La scuola per diventare sommelier del tè

Le vie del tè sono arrivate a Milano. Dopo i wine bar, i water bar, gli happy hour ecco arrivare gli after dinner party, i tea cocktail, il tè in cucina con gli abbinamenti tea and food e i sommelier del tè. Sebbene il tè sia la bevanda più consumata al mondo dopo l'acqua, le sue proprietà benefiche, i molteplici ed inaspettati impieghi anche nell'arte culinaria sono da noi ancora poco conosciuti. A colmare questo vuoto e a far conoscere al meglio la preziosa bevanda ci ha pensato Francesca Vitali, milanese doc, che nel 2001 ha fondato «l'arte del ricevere», un vero tempio nella ricerca, la distribuzione e la consulenza a 360 gradi del tè. (www.artedelricevere.com) Visto il successo dell'operazione, un anno dopo ha aperto in via M. Melloni 35 «l'arte di offrire il tè» - telefono 02715442. Una maison dove trovare tutti, o quasi, i tè esistenti al mondo, ne espongono oltre 250. Non solo, unica realtà a Milano, nell'attigua sala di degustazione luogo specializzato a studiare e degustare le tipologie di tè, frequentata da curiosi ed appassionati, si tengono corsi di formazione che spaziano dalla cultura del tè a quelli di sommelier. «Sono passati alcuni anni da quando ho iniziato a parlare di cultura del tè in Italia - afferma Francesca Vitali da quando ho tenuto il primo corso sulle diverse cerimonie ed inaugurato la sala di degustazione. Anni in cui quando da noi una tazza di tè veniva bevuta solo in caso di indisposizione. Oggi il panorama è cambiato, sono nate associazioni di maestri del tè e master in cui il tè è materia di studio. Certo, l'utilizzo del tè in Italia è ancora principalmente domestico. È raro incontrare nelle nostre città sale da tè dove la professionalità del servizio si completa con una conoscenza reale ed approfondita così come succede per il vino. Con latte o limone chiede ancora il personale di molti hotel nel servirlo. Noi cerchiamo nei nostri negozi, attraverso i nostri corsi di far capire che il tè è puro piacere così come un calice di buon vino o un arrosto cucinato con cura e per poterlo offrire o servire nel modo corretto è opportuno poterne scoprire le potenzialità apprezzandone l'aroma e lo specifico bouquet». Molti e affollati i corsi proposti da arte del ricevere che da sempre fa della formazione il suo fiore all'occhiello. Suddivisi in moduli, sei in tutto, si comincia dalla conoscenza del prodotto, al servizio, la degustazione, la composizione della carta dei tè, la vendita, i tea cocktail e tea and food. A frequentarli sono uomini e donne in egual misura, per lo più professionisti e con un età che si aggira intorno ai 40 anni.