Samp, doppio incontro per Cassano

Doppio incontro ieri a Madrid tra il procuratore Giuseppe Bozzo e la dirigenza del Real: in primo piano, naturalmente, il futuro di Antonio Cassano. Primo vertice alle 14, durato alcune ore, e successivo incontro alle 19. Assente giustificato, Beppe Marotta, che si trova ad Alatri per ritirare il premio «Città dei Ciclopi». Ma le mosse da portare all’attenzione dei dirigenti del Real Madrid sono concordate tra il procuratore e l’amministratore delegato della società blucerchiata. Indiscrezioni in arrivo da Madrid rivelano alcune difficoltà insorte nella trattativa, al punto che la riunione è stata sospesa nel primo pomeriggio e poi riaggiornata in serata. Ma Giuseppe Bozzo rimane fiducioso di poter superare gli ostacoli che si frappongono alla permanenza di Cassano in blucerchiato, almeno ancora per un anno.
Il Real Madrid sarebbe disponibile a fare uno sconto sui 5,5 milioni di euro già pattuiti dodici mesi fa: potrebbe arrivare fino a 3 ma il nodo è rappresentato dalla percentuale sulla eventuale cessione che la Samp farebbe il prossimo anno. Si era parlato inizialmente del 10% ma è destinata a salire in modo importante. La Samp, come era circolato nei giorni scorsi, vorrebbe il giocatore quasi gratis e poi, come detto, girare al Real una parte importante dell’incasso ottenuto dal trasferimento di Cassano a qualche altro club, ovviamente tra dodici mesi. A questo proposito si parla di un interessamento della Juve che gli vorrebbe assegnare un ruolo di prestigio per il dopo Del Piero. Dunque, c’è ancora un punto interrogativo da sciogliere e nelle prossime ore in caso di fumata bianca tra Real Madrid e Bozzo potrebbe partire per la Spagna l’amministratore delegato della Samp Beppe Marotta.