Sequestrati 40 kg di cibo egiziano per condizioni igeniche pessime

8 chilogrammi di mozzerelle scadute e pessime condizioni igienico sanitarie. Oltre a calce e polvere, a causa di lavori edilizi di ristrutturazione, nel deposito degli alimenti conservati tra scarafaggi e liquami vari

Milano - Continuano i controlli a tappeto nei negozi etnici milanesi. Nei primi 6 mesi dell’anno sono stati effettuati 2340 controlli presso pubblici esercizi che hanno portato ad accertare 659 violazioni a leggi o regolamenti, di cui 407 di tipo amministrativo e 242 di tipo sanitario. Ispezioni che hanno determinato 30 denunce per cattiva conservazione di alimenti e tentata frode in commercio. Grazie alle segnalazioni dei clienti è stato smascherato un ristorante egiziano nel quale i cibi erano conservati in maniera pessima.

Cibo avariato 40 Kg di alimenti avariati, tra cui 8 chilogrammi di mozzerelle scadute, sono stati sequestrati in un ristorante egiziano a Milano dagli Agenti del servizio Annonaria della Polizia Locale, che sono intervenuti per un controllo dopo la segnalazione di alcuni clienti. Il titolare è stato denunciato per cattiva conservazione degli alimenti e frode commerciale.

Segnalazioni all'Asl Il locale, in via Cenisio, secondo quanto riferisce il vicesindaco Riccardo de Corato "era in pessime condizioni igienico sanitarie, tanto che a causa di lavori edilizi di ristrutturazione è stata trovata calce e polvere nel deposito degli alimenti conservati tra scarafaggi e liquami vari e a fianco di attrezzi di lavoro, badili e compressori". Il locale è stato segnalato all’Asl perchè fornisce anche piatti per celiaci. "L’Asl provvederà a svolgere le opportune indagini per verificare - ha spiegato il vicesindaco- se le linee di produzione siano accuratamente separate".