Elena Santarelli: "Non sono più la stessa, ma non voglio vivere nella paura"

Elena Santarelli si è messa a nudo con i suoi follower, decidendo di rispondere alle domande più intime relative alla malattia del figlio e a quanto questa traumatica esperienza l'abbia cambiata

Tre anni fa la vita di Elena Santarelli veniva stravolta dalla scoperta di un tumore cerebrale al figlio Giacomo. Una diagnosi scioccante che ha profondamente cambiato il suo modo di vivere e affrontare la quotidianità. Un percorso doloroso - attraverso la cura fino alla guarigione - che lei stessa ha raccontato in un libro "Una mamma lo sa", nato con l'unico scopo di finanziare il progetto Heal Onlus. Oggi, a distanza di mesi dall'annuncio della guarigione del piccolo Jack, la showgirl ha svelato ai follower sui social di essere profondamente cambiata.

Nelle scorse ore Elena Santarelli ha risposto alle domande dei suoi follower nelle storie di Instagram. Quesiti profondi e intimi che hanno mostrato un lato diverso dell'opinionista di "Italia sì", che ha confessato: "Ora sto bene, ma non sono più la stessa... Non sarò mai più quella di prima del 29 novembre 2017 però vado avanti sentendo tutti gli odori della vita, Ora... adesso...". Nonostante il peggio sia passato lei ha svelato di pensare sempre a tutti quei genitori che ancora vivono l'angoscia e il dolore della malattia dei loro figli: "Non posso non pensare a tutte le persone che non stanno bene come me, ogni sera il mio pensiero va a Valeria e a Marzia e a tanti altri, oppure chiudo gli occhi e penso che in quel reparto ci sono tanti nuovi genitori di cui non conosco nomi e cognomi. E so che ci sono però".

L'esperienza traumatica della scoperta del tumore del figlio non l'ha resa più sensibile, semplicemente le ha consentito di mostrarsi al mondo per quella che è veramente: "Sensibile? lo sono sempre stata e credo di essere stata sempre una brava ragazza con dei bei valori coltivati e annaffiati fin da piccina... la mia storia ha fatto venire a galla questa umanità e sensibilità forse, mi ha resa più calma". L'ha resa più "leggera" nei confronti delle cose negative di poco conto: "Se vuoi farmi la guerra fattela da solo, se vuoi il mio male accomodati pure, io non mi scomodo di certo e continuo a respirare la vita. Sento di tagliare tante persone inutili dalla mia vita, si sta così bene facendo un po' di pulizia". La moglie di Bernardo Corradi ha spiegato ai suoi fan social di non volersi però far schiacciare dalle paure. Dopo la guarigione del figlio, Elena Santarelli ha confessato di aver avuto un crollo psicologico e di aver fatto ricorso al sostegno di una terapeuta che le ha permesso di vedere la vita da un'angolazione diversa: "Sono consapevole che non esiste solo il tumore come pericolo... Ci sono così tante variabili della vita, non vivo più se mi focalizzo solo su quel pensiero che intendete. Prova a chiudere gli occhi a pensare quante cose possono accadere, a quel punto hai due strade: vivere nella paura oppure godere dell'oggi e pensare a cose belle".