«La soluzione per conciliare lavoro e famiglia? Copiamo da Parma il baby sitter sharing»

L’idea è arrivata così, ascoltando 130 mammme a un convegno l’anno scorso sul tema della conciliazione tra lavoro e famiglia. «Più parlavo con loro e più mi rendevo conto che il problema era sentito da tutte, dalle madri che potevano contare sui nonni e da quelle che invece dovevano cavarsela con gli asili. È proprio durante quell’incontro che ho capito che una città come Milano poteva dare molto di più alle famiglie con figli. La Lombardia, che è una delle cinque Regioni motori d’Europa, può diventare l’esempio per tutta l’Italia». Silvia Maltoni, classe 1975, parla quasi senza prendere fiato, scende dal motorino e ti saluta subito con un abbraccio. Mancano pochi giorni alle votazioni, e lei è candidata per il Pdl al consiglio comunale. La corsa Silvia la sta facendo per le mamme e per i papà, per i bambini, «Un progetto che vuole aiutare in modo concreto le famiglie milanesi».
Nel programma ci sono i voucher per asili nido, per la nascita, quello per il pediatra e laboratori pedagogici. «Sono tutti servizi che aiuterebbero tantissimo i genitori». Ma il fiore all’occhiello per Silvia Maltoni resta l’idea del baby sitter sharing, che si ispira proprio alla condivisione. «C’è il bike sharing, i milanesi lo hanno adorato fin dall’inizio, non vedo perché non possa esistere lo steso concetto per la baby sitter». Per capire davvero di cosa si tratta bisogna partire dale sue origini romagnole. «Mi sono ispirata a Parma, dove il servizio c’è già e funziona benissimo. Lo stesso può succedere a Milano, dove ci sono tantissimi studenti ma anche tanti nonni che hanno necessità e voglia di lavorare». Con la collaborazione del Comune i bambini starebbero in strutture già esistenti e già adibite a scuole quando sono chiuse. Insomma un’idea semplice anche da realizzare, con costi ridotti. «Pagare una baby sitter in gruppo è molto meglio che pagarla da soli. Ma non solo: verrebbe organizzato un corso per istruire i candidati baby sitter. Insomma una garanzia e un risparmio per la famiglia». Il problema di dove mettere i bambini si fa sentire soprattutto durante i periodi estivi. È così che a risolvere il problema ci penserebbe ancora una volta il baby sitter sharing. Oggi, alle 19.30, incontro i cittadini interessati in Via Beroldo 2 al Fun&Fun, Città dei Bambini.