san valentino, quando l'amore diventa suono

Marta Bravi Miracolo a Miracolo. Per assistervi basterà recarsi in piazza Duomo sabato 14, dalle 15,30 alle 16,30. Attenzione, per assistere allo svelamento del mistero bisogna essere muniti di un cellulare con dispositivo bluetooth. Basterà andare alla ricerca di modelli, che gireranno con un schermo montato sulle spalle, e accendere il dispositivo bluetooth. Si riceverà, in anteprima assoluta, «il suono dell'amore» o, meglio, il suono che fa innamorare (www.amoreblue.com). Ma che cos'è? Non si tratta di una musica particolarmente romantica o di una canzone d'amore, ma di un suono che sfrutta il principio della risonanza celebrale. AMOREBLUE, così si chiama, sfrutta le onde a bassa frequenza, inducendo una predisposizione all'innamoramento nelle persone. Il meccanismo è lo stesso per cui sfruttando il principio della risonanza celebrale, si favorisce il rilassamento e la meditazione. I creatori di AMOREBLU, non si sono limitati a ciò: hanno, infatti, aggiunto agli ultrasuoni una serie di ritmi che ricreano situazioni non percepibili ma riconducibili da una specifica attività sensoriale. ma presto il suono dlel'amore potrebbe diventare una soneria per cellulari. Almeno queste sono le intenzioni di un gruppo di imprenditori. Ma cosa sono le onde cerebrali? Sono onde a bassa frequenza create dall'attività elettrica del cervello. Con l'introduzione dell'elettroencefalogramma (EEG) nel 1929 si comprese che le onde cerebrali variano al variare dell'attività compiuta dal soggetto esaminato. In pratica, il cervello emette onde a frequenza differente in corrispondenza dell'attività che stiamo compiendo. La risonanza, invece, è il fenomeno fisico per cui due onde, di qualsiasi natura (luminosa, acustica, elettrica) tendono sempre a sincronizzarsi. Quando il cervello è sottoposto ad uno stimolo ritmico, come per esempio un ritmo sonoro o una pulsazione, i due emisferi tendono a riprodurre questa pulsazione sotto forma di impulsi elettrici. A determinate condizioni, il ritmo degli impulsi elettrici tende a sincronizzarsi al ritmo (ovvero alla frequenza) dello stimolo sonoro fornito. Questo fenomeno, noto come Frequency Following Response è alla base della risonanza cerebrale prodotto da Amore Blu.