Scuola, duemila studenti in più: è allarme super-classi

Aumentano i ragazzi nelle scuole della Lombardia e della provincia di Milano, 2000 gli alunni in più iscritti alla prima elementare rispetto allo scorso anno, circa 1% in più di cui la metà circa sono stranieri. L’ufficio scolastico provinciale ha completato l’inserimento dei dati relativi agli iscritti per le scuole primarie, mentre domani sarà la volta delle scuole, secondarie di primo e secondo grado.
A lanciare l’allarme per l’alto numero di studenti per classe, che in molti casi rischiano di sfiorare il tetto dei 30 è il direttore scolastico provinciale Giuseppe Petralia: «Al momento non risultano classi con 30 iscritti, che sarebbe il tetto massimo - spiega il direttore - ma in molte scuole si registrano classi con 28 alunni, un numero molto alto. Si tratta di un fenomeno molto diffuso alle superiori, che si sta estendendo anche alle elementari. È arrivato il momento di riconsiderare e ripensare la rete scolastica per riorganizzarla e distribuire meglio gli studenti. Per questo terminate le iscrizioni avvieremo un’indagine per fare il punto sulle classi».
Altro dato che spicca è la disomogeneità nella distribuzione degli studenti stranieri nelle classi. E se a settembre non ci saranno più classi con soli due italiani in prima, almeno nel plesso di via Paravia, che a settembre non avrà la prima elementare, a San siro e in via Padova si registrano il 28% di figli di immigrati in classe.