I più alti sono anche i più dotati. Se lo dice la scienza...

La vecchia credenza non sarebbe una bufala. E secondo ricerche inglesi le eccezioni dimensionali sono rarissime

La matematica non è un’opinione. Righello alla mano, ricercatori inglesi hanno misurato il pene di 10mila uomini di diverse nazionalità per stilare una graduatoria di fronte a cui molti maschi scopriranno finalmente di avere i “numeri” oppure no.

Ebbene: la lunghezza media del membro virile a riposo è di 9,16 centimetri, mentre la circonferenza è di 9,13; in erezione tocca i 13,12 centimetri di lunghezza e gli 11,66 di circonferenza. Rare le eccezioni che tradiscono gli standard: secondo David Veale, psichiatra del South London and Maudsley NHS Foundation Trust, soltanto 5 uomini su 100 vantano peni che eccedono di 16 centimetri in fase di prolungamento e altrettanti 5 su 100 dispongono di un genitale che non raggiungono i 10 centimetri.

La lunghezza ufficiale va calcolata partendo dall'osso pubico fino ad arrivare alla punta del glande. Infine, una sentenza che corrobora la tesi di una vecchia credenza: gli uomini più alti ce l’hanno più grosso rispetto ai più bassi, ma non per questo anche più lungo. Qui le ironie si sprecano, ma forse qualcuno comincerà a deprimersi e chi invece a esaltarsi…

Commenti

FRANZJOSEFVONOS...

Dom, 20/09/2015 - 15:19

E' UNA CLASSIFICA DEL C...Z...O

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 21/09/2015 - 01:05

È inutile avere una proboscide se non sai usarla.