Tutti i falsi miti sul "post abbuffate natalizie"

Dopo i pranzi e i cenoni abbondanti, tipici del periodo natalizio che sta volgendo al termine, uno degli obiettivi che ci si prefissa è quello di dimagrire. L’Istituto Superiore della Sanità ha evidenziato i principali “falsi miti” del “post abbuffate”

Dopo gli stravizi e le abbuffate di Natale e Capodanno, numerose sono le fake news diffuse in rete per dimagrire.

L’ 'Istituto Superiore di Sanità lancia l’allarme su questi “falsi miti” che celebrano diete non complete o a base di digiuni intermittenti che a lungo andare possono solamente danneggiare la nostra salute.

Ecco i “falsi miti” più diffusi nel post abbuffate natalizie:

- Primo falso mito: “Saltare i pasti”. Si crede erroneamente che privando l'organismo di calorie e nutrienti durante la giornata si avrà una riduzione della massa grassa. In realtà in queste condizioni estreme il corpo va in allerta e rallenta il dimagrimento. Quando si salta un pasto avviene un fisiologico calo di zuccheri nel sangue. Ne consegue che il cervello è spinto a desiderare cibo. Lo fa in maniera irrefrenabile richiedendo soprattutto carboidrati e zuccheri. Dopo aver saltato un pasto, non solo si arriva più affamati a quello successivo, ma si ha la tendenza ad abbuffarsi di cibo spazzatura. Mangiare, invece, cibi nutrienti durante tutto il giorno, in porzioni più piccole, stabilizza i livelli di zucchero nel sangue e porta a seguire una dieta più sana e favorevole alla perdita di peso.

- Secondo falso mito: “Sostituire i pasti con le barrette energetiche”. In alternativa al digiuno, molti ricorrono a barrette energetiche e a pasti sostitutivi. Il mix di vitamine e micronutrienti presenti nei pasti sostitutivi non riproduce sulla salute tutti gli effetti di una dieta sana e bilanciata. Il sostitutivo di un pasto dovrebbe essere inserito all'interno di una dieta ipocalorica sana, in funzione dell'obiettivo prefissato. Risulta impossibile inserire tutte le sostanze nutritive, alleate del nostro benessere psico- fisico in una compressa, tavoletta o soluzione.

- Terzo falso mito: “Gli integratori aiutano a dimagrire”. Gli integratori sono utili in caso di aumentato bisogno di alcuni nutrienti, come accade in gravidanza per l'acido folico, in caso di abbondanti flussi mestruali per il ferro o in certe condizioni, quali osteoporosi, per la vitamina D, o per la vitamina B12 nella dieta vegetariana. Gli integratori vanno assunti con moderazione soprattutto in caso di interazione con altri farmaci. Bisogna consultare sempre il medico per l’assunzione di essi.

Commenti

Tobi

Lun, 07/01/2019 - 10:07

Il primo punto riguardo all'assumere di continuo crboidrati mi sembra un regalo alle case farmaceutiche. La famosa piramide alimentare con i carboidrati alla base è quella che ha promosso un'epidemia di obesità, diabete, malattie cardiovascolari, cancro, etc. Deve essere quindi ancora propinata. Forse all'Istituto superiore di sanità non hanno le idee molto chiare. O forse le hanno, ma per favorire altro rispetto alla salute dei cittadini.