Alda D'eusanio: "Con me la Rai ha fatto carne di porco"

Alda D'Eusanio si sfoga ai microfoni di "Belve" su Canale Nove. Intervistata da Francesca Fagnani, l'ex conduttrice Rai punta il dito contro viale Mazzini

Alda D'Eusanio si sfoga ai microfoni di "Belve" su Canale Nove. Intervistata da Francesca Fagnani, l'ex conduttrice Rai punta il dito contro viale Mazzini per il trattamento che le avrebbe riservato in questi anni: "Se c’era da mandare a fanculo un direttore, ce lo mandavo. Per cui hanno fatto di me carne di porco. Serviva al Posto tuo che andava bene un altro conduttore? Me l’hanno tolto". Poi la D'Eusanio ha parlato di un'altra vicenda che l'ha riguardata da vicino. Ospite in una puntata de La Vita in diretta aveva fatto un commento su un ragazzo disabile: "Per me quella, con quello sguardo vuoto, quella non è vita", queste le parole pronunciate in trasmissione. Un intervento che non sarebbe stato gradito dai vertici Rai di allora che a suo dire l'avrebbero estromessa: "La Tarantola, all’epoca presidentessa, ha dato l’ordine a tutti i capi struttura e direttori di rete di non invitarmi mai più. Dimmi, cosa c’è di sbagliato visto che anche tu prima hai detto che condividevi, dimmelo Francesca, sto facendo la belva…".

Infine ripercorre quell'episodio che l'ha portata lontano dai programmi Rai: "Si collegano con questa famiglia, io ero ospite perché ero uscita da un coma, e c’era questo ragazzo in sedia a rotelle che stava con la testa giù, la mamma da dietro gli acchiappava la testa e gliela tirava su e parlava e il ragazzo rimetteva la testa giù e la mamma gliela ritirava su. Io ho detto: “Faccio un appello pubblico alla mia mamma: mamma, se mi dovesse accadere quello che è accaduto a quel ragazzo, tu lasciami andare”. Un commento forte che ancora oggi la D'Eusanio rivendica nonostante siano passati tanti anni...