Sicurezza De Corato: «I soliti irriducibili dovevano essere allontanati prima»

«C’è un problema di sicurezza sul tappeto». A sostenerlo sono sia il coordinatore lombardo del Pdl Guido Podestà, sia il vicesindaco Riccardo De Corato. Da qui l’invito al questore a tener presente che in ogni manifestazione «si presenta il solito gruppo di irriducibili»: in Duomo, alla commemorazione di piazza Fontana, alla prima della Scala. Ripensando a come sono andate le cose domenica, De Corato sostiene: «I contestatori potevano essere allontanati ben prima dalla piazza. Erano meno di cento, mentre le forze dell’ordine erano molte di più». Podestà sostiene che la situazione «era ancora più esasperata in piazza Fontana» quando lui, la Moratti e Formigoni, sono stati fischiati dai centri sociali. «C’è un clima teso e brutto, ma non cadremo sul terreno dello scontro, dove ci vogliono portare». Il ministro Ignazio La Russa propone di estendere a tutto l’anno la norma che punisce chi disturba le manifestazioni politiche altrui durante il periodo della campagna elettorale. Al ministro Maroni, che parla di «lavoro impeccabile» delle forze dell’ordine in piazza, risponde il vicecapogruppo del Pdl, Carlo Fidanza: «Sottovaluta l’accaduto e la gestione dell’ordine pubblico in piazza».