Influenza, ecco il farmaco che la stronca in un giorno

Dal Giappone un nuovo farmaco che sconfigge l'influenza. A marzo sarà sul mercato in Asia, poi potrebbe arrivare in Europa

Un rimedio (forse) definitivo contro l'influenza. Arriva dal Giappone ed è un farmaco, non un vaccino, in grado di stroncare la malattia che in diverse parti del mondo in alcuni casi può anche portare alla morte. A produrlo è stata la casa farmaceutica "Shionogi" di Osaka. Secondo i primi test, come riporta il Walla Street Journal, gli effetti del farmaco sarebbero più potenti di tutti quelli in commercio fino ad oggi.

Per quest'anno, però, non sarà ancora commerciabile. A marzo l'ok alla vendita dovrebbe arrivare in Giappone. Poi spetterà agli organi sanitari nazionali decidere cosa fare in ogni Paese del mondo. Ad acquistare i diritti per la vendita in Europa del farmaco nipponico è stata la casa farmaceutica Roche, produttrice del Tamiflu, il farmaco usato fino ad oggi e che però richiede 2 dosi al giorno per almeno 5 giorni per essere del tutto efficace. Al prodotto nipponico di giorni ne basta uno. Inoltre è in grado di dare un immediato sollievo ai sintomi e si è rivelato efficace sia contro i ceppi di virus A che per quelli B.

Per riuscire a sintetizzare questo nuovo farmaco i ricercatori sono partiti da un farmaco contro l'Hiv. Per combattere l'influenza, il prodotto dipponico fa in modo di ostacolare l'azione del virus che normalmente prende controllo del sistema di funzionamento delle cellule umane, strategia che gli permette di diffondersi e moltiplicarsi.

Commenti

Norberth

Dom, 11/02/2018 - 08:12

Ma guarda che bella scoperta !!! E che coincidenza .... Le farmacie ormai sono supermercati, i consigli per gli acquisti dei farmaci occupano le televisioni, e l' influenza impera nelle sue svariate forme. I virus ingegnerizzati hanno svolto egregiamente il loro compito.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Dom, 11/02/2018 - 08:45

È un retro-virus insomma. Sempre nella speranza che venga veramente prodotto in Europa altrimenti potremmo trovarci con delle medicine radioattive nelle farmacie... (Fukushima non ha smesso di inquinare tutto il Giappone, non dimentichiamocelo - se Chernobyl era grave con un solo reattore, Fukushima ne ha ben TRE di cui uno ha raggiunto la c.d. "sindrome cinese", a buon intenditore...).

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 11/02/2018 - 10:03

se lo avessimo inventato noi, avremmo vaccinato gratis tutto il mondo. Noi non riusciamo a sfruttare mai niente.

Ritratto di stufo

stufo

Dom, 11/02/2018 - 10:05

Costerà 1000 €.

aredo

Dom, 11/02/2018 - 11:27

@Italia Nostra: si certo il Giappone tutti radioattivi ...MA PER FAVORE ! Nella Santa Europa Comunista la sinistra=mafia fa così tante schifezze che c'è poco da fidarsi di cosa viene prodotto cibo o medicine o altro !

jaguar

Dom, 11/02/2018 - 12:44

Si spera che gli effetti collaterali non siano peggiori dell'influenza.

Ritratto di Rames

Rames

Dom, 11/02/2018 - 13:24

Ma perchè stroncarla cono i farmaci, deve essere fatto il naturale percorso,aranca e zenzero e tisane di erbe.Purifica e rassetta.Mi fanno ridere le pubblicità' in tv di cosa fare in caso di mal di gola.Che ignoranza ragazzi.

Ritratto di Italia Nostra

Italia Nostra

Gio, 15/02/2018 - 17:38

Per chi ancora non capisse cosa sia stato Fukushima (e perché c'è un rischio reale di radiazioni nei prodotti nipponici - soprattutto il cibo fermato a Taiwan ed in altri paesi per eccesso di radioattività con tanto di container rimandati indietro) suggerisco di leggere due articoli uno su Il Giornale e l'altro su il Corriere della Sera qui sotto i link - Spero vengano pubblicati http://www.corriere.it/esteri/17_febbraio_05/fukushima-foro-che-dimostra-fusione-nocciolo-d-uranio-0e5492e6-ebe6-11e6-91eb-31433eb4de41.shtml http://www.ilgiornale.it/news/mondo/giappone-si-ricordano-vittime-tragedia-fukushima-1374069.html