"Chef Rubio? Un bullo mascherato da capopopolo", l'attacco di Selvaggia Lucarelli

Selvaggia Lucarelli affonda il coltello su Chef Rubio, da qualche giorno al centro dell'attenzione per il suo allontanamento da Discovery Channel e per alcuni suoi comportamenti tenuti sui social

Il caso “Chef Rubio” è esploso con forza lo scorso sabato, quando è iniziata a girare la voce del suo allontanamento da Discovery Channel, rete per la quale conduceva da anni un programma di cucina. Gabriele Rubini, questo il suo vero nome, ha smentito categoricamente di essere stato licenziato ma ha dichiarato che questa era una decisione già presa e concordata. Fine delle polemiche? No, certo, perché è scesa in campo la sua acerrima nemica Selvaggia Lucarelli con un lungo pezzo su Il Fatto Quotidiano.

Tra i due da anni non corre buon sangue e non sono mai mancate le frecciate e gli attacchi diretti tramite social. Dei botta e risposta molto accesi, talvolta violenti, che hanno spesso acceso gli animi degli utenti che hanno dato vita a vere e proprie “social-battle”, con fazioni e schieramenti ben determinati.

L'attacco della giornalista contro Chef Rubio è molto chiaro: “Il vero problema di Rubio sta proprio nel suo continuo provare a depistare, forse più se stesso che gli altri, su quale sia la sua reale natura. È un bullo mascherato da capopopolo”. La Lucarelli lo attacca sull'appellativo “chef”, affermando che in realtà Gabriele Rubini chef non lo sia e non lo sia mai stato “tipo Mastro Geppetto, Babbo Natale”, scrive la Lucarelli. Lo accusa di utilizzare il linguaggio carico d'odio della politica che critica e di inventare fake news.

Cuore dell'articolo è la questione israelo-palestinese, di cui si è parlato anche nei gironi scorsi in riferimento a Chef Rubio. I suoi attacchi contro Israele non sono passati inosservati per la violenza dei termini utilizzati e secondo alcuni sarebbero alla base della fine del rapporto con Discovery Channel. Selvaggia Lucarelli dà spazio nel suo articolo anche alla questione bullismo, restando sui temi di stretta attualità. Pochi giorni fa, infatti, Chef Rubio sarebbe dovuto essere ospite su Rai2 proprio per trattare di cyberbullismo ma la rivolta che si è scatenata sui social ha di fatto fatto annullare la sua presenza in tv. Come racconta la giornalista nel suo articolo, l'acredine tra loro è iniziato proprio per il tema del bullismo, quando lei effettuò un'inchiesta sui gruppi chiusi su Facebook dove si generavano ogni giorno post d'odio contro le minoranze e le categorie deboli. Da quel momento sono comminciati i commenti al veleno contro di lei. “Mi venne spiegato che lui era attivo su quelle pagine”, spiega la Lucarelli.