ordine dei capelli, ma continueranno inesorabilmente a cadere, perché le reali cause profonde della Calvizie rimangono inalterate e continuano la loro azione.

È inulte ribadire che la cosmetica non può in alcun modo agire realmente su una patologia, e le cure miracolose non esistono!

Calvizie: e l’autotrapianto di capelli? “Essere impulsivi ed interventisti non paga!”

“Sottoporsi ad un Autotrapianto di Capelli non è mai da considerarsi come una soluzione definitiva. Chiunque sia cascato in questo errore - precisa il Dottor Conti - prima o poi sperimenta in prima persona che la sola chirurgia non cura la calvizie.

Frequenti sono i casi doppi e tripli trapianti… esempi eclatanti sono i casi di Wayne Rooney, e di Raphael Nadal. Il trapianto non supportato non ha speranze di coprire in maniera efficace e duratura i danni dati dalla Calvizie”.

Volere tutto e subito in questa caso non è una strategia, decidere di sottoporsi ad un trapianto di capelli è la soluzione corretta solo se è eseguito nel momento giusto. Solitamente chi esegue un trapianto fine a sé stesso lo ripete più volte con risultati finali quasi mai estremamente naturali. Il trapianto di capelli non basta, e questo lo insegna la storia.

La strategia migliore è quella di non perdere tempo con palliativi cosmetici, ma nello stesso tempo di non precipitarsi a fare un trapianto di capelli che potrebbe risultare intempestivo e dannoso. Serve al contrario un’azione completa che affronti il problema su più fronti.

Calvizie: la Medicina Rigenerativa ha i talenti per un approccio Multidisciplinare.

Il Dott. Conti prosegue con alcuni dettagli interessanti: “Da quasi quarant’anni la comunità scientifica sta battendo la pista della Rigenerazione Cellulare data dai Protocolli di Medicina Rigenerativa. All’inizio si puntava sulla rigenerazione dei tessuti lesi non dotati della capacità di recupero autonomo, ma da quasi subito si comprese che questa “dote” poteva essere utilizzata nel contrasto alla Perdita dei Capelli.

Ma anche la più avanzata tecnologia di Medicina Rigenerativa da sola ha un efficacia limitata. Questo è il problema del Classico PRP Capelli, recentemente assurto nuovamente agli onori della cronaca in versione 2.0 con il nome di PRF Capelli, ma dotato dello stesso grande limite… da solo non riesce a dare il necessario stimolo alla Rigenerazione Follicolare, forzando il paziente a frequenti sedute di infiltrazioni.

Il PRP, PRP o PRF non viene più eseguito in HairClinic Italia da oltre 9 anni, i limiti erano davvero evidenti, l’innumerevoli sessioni mensili, e la non possibilità di agire a 360 sulla calvizie, ha portato alla sua archiviazione.

Calvizie: i punti di forza dellapproccio Multidisciplinare di Medicina Rigenerativa bSBS?

In HairClinic BioMedicalGroup siamo ben consapevoli delle potenzialità espresse dal Protocollo bSBS, il più evoluto approccio Multidisciplinare di Medicina Rigenerativa oggi sulla scena.

Il pregio più rappresentativo è dato dalla sua multidisciplinarietà: non vi è una sola terapia in campo, ma numerose ed evolute tecnologie che lavorano su più piani per operare il più serio contrasto alla Calvizie.

In 2 ore di trattamento terapeutico personalizzato, le 5 fasi del Protocollo bSBS basano la loro forza d’azione sulla grande capacità rigenerativa delle nostre cellule. Niente controindicazioni, niente dolore, nessun taglio radicale di capelli e un rapido ritorno alla vita sociale.

Calvizie: chi può accedere a questa cura e quali risultati è possibile raggiungere?

Il Protocollo Multidisciplinare di Medicina Rigenerativa bSBS ha un importantissimo ruolo in caso di calvizie trattabile ed è basilare nei casi di calvizie avanzata come preparazione prima della chirurgia e come supporto e potenziamento dopo.

Il Protocollo favorisce il blocco dell’invecchiamento precoce delle cellule, promuove l’inversione della miniaturizzazione Follicolare ed è estremamente indicato nel diradamento localizzato, marcato o diffuso (situazioni sul 93% dei pazienti trattati). Ma è anche la necessaria base necessaria su casi di calvizie più avanzata.

Ciò favorisce un significativo aumento della densità globale e la massima rigenerazione autologa già nei primi mesi seguenti alla sessione.

L’approccio indolore, l’assoluta assenza di segni visibili dopo la sessione, la ripresa immediata alla vita sociale, sportiva anche agonistica, l’assenza di controindicazioni o effetti collaterali, sono altre peculiarità di non poco conto, e fanno di questo Protocollo l’eccellenza nella cura avanza e mirata della calvizie.

(Per accedere ad ulteriori informazioni e prenotazioni: HairClinic Italia | Call Center 800168668 | hairclinic.it)